Ultim’ora: Rocca di Papa, esplosione al Comune. Ferito anche il Sindaco

Ultim’ora: Rocca di Papa, esplosione al Comune. Ferito anche il Sindaco

10/06/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 548 volte!

Aggior­na­men­to delle 19.50: Sol­i­da­ri­età dell’Associazione Cit­tà per la fra­ter­nità alla cit­tà di Roc­ca di Papa

Siamo pro­fon­da­mente affran­ti dal­la notizia di un’esplosione che alle ore 11 di ques­ta mat­ti­na ha inter­es­sato la cit­tà castel­lana investen­do la fac­cia­ta del­la sede Comu­nale e il vici­no asi­lo comu­nale. L’Associazione, che annovera Roc­ca di Papa tra i Comu­ni fonda­tori e pro­prio in questi luoghi ha mosso i pri­mi pas­si, esprime la mas­si­ma sol­i­da­ri­età al Sin­da­co Emanuele Cres­ti­ni, rimas­to grave­mente fer­i­to nell’esplosione, ai bam­bi­ni e ai fer­i­ti tut­ti, restando vic­i­na all’intera popo­lazione. “Ques­ta bel­la cit­tà, tes­ti­mone di momen­ti frater­ni sig­ni­fica­tivi del­la nos­tra cresci­ta asso­cia­ti­va, la por­ti­amo nel cuore, è doloroso vedere le immag­i­ni di una cit­tà feri­ta, sen­ti­amo che le sue ferite sono anche nos­tre, ci apparten­gono. Il legame intes­su­to in questi anni ci dan­no certez­za e fidu­cia che Roc­ca di Papa e la sua comu­nità, capaci elargire affet­to frater­no, sapran­no ripren­der­si”, queste le parole del pres­i­dente Ste­fano Car­di­nali. Vic­i­nan­za anche dal fonda­tore dell’Associazione, Pasquale Boc­cia, cit­tadi­no roc­chi­giano, al Sin­da­co e ai suoi concit­ta­di­ni. Numerose le man­i­fes­tazioni di sol­i­da­ri­età e preghiera giunte dai Comu­ni asso­ciati.

Aggior­na­men­to delle 19.00: “Quel­lo che è accadu­to a Roc­ca di Papa è davvero tremen­do. Sapere che i fer­i­ti non sono in peri­co­lo di vita ci con­for­ta, ma rima­ni­amo comunque in appren­sione per loro, per i bam­bi­ni coin­volti e le loro famiglie, cui esprim­i­amo tut­ta la nos­tra vic­i­nan­za e sol­i­da­ri­età”. Così, in una nota, Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio.

Esprim­i­amo la mas­si­ma sol­i­da­ri­età a tutte le per­sone rimaste coin­volte nell’esplosione di oggi a Roc­ca di Papa. Siamo angos­ciati per l’incidente che vede coin­volti anche dei minori. In atte­sa di conoscere le cause, non pos­si­amo che augu­rare una pronta gua­ri­gione a tut­ti i fer­i­ti e ringraziare il per­son­ale medico e le forze dell’ordine che sono inter­venu­ti nelle oper­azioni di soc­cor­so”. Così in una nota i par­la­men­tari romani del MoVi­men­to 5 Stelle.

