Pantelleria: i consigli per i bagnanti della Guardia Costiera

Pantelleria: i consigli per i bagnanti della Guardia Costiera

25/06/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 226 volte!

Allegato 2 — Ordinanza N.06/2019 di Sicurezza della Balneazione Isola di Pantelleria

VADEMECUM Norme di Sicurezza Balneare

Con­sigli per i bag­nan­ti:

1) — Non fare il bag­no, se non sei in per­fette con­dizioni psi­cofisiche;
2) — Anche se sei un buon nuo­ta­tore, non forzare il tuo fisi­co;
3) — Dopo una lun­ga espo­sizione al sole, entra in acqua grad­ual­mente;
4) — Las­cia trascor­rere almeno tre ore dall’ultimo pas­to, pri­ma di fare il bag­no;
5) — Non allon­ta­nar­ti oltre i 50 metri dal­la cos­ta, anche se usi mat­erassi­ni, ciambelle, gal­leg­gianti o pic­coli can­ot­ti gon­fi­a­bili;
6) — È peri­coloso tuf­far­si dagli scogli ed entrare nelle grotte dell’Isola, evi­ta sem­pre;
7) — Osser­va quan­to pre­vis­to nelle ordi­nanze per la dis­ci­plina delle attivi­tà bal­n­eari locali; 8) — Con­trol­la se lo spec­chio d’acqua in cui ti vuoi bagnare è “occu­pa­to” da meduse;
9) — Non immerg­er­ti in apnea, se non sei in per­fette con­dizioni psi­cofisiche e se non sono pas­sate almeno 4 ore dal pas­to o due da uno spunti­no;
10) — Immer­gi­ti sem­pre lega­to ad una cima fis­sa­ta al gal­leg­giante seg­na­sub (bandiera rossa con striscia diag­o­nale bian­ca vis­i­bile fino a 300 metri);
11) — Immer­gi­ti sem­pre con almeno un’altra per­sona, cos­ic­ché il sub in super­fi­cie pos­sa con­trol­lare a vista il com­pag­no in immer­sione.

Con­sigli per i diportisti e per i pro­fes­sion­isti del set­tore:

1) — Abbi sem­pre il mas­si­mo rispet­to delle norme che regolano la sicurez­za del­la nav­igazione;
2) — Assi­cu­rati di avere car­bu­rante a suf­fi­cien­za per l’intera usci­ta in mare;
3) — Ver­i­fi­ca sem­pre le con­dizioni meteo­ma­rine sul­la rot­ta da per­cor­rere nel­la gior­na­ta di usci­ta;

4) — Infor­mati sug­li even­tu­ali osta­coli alla nav­igazione che l’Isola pre­sen­ta, con par­ti­co­lare riguar­do alle sec­che e agli scogli semi-affio­ran­ti (con­sul­ta le carte nau­tiche);
5) — Infor­ma sem­pre famil­iari, ami­ci o conoscen­ti, in mer­i­to alla nav­igazione che effettuerai indi­can­do l’ora pre­vista per il rien­tro;

6) — Speg­ni il motore ed usa i remi quan­do vuoi entrare nei 50 metri dal­la cos­ta, così come pre­vis­to dall’ordinanza di sicurez­za bal­n­eare;
7) — Non trasportare mai un numero di per­sone supe­ri­ore a quel­lo per cui la bar­ca è abil­i­ta­ta e dis­tribuis­ci bene il cari­co a bor­do;

8) — Fai atten­zione ai gal­leg­gianti dei sub­ac­quei (bandiera rossa e striscia diag­o­nale bian­ca), moderan­do la veloci­tà e tran­si­tan­do a 100 mt di dis­tan­za;
9) — Se tran­si­ti nelle vic­i­nanze del­la fas­cia di mare ris­er­va­ta ai bag­nan­ti, riduci la veloci­tà moderan­dola ed evi­tan­do di creare moto ondoso che pos­sa creare situ­azioni di peri­co­lo;

10) — Pro­teg­gi l’ambiente e tieni sem­pre puli­to il mare.