Marino, depuratore. Il Sindaco Colizza spiega la situazione

Marino, depuratore. Il Sindaco Colizza spiega la situazione

21/07/2019 0 Di Francesca Marrucci

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1481 volte!

Il Sindaco di Marino, Carlo Colizza, spiega la situazione del sequestro del depuratore, pur non essendo il Comune il destinatario del provvedimento.

di Francesca Mar­ruc­ci

La situ­azione del seque­stro del depu­ra­tore di Mari­no cen­tro, quel­lo sito a Cave di Peperi­no sta destando non poche pre­oc­cu­pazioni nel­la cit­tad­i­nan­za e nelle forze politiche mari­ne­si, alcune delle quali han­no anche chiesto for­mali spie­gazioni all’Am­min­is­trazione Comu­nale che, però, non è la diret­ta des­ti­nataria del provved­i­men­to. 

A questo propos­i­to abbi­amo comunque inter­pel­la­to diret­ta­mente il Sin­da­co di Mari­no, Car­lo Col­iz­za che così ci ha rias­sun­to la situ­azione:

Il depu­ra­tore è sta­to mes­so sot­to seque­stro pre­ven­ti­vo dal­l’au­torità giudiziaria. Le moti­vazioni del seque­stro non le conos­ci­amo, per­ché non siamo noi i des­ti­natari del provved­i­men­to. Acea ha atti­va­to un servizio di bili­ci per il ritiro del mate­ri­ale di risul­ta del depu­ra­tore, per­ché il seque­stro riguar­da lo scari­co del depu­ra­tore. I bili­ci che sono all’­opera sono cir­ca trenta al giorno per evitare che sal­ga il liv­el­lo delle acque. Acea ha in cor­so il rin­no­vo del­l’au­tor­iz­zazione al depu­ra­tore che con­sen­tirebbe di risol­vere la situ­azione in tem­pi abbas­tan­za bre­vi.”

Con­di­vi­di:
error0