Aggior­na­men­to delle 18.45: Roc­ca Pri­o­ra, rimanda­to in seg­no di sol­i­da­ri­età a Roc­ca di Papa il Con­siglio Comu­nale d’insediamento. La nuo­va sedu­ta ver­rà con­vo­ca­ta la prossi­ma set­ti­mana Con voto unanime dei con­siglieri di mag­gio­ran­za e mino­ran­za, è sta­to rimanda­to alla prossi­ma set­ti­mana il con­siglio comu­nale di Roc­ca Pri­o­ra pre­vis­to per oggi alle 16.30 e durante il quale si è pro­ce­du­to solo alla con­va­l­i­da degli elet­ti alla car­i­ca di Sin­da­co e di Con­sigliere Comu­nale, all’elezione del Pres­i­dente del Con­siglio Comu­nale e del giu­ra­men­to del Sin­da­co. Vic­i­nan­za al Sin­da­co Emanuele Cres­ti­ni, al coman­dante del­la Polizia Locale Fab­rizio Gat­ta, ai bam­bi­ni rimasti fer­i­ti nell’esplosione e ai cit­ta­di­ni evac­uati dal­la zona rossa del cen­tro stori­co del comune di Roc­ca di Papa è sta­ta espres­sa ad aper­tu­ra del­la sedu­ta da Dami­ano Puc­ci, neo Pres­i­dente del Con­siglio comu­nale e dal sin­da­co Anna Gen­tili. La deci­sione di sospendere il Con­siglio Comu­nale è sta­ta pro­pos­ta dopo una riu­nione dell’amministrazione comu­nale con i con­siglieri Mario Vin­ci e Andrea Pen­za ed accol­ta dal neo pres­i­dente del Con­siglio Comu­nale Dami­ano Puc­ci e vota­ta all’unanimità dai con­siglieri e dal­la giun­ta. La prossi­ma set­ti­mana ripren­der­an­no i lavori del Con­siglio Comu­nale durante il quale si dis­cuter­an­no i seguen­ti pun­ti all’ordine del giorno: — Comu­ni­cazioni al Con­siglio, da parte del Sin­da­co, del­la com­po­sizione del­la Giun­ta e del Vice Sin­da­co — Cos­ti­tuzione dei grup­pi con­sil­iari — Elezione del­la Com­mis­sione Elet­torale Comu­nale — Elezione del­la Com­mis­sione Giu­di­ci Popo­lari

Aggior­na­men­to delle 18.00: “Sono coster­na­to per quan­to suc­ces­so ques­ta mat­ti­na nel Comune di Roc­ca di Papa. Fras­cati tut­ta è vic­i­na al Sin­da­co Emanuele Cres­ti­ni, a quan­ti sono sta­ti coin­volti nell’esplosione e all’intera comu­nità. Mi auguro di cuore di non appren­dere notizie anco­ra più dram­matiche su quan­to accadu­to, ma piut­tosto che ci siano aggior­na­men­ti pos­i­tivi rel­a­tivi alle per­sone coin­volte”. Questo è il com­men­to del Sin­da­co di Fras­cati Rober­to Mas­trosan­ti su quan­to avvenu­to ques­ta mat­ti­na intorno alle 11,15 all’interno del Palaz­zo comu­nale di Roc­ca di Papa.

Aggior­na­men­to delle 17.30: Il sin­da­co, Luciano Andreot­ti di Grotta­fer­ra­ta a nome dell’Amministrazione comu­nale e dell’intera cit­tà di Grotta­fer­ra­ta esprime mas­si­ma vic­i­nan­za e grande affet­to alla con­fi­nante comu­nità di Roc­ca di Papa così dura­mente col­pi­ta nel cuore del cen­tro stori­co dall’esplosione avvenu­ta in mat­ti­na­ta sot­to la sede del palaz­zo comu­nale.

Andreot­ti, imme­di­ata­mente dopo aver appre­so la notizia, a poche decine di minu­ti dall’accaduto, ha subito dato la disponi­bil­ità di uomi­ni e mezzi del­la Pro­tezione civile grotta­fer­ratese, qualo­ra se ne fos­se man­i­fes­ta­to il bisog­no.

Il rin­cor­rersi delle notizie ha dato la certez­za che tra i fer­i­ti gravi com­par­i­va il sin­da­co di Roc­ca di Papa, Emanuele Cres­ti­ni al quale il pri­mo cit­tadi­no grotta­fer­ratese ha volu­to inviare gli auguri di una pronta gua­ri­gione.

Al col­le­ga pri­mo cit­tadi­no Cres­ti­ni, al coman­dante del­la Polizia Locale, ai bam­bi­ni delle vicine scuole rimasti fer­i­ti insieme a pas­san­ti, operai e dipen­den­ti comu­nali al lavoro, così come a tut­ti i res­i­den­ti evac­uati in segui­to al boa­to va la mas­si­ma sol­i­da­ri­età mia, dell’Amministrazione e dell’intera cit­tad­i­nan­za di Grotta­fer­ra­ta vic­i­na non solo geografi­ca­mente alle sor­ti di Roc­ca di Papa”.

