CARABINIERE UCCISO, ASSOTUTELA: “CORDOGLIO E VICINANZA AD ARMA E FAMIGLIA”

CARABINIERE UCCISO, ASSOTUTELA: “CORDOGLIO E VICINANZA AD ARMA E FAMIGLIA”

26/07/2019 0 Di Marco Montini

Hits: 267

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1980 volte!

“Siamo asso­lu­ta­mente scioc­ciati per la scom­parsa del vice­bri­gadiere del­l’Ar­ma dei Cara­binieri, Mario Cer­ciel­lo Rega, accoltel­la­to a morte men­tre presta­va servizio in via Pietro Cos­sa, non lon­tano da Piaz­za Cavour, a Roma. Siamo di fronte a un episo­dio triste, di una grav­ità inau­di­ta, i cui respon­s­abili devono essere con­seg­nati alla gius­tizia e con­dan­nati al carcere a vita. Il mio pen­siero e quel­lo del­la nos­tra asso­ci­azione va all’Ar­ma dei Cara­binieri e alla famiglia del mil­itare ucciso, alla quale ci stringiamo in questo momen­to di pro­fon­do dolore”.

Così, in una nota, il pres­i­dente nazionale del­l’as­so­ci­azione Asso­tutela, Michel Emi Maritato.