Salviamo l’asino Pantesco: un’idea che può diventare realtà. Il Progetto EcoItaliaSolidale

Salviamo l’asino Pantesco: un’idea che può diventare realtà. Il Progetto EcoItaliaSolidale

29/06/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1011 volte!

Salviamo l’asino Pantesco: un’idea che può diventare realtà.

Il Progetto EcoItaliaSolidale per creare una ‘casa dell’asino pantesco’ e un percorso di onicoterapia

 Ecoital­ia­sol­i­dale, asso­ci­azione ecol­o­gista e sociale, di cui ne è pres­i­dente nazionale Pier­gior­gio Ben­venu­ti e  con respon­s­abile sul ter­ri­to­rio di Pnl, Michelan­gela Sil­via, si pro­pone di ren­dere conc­re­ta­mente ed effet­ti­va­mente pos­si­bile lo svilup­po sosteni­bile sul ter­ri­to­rio pan­tesco del­la raz­za asin­i­na di Pan­tel­le­ria, pre­sen­tan­do un prog­et­to sia al par­co nazionale di Pan­tel­le­ria e sia al Pres­i­dente del­la Regione Sicil­iana, Nel­lo Musume­ci.

La richi­es­ta dell’associazione nei con­fron­ti del Par­co nazionale di Pnl è di pot­er occu­pare una zona, ovvi­a­mente ritenu­ta idonea, per creare la ‘’casa dell’asino pan­tesco’’.

Alla base di tut­to :la neces­sità di riportare sull’isola alcu­ni esem­plari di Asi­no pan­tesco, ovvi­a­mente con­durli alla ripro­duzione, ma allo stes­so tem­po dar vita ad un  cen­tro di riabil­i­tazione per dis­abili, pro­po­nen­do l’onicoterapia, a molti sconosci­u­ta come ter­apia, ma per i bam­bi­ni dis­abili una nua­va realtà da pot­er sper­i­menta­re.

Inoltre, altro obi­et­ti­vo del prog­et­to, sarà quel­lo di pro­muo­vere il tur­is­mo, la riscop­er­ta del­la nat­u­rale sin­to­nia tra uomo e ani­male.

Trascor­ren­do del tem­po in grop­pa ad un asinel­lo si impara a ral­lentare i tem­pi, a rispet­tar­li, si può stac­care la “spina” e allon­tanare pen­sieri del­la vita fre­net­i­ca di ogni giorno e las­cia­r­si andare a nuove sen­sazioni goden­do di pae­sag­gi moz­zafi­a­to che l’isola di Pan­tel­le­ria può offrire ai tur­isti che inten­dono intrapren­dere ques­ta nuo­va espe­rien­za! Un approc­cio lento, del­i­ca­to e adat­to a gran­di e pic­ci­ni.

’a segui­to del­la fiera del mediter­ra­neo del cav­al­lo-affer­ma Michelan­gela Sil­via, ref­er­ente dell’associazione Ecoital­ia­sol­i­dale sul ter­ri­to­rio pan­tesco-abbi­amo val­u­ta­to la pos­si­bil­ità di riportare sull’isola il nos­tro Asi­no, sim­bo­lo di storic­ità  ma che risul­ta essere in via di esti­nazione. Abbi­amo pre­sen­ta­to un prog­et­to col­mo di obi­et­tivi, prin­ci­pal­mente il recu­pero del­la raz­za, spazian­do in ter­apie riv­olte ai dis­abili, arrivan­do poi all’interno delle  scuole attra­ver­so dei prog­et­ti, giun­gen­do anche al set­tore tur­is­ti­co, dan­do la pos­si­bil­ità di uti­liz­zare l’asino come mez­zo per per­cor­rere i sen­tieri dell’ iso­la.

Un duro lavoro, un prog­et­to com­ple­to che richiede amore per l’Isola e tan­ta pas­sione, che vuole riportare  a Pan­tel­le­ria  quei val­ori e quel­la storic­ità che i gio­vani d’oggi dovreb­bero apprez­zare’’

Con­di­vi­di:
error0