Il fat­to che, stan­do alle note di Ital­gas e sigle sin­da­cali, pare pro­prio si sia trat­ta­to di un tragi­co inci­dente sul lavoro – con­clude il sin­da­co – ripro­pone il tema mai trop­po sot­to­lin­eato del­la sicurez­za in ambito lavo­ra­ti­vo che, come si vede da ques­ta trag­i­ca fat­tispecie, riguar­da tan­to le per­sone all’opera quan­to gli ambi­en­ti e le per­sone cir­costan­ti. Com­pi­to delle isti­tuzioni, come sta­va facen­do il caro Emanuele nel momen­to dell’esplosione, è quel­lo di vig­i­lare sem­pre, il più pos­si­bile da vici­no e pre­ven­ti­va­mente sul mas­si­mo rispet­to di tutte le norme che, in molti casi può sig­nifi­care la sal­va­guardia di vite umane”.

Il Comune di Grotta­fer­ra­ta si unisce a tut­ti gli enti locali inter­venu­ti nel man­i­festare sol­i­da­ri­età – con­clude la nota —  rin­no­van­do la mas­si­ma disponi­bil­ità a fornire ogni aiu­to che anco­ra dovesse ren­der­si nec­es­sario”.

Aggior­na­men­to delle 17.00: (DIRE) “Alle ore 15.30 il bilan­cio com­p­lessi­vo dei fer­i­ti nell’esplosione che ques­ta mat­ti­na ha investi­to il Munici­pio di Roc­ca di Papa per una fuga di gas e’ di 16 fer­i­ti totali e di questi 6 sono sta­ti trat­tati sul pos­to dal per­son­ale dell’Ares 118 e non han­no avu­to bisog­no di trasporto in ospedale. I restanti 10 fer­i­ti sono sta­ti trasportati o sono giun­ti con mezzi pri­vati pres­so gli ospedali di Fras­cati, il Poli­clin­i­co Tor Ver­ga­ta e il Bam­bi­no Gesù. Sono in totale 3, e tra loro il sin­da­co di Roc­ca di Papa, i fer­i­ti che suc­ces­si­va­mente sono sta­ti trasportati al Cen­tro Gran­di Ustioni del Sant’Eugenio dove mi sto recan­do per­sonal­mente in visi­ta per pren­dere visione diret­ta­mente del­la situ­azione clin­i­ca”. Così in un comu­ni­ca­to l’Assessore alla San­ità e l’Integrazione Sociosan­i­taria del­la Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Aggior­na­men­to delle 16.50: (AGI) C’è anche l’errore umano tra le ipote­si al vaglio dei cara­binieri che indagano sull’esplosione che ha investi­to la fac­cia­ta del Comune di Roc­ca di Papa e di due edi­fi­ci accan­to. Potreb­bero essere sta­ti gli operai — sec­on­do quan­to si apprende — durante i lavori stradali a rompere la con­dut­tura del gas da cui poi si è innesca­ta l’esplosione. Intan­to i mil­i­tari han­no acquisi­to le immag­i­ni delle tele­camere di zona e nelle prossime ore ascolter­an­no gli operai. Sul pos­to, oltre ai vig­ili del fuo­co e alle forze dell’ordine, anche il prefet­to di Roma, Ger­ar­da Pan­talone e il coman­dante Provin­ciale dei cara­binieri di Roma, Francesco Gar­garo

Aggior­na­men­to delle 16.00: “Voglio riv­ol­gere tut­ta la mia sol­i­da­ri­età e la mia vic­i­nan­za alla comu­nità di Roc­ca di Papa e al pri­mo cit­tadi­no Emanuele Cres­ti­ni, per l’esplosione di quest’oggi al palaz­zo comu­nale. In questi frangen­ti dif­fi­cili e dram­mati­ci, il mio pen­siero va alle per­sone ferite e alle loro famiglie”. Così, in una nota, il con­sigliere regionale del Lazio, Adri­ano Palozzi.

