CORTONA, RIVOLUZIONE ANIMALISTA: “MORTE CANE ABBANDONATO E’ ATTO OMICIDA”

CORTONA, RIVOLUZIONE ANIMALISTA: “MORTE CANE ABBANDONATO E’ ATTO OMICIDA

25/06/2019 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 702 volte!

Vogliamo stig­ma­tiz­zare con fer­mez­za quan­to accadu­to nelle scorse ore a Cor­tona, comune in provin­cia di Arez­zo, dove una cagnetta mala­ta è sta­ta vil­mente abban­do­na­ta e lega­ta al can­cel­lo del mat­ta­toio del paese: Stel­la, così l’hanno chia­ma­ta, con mol­ta prob­a­bil­ità è sta­ta costret­ta a stare per ore sot­to al sole, sen­za bere, né man­gia­re. Una vicen­da ter­ri­bile, trag­i­ca, che tes­ti­mo­nia dove può arrivare la mente dell’uomo e riac­cende l’attenzione medi­at­i­ca sul prob­le­ma dell’abbandono incon­trasta­to degli ani­mali. Non ci sono gius­ti­fi­cazioni per questo tipo di azioni: abban­donare un ani­male rap­p­re­sen­ta un atto sceller­a­to, vigli­ac­co, un gesto di inciviltà che, come accadu­to a Cor­tona, può sig­nifi­care la morte dei nos­tri ami­ci a quat­tro zampe. Serve, dunque, da parte di tut­ti una pre­sa di coscien­za, e un mag­gior sen­so di respon­s­abil­ità da parte di comu­nità e isti­tuzioni. Per quan­to riguar­da Stel­la, infine, invi­ti­amo le autorità com­pe­ten­ti ad inda­gare a 360 gra­di sul­la sua morte per con­seg­nare alla gius­tizia l’autore del vile gesto”.
Così, in una nota, il seg­re­tario nazionale del par­ti­to Riv­o­luzione Ani­mal­ista, Gabriel­la Cara­man­i­ca.