Emanuele Crestini, il Sindaco Eroe. L’Editoriale di Daniele Priori

Emanuele Crestini, il Sindaco Eroe. L’Editoriale di Daniele Priori

21/06/2019 0 Di Daniele Priori

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1708 volte!

L’Editoriale di Daniele Priori

Il sor­riso di un uomo sem­plice, felice, poche set­ti­mane pri­ma di morire da eroe che cer­to non vol­e­va morire ma nep­pure pote­va pen­sare di las­cia­re uno solo dei suoi cit­ta­di­ni, asses­sori, con­siglieri, dipen­den­ti comu­nali, den­tro quel­la bom­ba di gas che era divenu­to all’improvviso il munici­pio. 
Ecco, ogni vol­ta che, gen­er­al­iz­zan­do, sputi­amo sen­ten­ze con­tro la polit­i­ca devi­a­ta, i politi­ci tut­ti ladri, tut­ti sporchi, tut­ta gen­tac­cia da non fre­quentare, pen­si­amo a Emanuele Cres­ti­ni, mor­to con la fas­cia tri­col­ore attac­ca­ta all’anima, da sin­da­co del­la sua Roc­ca di Papa, fino all’ultimo respiro. Con il cor­ag­gio, lo sprez­zo del peri­co­lo, il sac­ri­fi­cio che è pro­prio solo dei giusti e dei puri di cuore. 
Che il tragi­co e vivi­do esem­pio del sin­da­co di #Roc­cadi­Pa­pa ren­da di nuo­vo i #Castel­liRo­mani e ognuno di noi che li popo­liamo, più sol­i­dali, più umani, più disponi­bili a dare e un po’ meno a pen­sar male, giu­di­can­do chi­unque, il più delle volte sen­za conoscere real­mente fat­ti e per­sone. 
In memo­ria di Emanuele Cres­ti­ni, mar­tire civile, aut­en­ti­co pri­mo cit­tadi­no, uomo vero. Che dal cielo con­tinui a veg­liare sul­la sua Roc­ca di Papa.

Con­di­vi­di:
error0