Aggior­na­men­to delle 15.50: “In questi dram­mati­ci momen­ti, il pen­siero va subito alle per­sone ferite, tra cui anche dei bam­bi­ni. A loro, alle loro famiglie, al sin­da­co Emanuele Cres­ti­ni rimas­to anche lui coin­volto nell’esplosione, tut­ta la vic­i­nan­za del Con­siglio regionale del Lazio”, scrive in una nota il pres­i­dente del Con­siglio regionale del Lazio, Mau­ro Bus­chi­ni.

Aggior­na­men­to delle 15.40: La neo-elet­ta sin­da­ca di Ciampino, Daniela Bal­li­co ha espres­so vic­i­nan­za per la comu­nità roc­chi­giana: “Esp­ri­mo tut­ta la mia sol­i­da­ri­età a Sin­da­co e alla comu­nità di Roc­ca di Papa per ques­ta trage­dia che ha dell’incredibile e che vede coin­volti anche dei bam­bi­ni. I nos­tri Vig­ili sono già sul pos­to da sta­mat­ti­na e anche noi siamo a com­ple­ta dis­po­sizione e vedremo nei prossi­mi giorni, dopo l’insediamento, come pos­si­amo ren­der­ci utili. I Castel­li romani sono una grande comu­nità dif­fusa, si vive, lavo­ra e fre­quen­tano i Comu­ni vici­ni nor­mal­mente, quin­di un even­to così tragi­co ci colpisce tut­ti.”

Aggior­na­men­to delle 15.30:Esp­ri­mo tut­ta la mia sol­i­da­ri­età ai cit­ta­di­ni del Comune di Roc­ca di Papa e al Sin­da­co Emanuele Cres­ti­ni, per quan­to avvenu­to ques­ta mat­ti­na nei pres­si del palaz­zo Comu­nale. Siamo in stret­to con­tat­to con le autorità com­pe­ten­ti e abbi­amo mes­so a dis­po­sizione la nos­tra Pro­tezione civile per dare sup­por­to alle oper­azioni nec­es­sarie”. Sono le parole di Lui­gi Galieti, sin­da­co del Comune di Lanu­vio.

Aggior­na­men­to delle 15.00: Tere­sa Maria Zot­ta, Vice Sin­da­co del­la Cit­tà Met­ro­pol­i­tana ha dichiara­to: “Ho appe­na appre­so dagli organi di stam­pa dell’esplosione, provo­ca­ta da una fuga di gas, nel Comune di Roc­ca di Papa, dove sono rimasti fer­i­ti il Sin­da­co Emanuele Cres­ti­ni, tre bam­bi­ni e un’altra per­sona. Mi sono mes­sa subito in con­tat­to con per­sone vicine al pri­mo cit­tadi­no che in questo momen­to si tro­va al Pron­to Soc­cor­so. Esp­ri­mo a nome mio e del­la Sin­da­ca Rag­gi la mas­si­ma vic­i­nan­za e la sol­i­da­ri­età alla comu­nità di Roc­ca di Papa che sta viven­do un momen­to dif­fi­cile. Ho mes­so a dis­po­sizione i nos­tri uffi­ci per ogni even­tuale sup­por­to”.

Aggior­na­men­to delle 14.50: Daniele Leodori e Nico­la Zin­garet­ti si stan­no recan­do a Roc­ca di Papa. Nico­la Mari­ni, Sin­da­co di Albano laziale e Pres­i­dente dell’ANCI Lazio ha espres­so la sua sol­i­da­ri­età alla cit­tà: “App­rese le notizie in arri­vo dal Comune di Roc­ca di Papa, in cui un’esplosione ha dev­as­ta­to la sede comu­nale e dove ci sareb­bero anche diver­si fer­i­ti, tra cui anche alcu­ni bam­bi­ni e lo stes­so Sin­da­co, ANCI Lazio, nel­la per­sona del Pres­i­dente, Nico­la Mari­ni, esprime tut­ta la sua più pro­fon­da vic­i­nan­za per quan­to accadu­to. In atte­sa di ulte­ri­ori notizie spe­ri­amo che questo tremen­do accadu­to non resti­tu­is­ca nes­suna vit­ti­ma.”

