Pantelleria per Touring Club e Legambiente tra i luoghi più belli d’Italia

12/06/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 744 volte!

Pantelleria tra le località più belle d’Italia per Legambiente e Touring Club Italiano, inserita nella nuova guida ‘Il Mare più Bello 2019′  presentata oggi a Roma

Il Vice Sindaco Maurizio Caldo ha ritirato il riconoscimento stamattina a Roma.

La soddisfazione del Sindaco Vincenzo Campo

Anco­ra un riconosci­men­to ai mas­si­mi liv­el­li per l’Isola di Pan­tel­le­ria che nel­la gui­da edi­ta da Legam­bi­ente e Tour­ing Club ital­iano, ‘Il Mare più Bel­lo 2019′ pre­sen­ta­ta sta­mat­ti­na a Roma, appare in ben due cat­e­gorie, con­qui­s­tan­do lo scettro come local­ità più bel­la e come ambi­ente plas­tic free. A rice­vere il Pre­mio per il Comune di Pan­tel­le­ria, il Vice Sin­da­co, Mau­r­izio Cal­do.

 

Un riconosci­men­to a liv­el­lo nazionale ed inter­nazionale impor­tan­tis­si­mo per la Per­la Nera, che pas­sa dal 17° al 10° pos­to nel­la clas­si­fi­ca,  che non pre­mia solo il pae­sag­gio nat­u­rale uni­co di Pan­tel­le­ria, ma anche una pro­gram­mazione di tutela ambi­en­tale che ormai è diven­ta­ta anch’essa un brand di riconosci­men­to dell’isola.

La gui­da asseg­na 5 Vele a Pan­tel­le­ria, come local­ità più bel­la, insieme ad altre local­ità di pres­ti­gio come il Cilen­to Anti­co guida­to da Pol­li­ca (Sa), Cas­tiglione del­la Pesca­ia (Gr), la Baro­nia di Posa­da (Nu), per citarne solo alcune.

Sono in tut­to 97 i com­pren­sori tur­is­ti­ci indi­vid­uati sul­la base dei dati rac­colti da Legam­bi­ente sulle carat­ter­is­tiche ambi­en­tali e sul­la qual­ità dell’ospitalità. I dati sono sta­ti inte­grati dalle val­u­tazioni espresse dai Cir­coli locali e dall’equipaggio del­la Golet­ta Verde.

Il giudizio attribuito a cias­cun com­pren­so­rio, dalle 5 vele asseg­nate ai migliori fino a 1 vela, è frut­to di val­u­tazioni appro­fon­dite. I para­metri sono divisi in due prin­ci­pali cat­e­gorie: qual­ità ambi­en­tale e qual­ità dei servizi ricettivi. Così, vi sono zone nat­u­ral­is­ti­ca­mente più sig­ni­fica­tive dei pre­miati con le 5 vele, ma con servizi tur­is­ti­ci non eccel­len­ti. Altri com­pren­sori pos­sono con­tare su local­ità con strut­ture ricettive impec­ca­bili in aree dove però mare e coste sono state più com­pro­messe.

La Sicil­ia si è aggiu­di­ca­ta ben tre com­pren­sori da 5 Vele, il Litorale Nord di Tra­pani, le coste dell’isola di Pan­tel­le­ria e quelle dell’isola di Usti­ca, in provin­cia di Paler­mo.

Quest’anno entra nel­la gui­da un nuo­vo sim­bo­lo: è quel­lo dei comu­ni “plas­tic free”, cioè che han­no adot­ta­to mis­ure per ridurre la plas­ti­ca monouso sul pro­prio ter­ri­to­rio. Sono 32 quel­li pre­sen­ti nel­la gui­da Il mare più bel­lo 2019 e tra questi ecco anco­ra Pan­tel­le­ria. “Queste realtà all’avanguardia nel­la lot­ta alla plas­ti­ca dimostra­no come sia tan­to urgente quan­to pos­si­bile vietare l’uso delle stoviglie di plas­ti­ca, sti­molan­do all’utilizzo del riu­ti­liz­z­abile sui pro­pri ter­ri­tori e antic­i­pan­do e antic­i­pan­do i tem­pi pre­vista dal­la diret­ti­va euro­pea sul monouso approva­ta a fine mar­zo.”

Il Sin­da­co di Pan­tel­le­ria, Vin­cen­zo Cam­po, ha subito espres­so sod­dis­fazione per il riconosci­men­to. “Le 5 Vele sono un impor­tante con­fer­ma per noi, per­ché appe­na inse­diati, lo scor­so anno ci furono attribuite per la pri­ma vol­ta e già allo­ra pre­si l’impegno per­sonal­mente, sull’esempio delle Trem­i­ti, di avviare il per­cor­so plas­tic free. A luglio, durante la con­seg­na uffi­ciale al Castel­lo da parte di Legam­bi­ente del riconosci­men­to, ho man­tenu­to l’impegno fir­man­do l’ordinanza ed è per noi sti­mo­lo e moti­vo di sod­dis­fazione questo doppio riconosci­men­to su un impeg­no che vede pro­tag­o­nista l’isola, ma anche gli isolani.

 Nelle moti­vazioni per l’attribuzione a Pan­tel­le­ria delle 5 Vele si legge: È una delle più gran­di, nonché tra le più sug­ges­tive isole minori ital­iane. Dopo il vio­len­to incen­dio del 2016 che ha dis­trut­to centi­na­ia di ettari di bosco, l’isola ha saputo risoll­e­var­si gra­zie anche alla spin­ta deci­si­va impres­sa dal Par­co nazionale di recente isti­tuzione e com­ple­ta­to con la nom­i­na del Pres­i­dente e del Con­siglio diret­ti­vo. Da qui l’avvio di una nuo­va sta­gione fat­ta di inizia­tive di pro­mozione e tutela di uno dei pae­sag­gi agrari fra i meglio con­ser­vati del nos­tro Paese. Famosa per ospitare sul pro­prio ter­ri­to­rio ben due beni tute­lati dall’UNESCO (i vit­ig­ni ad alberel­lo e i muret­ti a sec­co che delim­i­tano gli antichi ter­raz­za­men­ti a pic­co sul mare), Pan­tel­le­ria può vantare un pae­sag­gio par­ti­co­lar­mente pit­toresco e una comu­nità che ha saputo cus­todire un ter­ri­to­rio anco­ra inte­gro con eccezion­ali emer­gen­ze nat­u­ral­is­tiche e geo­logiche.

 
Con­di­vi­di:
error0