Rocca di Papa il giorno dopo. L’Amministrazione incontra i cittadini per ripartire

Rocca di Papa il giorno dopo. L’Amministrazione incontra i cittadini per ripartire

11/06/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 356 volte!

ROCCA DI PAPA: COMUNICAZIONI UFFICIALI DELLAMMINISTRAZIONE COMUNALE

Aggiornamento sullo stato di emergenza (10/6/2019 – ore 11,20)

Riguar­do l’emergenza in cor­so, l’Amministrazione Comu­nale innanz­i­tut­to ringrazia la Prefet­tura, le Forze dell’Ordine e i soc­cor­si che sin dall’immediato si sono mobil­i­tati tem­pes­ti­va­mente, met­ten­dosi a dis­po­sizione del­la Cit­tà di Roc­ca di Papa.

In par­ti­co­lare, non elen­cati per impor­tan­za: la Polizia Locale, la Polizia di Sta­to, i Cara­binieri, i Vig­ili del Fuo­co, la Pro­tezione Civile Regionale, la Pro­tezione Civile Comu­nale, la Pro­tezione Civile A.S.A. e il Par­co Regionale dei Castel­li Romani.

Un sen­ti­to ringrazi­a­men­to va espres­so anche ai Sin­daci dei Comu­ni lim­itrofi, alla Sin­da­ca del­la Cit­tà Met­ro­pol­i­tana di Roma, Vir­ginia Rag­gi, e al Pres­i­dente del­la Regione Lazio, Nico­la Zin­garet­ti. Ringrazi­amo altresì tut­ti i roc­cheg­giani che han­no col­lab­o­ra­to al supera­men­to del pic­co emer­gen­ziale, nei dram­mati­ci momen­ti suc­ces­sivi alla defla­grazione.

Gra­zie a tut­ti i sogget­ti inter­es­sati, si è atti­va­ta imme­di­ata­mente una effi­cace rete di ges­tione e coor­di­na­men­to dell’emergenza, che ha con­sen­ti­to di evitare il peg­gio e ha offer­to sosteg­no con­cre­to alle famiglie sfol­late, met­ten­do a dis­po­sizione allog­gi, vit­to, med­i­c­i­nali e tut­ti i beni di pri­ma neces­sità, sen­za dimen­ti­care la vic­i­nan­za umana dimostra­ta da tut­ti i soc­cor­ri­tori e il per­son­ale pre­pos­to.

Uno dei pri­mi obi­et­tivi dell’Amministrazione Comu­nale è far rien­trare queste famiglie nelle pro­prie case, nel­la sicurez­za più totale. Pro­prio per questo, sin dalle ore not­turne di ieri, i Vig­ili del Fuo­co stan­no svol­gen­do le indagi­ni sta­tiche, per con­statare l’agibilità degli edi­fi­ci, attiv­ità che pros­eguirà anche nel­la gior­na­ta odier­na e in quelle suc­ces­sive.

Ringrazi­amo di cuore tut­ti i dipen­den­ti comu­nali che, nonos­tante la dram­mat­i­ca espe­rien­za vis­su­ta sul­la pro­pria pelle, sono già a lavoro per garan­tire lo svol­gi­men­to del servizio ordi­nario degli uffi­ci, la cui sede è sta­ta momen­tanea­mente sposta­ta pres­so la Scuo­la Ele­mentare dei Campi d’Annibale. L’Ufficio Servizi Sociali è sta­to invece pre­dis­pos­to nel­la Bib­liote­ca Comu­nale di via Enri­co Fer­ri. Per quan­to riguar­da invece i servizi ana­grafi­ci, sus­sistono delle dif­fi­coltà tec­niche e infor­matiche, su cui si sta inter­ve­nen­do in queste ore. Nel­la gior­na­ta di domani ver­ran­no for­nite infor­mazioni più pre­cise iner­en­ti tale servizio.

Un pen­siero cari­co di affet­to e un augu­rio di pronta gua­ri­gione va a tut­ti col­oro che han­no ripor­ta­to ferite durante l’esplosione, tra cui i bam­bi­ni, il Sin­da­co Emanuele Cres­ti­ni, il del­e­ga­to Vin­cen­zo Eleu­teri, il capo del­la Polizia Locale Fab­rizio Gat­ta e tut­ti gli altri, che per ris­er­vatez­za non citi­amo in questo comu­ni­ca­to stam­pa. Un abbrac­cio caloroso va alle loro famiglie, rin­no­van­do la nos­tra totale disponi­bil­ità per qual­si­asi neces­sità.

L’intero paese ha sub­ì­to una pro­fon­da feri­ta.

Tut­ta Roc­ca di Papa è coin­vol­ta in questo tragi­co even­to. Il Munici­pio non è un edi­fi­cio qual­si­asi, ben­sì rap­p­re­sen­ta il sim­bo­lo di tut­ta la cit­tad­i­nan­za. È sta­to col­pi­to il cuore del paese. È sta­to com­movente con­statare la volon­tà e capac­ità di tut­ta la comu­nità, che nel momen­to del bisog­no ha saputo inter­venire a sosteg­no dei pro­pri concit­ta­di­ni. In questo momen­to occorre man­tenere vivo questo sen­ti­men­to di coe­sione e sol­i­da­ri­età.

Per questo oggi, alle ore 16, pres­so il Cen­tro Anziani (via Campi d’Annibale 1) l’Amministrazione Comu­nale incon­tr­erà tut­ti i cit­ta­di­ni che vor­ran­no con­frontar­si sull’accaduto e sulle mis­ure adot­tate sia in mate­ria di sicurez­za sia per l’immediato futuro.

Gli inquiren­ti stan­no svol­gen­do le indagi­ni nec­es­sarie per indi­vid­uare i respon­s­abili di quan­to accadu­to ieri. Con­fidi­amo nel loro oper­a­to così come riponi­amo fidu­cia nel­la Gius­tizia, affinché col­oro che han­no causato questo dram­mati­co even­to ne rispon­dano davan­ti alla Legge.

 

L’Amministrazione Comu­nale di Roc­ca di Papa

Con­di­vi­di:
error0