Aggior­na­men­to delle 14.45: (Ital­gas) “Con rifer­i­men­to a quan­to accadu­to a Roc­ca di Papa, un por­tav­oce di Ital­gas infor­ma che dai pri­mi ril­e­va­men­ti è sta­to pos­si­bile accertare che la dis­per­sione di gas, da cui ha avu­to orig­ine l’esplosione, è sta­ta provo­ca­ta dal dan­neg­gia­men­to di una tubazione da parte di un’azienda terza, estranea a Ital­gas, che sta­va effet­tuan­do ril­e­vazioni sul sot­to­suo­lo davan­ti al Munici­pio”. Lo comu­ni­ca Ital­gas in una nota.

Aggior­na­men­to delle 14.30: (Agen­zia ASCA) Il bilan­cio provvi­so­rio dell’esplosione nel­la sede del Comune di Roc­ca di Papa, alle porte di Roma, è di “sei adul­ti trat­tati sul pos­to che non neces­si­tano di trasporto in ospedale; un bam­bi­no trasporta­to in Codice rosso al Bam­bi­no Gesù che non risul­ta in peri­co­lo di vita; un adul­to ‘grande ustion­a­to’ trasporta­to con mezzi pro­pri al Poli­clin­i­co di Tor Ver­ga­ta; due bam­bi­ni trasportati con mezzi pro­pri all’ospedale di Fras­cati”. Lo fa sapere l’assessore alla san­ità e inte­grazione sociosan­i­taria del­la Regione Lazio, Alessio D’Amato.

La zona — spie­ga - risul­ta al momen­to inter­det­ta dai Vig­ili del Fuo­co e si atten­dono dis­po­sizioni. I soc­cor­si sono sta­ti imme­di­ata­mente atti­vati con 2 eli­cot­teri, 4 ambu­lanze e 2 automediche dell’Ares 118 oper­a­tivi. E’ sta­to inoltre isti­tu­ito da Ares un Pos­to di coman­do avan­za­to in stret­to con­tat­to con i Vig­ili del Fuo­co e i Cara­binieri. I soc­cor­si san­i­tari sono coor­di­nati diret­ta­mente dal­la cen­trale oper­a­ti­va del Ares 118. Sti­amo seguen­do costan­te­mente l’evolversi del­la situ­azione in mer­i­to all’esplosione. Sono state isti­tu­ite le pro­ce­dure per il Piano mas­s­ic­cio afflus­so dei fer­i­ti negli ospedali”, con­clude D’Amato.

Aggior­na­men­to delle 13.50: La Sin­da­ca di Cas­tel Gan­dol­fo, Mil­via Monach­esi ha espres­so sol­i­da­ri­età e vic­i­nan­za al Sin­da­co di Roc­ca di Papa e ai suoi abi­tan­ti. “Alla Cit­tà di Roc­ca di Papa, feri­ta al cuore dal crol­lo di parte del Comune e per i fer­i­ti, tra cui dei bam­bi­ni, il Sin­da­co e il Coman­dante del­la polizia locale, esp­ri­mo tut­ta la mia vic­i­nan­za e sol­i­da­ri­età e i più sen­ti­ti auguri di pronta gua­ri­gione. La nos­tra Pro­tezione Civile sta aspet­tan­do solo l’autorizzazione del­la Sala oper­a­ti­va per dare il pro­prio sup­por­to. Anco­ra una vol­ta gra­zie ai vig­ili del fuo­co, alle forze dell’ordine e al per­son­ale san­i­tario per il loro fon­da­men­tale inter­ven­to!

Aggior­na­men­to delle 13,25: Le fiamme si sono prop­a­gate anche nel sem­i­nter­ra­to dell’edificio comu­nale e si teme per l’Archivio Comu­nale ivi pre­sente.

