Rocca di Papa: peggiorano le condizioni del Sindaco

15/06/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1306 volte!

PEGGIORANO LE CONDIZIONI DEL SINDACO E DEL DELEGATO DI ROCCA DI PAPA

Nel­la ser­a­ta di ieri si sono aggra­vate le con­dizioni del sin­da­co e del del­e­ga­to di Roc­ca di Papa”. A comu­ni­car­lo è in un bol­let­ti­no la Asl Roma 2 in mer­i­to alle con­dizioni delle per­sone, rimaste ferite nel­l’e­s­plo­sione di lunedì scor­so di una palazz­i­na a Roc­ca di Papa. “La per­ma­nen­za pro­l­un­ga­ta a con­tat­to con i gas tossi­ci del fumo e le par­ti­celle solide del­l’in­cen­dio han­no deter­mi­na­to un dan­no alle vie res­pi­ra­to­rie. Si ricor­da che i due pazi­en­ti si sono trat­tenu­ti nel Comune fino alla com­ple­ta evac­uazione di tutte le per­sone pre­sen­ti”.

ROCCA DI PAPA. SOPRALLUOGHI IN CORSO DELLA COSTITUENTE. NON PERSISTE ALCUN PERICOLO

In questi giorni, a segui­to di alcune seg­nalazioni di cit­ta­di­ni che ave­vano avver­ti­to odore di gas, sono sta­ti svolti tre sopral­lu­oghi dei Vig­ili del Fuo­co pres­so Cor­so del­la Cos­tituente, affi­an­cati dai Cara­binieri, dai tec­ni­ci del­l’I­tal­gas e dall’Amministrazione Comu­nale. Gli addet­ti han­no con­trol­la­to tut­ti gli ambi­en­ti, tra cui la cav­ità sot­ter­ranea, in cer­ca di pos­si­bili perdite. Tut­ti i ril­e­va­men­ti han­no dato esi­to neg­a­ti­vo, non cap­tan­do alcu­na pre­sen­za di gas. Le anal­isi sul pos­to sono state effet­tuate dai Vig­ili del Fuo­co, con stru­men­ti in gra­do di ril­e­vare anche bassis­sime per­centu­ali di par­ti­celle di gas nel­l’aria e han­no dimostra­to un val­ore pari a “zero” di par­ti per un mil­ione.

L’in­co­lu­mità delle per­sone viene al pri­mo pos­to ­– dichiara la Vicesin­da­co, Veron­i­ca Cimi­no – ed è per questo che non sti­amo sot­to­va­l­u­tan­do alcun pos­si­bile peri­co­lo, anche se remo­to. I sopral­lu­oghi dei Vig­ili del Fuo­co sono però molto chiari: non c’è alcu­na perdi­ta, né tan­tomeno vi sono sac­che di gas sot­to il Cor­so. I Vig­ili del Fuo­co con­fer­mano che non sus­siste alcu­na minac­cia per la sicurez­za del­la cit­tad­i­nan­za.”

Ovvi­a­mente, com­pren­do la pre­oc­cu­pazione delle per­sone. Dopo quel­lo che è suc­ces­so è umana­mente con­di­vis­i­bile. Per noi le seg­nalazioni dei cit­ta­di­ni rap­p­re­sen­tano un con­cre­to gesto di col­lab­o­razione, ma i Vig­ili del Fuo­co ci han­no rifer­i­to che l’odore di gas che a volte capi­ta anco­ra di sen­tire, è da ricon­durre alla sostan­za “odor­iz­zante” che viene aggiun­ta al gas (nat­u­ral­mente inodore) per ren­der­lo per­cepi­bile con l’ol­fat­to, per motivi di sicurez­za. Sono le pareti del­la grot­ta in tufo ad essere intrise di odore anche in assen­za di gas e, come rifer­i­to dai tec­ni­ci, non rap­p­re­sen­tano alcun peri­co­lo. Il trat­to è anco­ra iso­la­to e le tuba­ture sono prive di gas, tant’è che i cit­ta­di­ni res­i­den­ti sul Cor­so non usufruis­cono anco­ra del­la for­ni­tu­ra, che sarà riat­ti­va­ta da Ital­gas il pri­ma pos­si­bile, come richiesto in fase di approvazione del prog­et­to del­la stes­sa Ital­gas.”

Invi­to dunque tut­ti a rien­trare nelle pro­prie case e nei pro­pri negozi – con­tin­ua Cimi­no – È impor­tante tornare alla nor­mal­ità, anche se grad­ual­mente e tra molte dif­fi­coltà. Siamo a lavoro inces­san­te­mente anche noi, Ammin­is­trazione e uffi­ci comu­nali, per ripristinare le nos­tre attiv­ità, per dare nuo­va­mente ai cit­ta­di­ni tut­ti i servizi nec­es­sari. Prob­a­bil­mente, già dal­la prossi­ma set­ti­mana, gran parte degli uffi­ci sarà pien­amente oper­a­ti­va.”

Ringrazio per­sonal­mente, e a nome di tut­ta la col­let­tiv­ità di Roc­ca di Papa, i tito­lari del bar del Cor­so, che han­no per­me­s­so di super­are lo sta­to di crit­ic­ità gra­zie al loro forte sen­so di col­lab­o­razione. Infat­ti, han­no con­sen­ti­to di bonifi­care la cav­ità sot­ter­ranea dal gas attra­ver­so il loro locale. Ciò ha reca­to dan­ni al loro bar, ma si è riv­e­la­to fon­da­men­tale per la rap­i­da ges­tione dell’emergenza e per il ripristi­no del­la sicurez­za su Cor­so del­la Cos­tituente. È impor­tante – con­clude la Vicesin­da­co – che sap­pi­ano che l’Amministrazione Comu­nale è e sarà accan­to a loro e a tut­ti i com­mer­cianti per ripar­tire, più for­ti e tut­ti insieme.”

IL COMUNE DI ROCCA DI PAPA APRE ALLE DONAZIONI

Si rende noto che il Comune di Roc­ca di Papa ha aper­to in queste ore un con­to cor­rente ded­i­ca­to per rice­vere tutte le don­azioni di isti­tuzioni, asso­ci­azioni e sem­pli­ci cit­ta­di­ni che vor­ran­no con­tribuire alle spese legate all’emergenza in cor­so.

L’Amministrazione Comu­nale ringrazia sin da ora tut­ti col­oro che aderi­ran­no a tale inizia­ti­va, con spir­i­to di col­lab­o­razione e sen­si­bil­ità ver­so un dram­ma che ha scos­so tut­to il paese e che richiede impeg­no da parte di tut­ti per essere affronta­to e super­a­to.

È pos­si­bile effet­tuare un ver­sa­men­to, tramite bonifi­co ban­car­io, al seguente con­to cor­rente:

COMUNE DI ROCCA DI PAPAAIUTIAMO ROCCA DI PAPA” — IBAN IT17 B089 5139 3700 0000 0359 152 ‑Ban­ca di Cred­i­to Coop­er­a­ti­vo dei Col­li Albani.

Con­di­vi­di:
error0