Aggior­na­men­to delle 13.20: Ter­ri­bile la tes­ti­mo­ni­an­za di E. P.: “Sono pas­sa­ta da lì, pro­prio men­tre avveni­va l’esplosione. È sta­ta una cosa dev­as­tante, pen­so che me la ricorderò per tut­ta la vita. Ero con mia madre e abbi­amo com­in­ci­a­to a vedere gente che scen­de­va per il Cor­so insan­guina­ta, c’era l’Addetto ai Lavori Pub­bli­ci pieno di sangue, l’abbiamo mes­so in una macchi­na e l’hanno por­ta­to subito all’ospedale. Il Sin­da­co ave­va le brac­cia a bran­del­li, mamme che cor­re­vano a pren­dere i bam­bi­ni all’asilo per­ché sono crol­late tutte le vetrate e qualche bam­bi­no è rimas­to taglia­to. Poi non so più niente, per­ché sono rimas­ta scioc­ca­ta.” 

Aggior­na­men­to delle 13.15: Arrivano le prime tes­ti­mo­ni­anze dei cit­ta­di­ni. Dilet­ta Tidei: “Noi siamo a 500 metri dal Comune, abbi­amo sen­ti­to un boa­to e una scos­sa e pen­sava­mo fos­se il ter­re­mo­to. Pen­sava­mo fos­se crol­la­to l’ascensore del mul­ti­p­i­ano, poi abbi­amo vis­to il fumo. Mio mar­i­to è sce­so a vedere, ma arriva­to nei pres­si del Comune è sta­to fer­ma­to dalle Forze dell’Ordine che era­no già accorse e mi dice che anco­ra si sen­ti­va la puz­za di gas e soprat­tut­to si sen­ti­va il sibi­lo del gas che con­tin­ua ad uscire dalle tuba­ture. Poi abbi­amo vis­to I Vig­ili del Fuo­co scen­dere con l’elicottero al parcheg­gio e portare via i fer­i­ti. Ora ci han­no det­to di restare in casa chiusi per­ché nell’aria c’è molto odore di gas e ci han­no det­to che c’è il peri­co­lo di rimanere intossi­cati.

Aggior­na­men­to delle 13.00: Men­tre con­tin­u­ano a risuonare le sirene per le vie dei Castel­li Romani dirette e prove­ni­en­ti da Roc­ca di Papa, il bilan­cio dell’esplosione si fa sem­pre più serio. Sul pos­to stan­no inter­ve­nen­do, oltre a due eli­cot­teri dell’elisoccorso, anche 4 ambu­lanze, la Fore­stale, la Pro­tezione Civile e le unità cinofile per­ché rimane anco­ra dis­per­sa una per­sona.

Aggior­na­men­to ore 12.50: il Sin­da­co è sta­to por­ta­to via con l’elisoccorso all’ospedale di Tor Ver­ga­ta, grave­mente fer­i­to alle brac­cia. Un bam­bi­no è sta­to trasporta­to al Bam­bin Gesù in codice rosso e due all’ospedale di Fras­cati. Si teme una sec­on­da esplo­sione.

Prob­a­bil­mente dovu­ta ad una fuga di gas, è avvenu­ta poco fa, alle 11,45,  un’esplosione all’interno del­la sede del Comune di Roc­ca di Papa. Le immag­i­ni, messe online da Meteo Castel­li Romani sul­la sua pag­i­na Face­book dopo pochi minu­ti, sono impres­sio­n­an­ti.

La sede è sta­ta imme­di­ata­mente evac­u­a­ta e lo stes­so Sin­da­co ed alcu­ni dipen­den­ti siano rimasti fer­i­ti nell’esplosione. Sem­br­erebbe che uno di loro sia anco­ra dis­per­so e bisogna anco­ra accertare se l’ascensore, che è crol­la­to, fos­se vuo­to.

Voci, anco­ra da con­fer­mare, ripor­tano che siano rimasti fer­i­ti anche dei bam­bi­ni dell’adiacente scuo­la per l’infanzia ‘Cen­tro Urbano’.

Attual­mente sul pos­to sono accor­si i Vig­ili del Fuo­co che stan­no lavo­ran­do sull’edificio e i Cara­binieri stan­no facen­do evac­uare tut­ta la zona, spo­stan­do i res­i­den­ti e i negozianti a Madon­na del Tufo.

La Redazione sta seguen­do la situ­azione e vi ter­re­mo aggior­nati. Foto dal­la pag­i­na Face­book di Meteo Castel­li Romani
Con­di­vi­di:
error0