Progetto “Chebec” Regione Lazio: nuove opportunità per le imprese culturali e creative in Europa

Progetto “Chebec” Regione Lazio: nuove opportunità per le imprese culturali e creative in Europa

06/06/2019 0 Di Simone Bartoli

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 188 volte!

Pre­vis­to un pac­chet­to di servizi, dal­la for­mazione alla erogazione di un Vouch­er con i fon­di europei Buone notizie per le imp­rese cul­tur­ali che vogliono aprir­si all’estero. Nell’ambito delle attiv­ità pre­viste dal prog­et­to Inter­reg Med “Chebec” è sta­ta aper­ta la Man­i­fes­tazione d’Interesse che offre un pac­chet­to di servizi a sup­por­to degli oper­a­tori del set­tore cul­tur­ale e cre­ati­vo che desider­a­no espan­dere le loro attiv­ità impren­di­to­ri­ali in altre regioni dell’Area Mediter­ranea. Il Prog­et­to “CHEBEC-Hack­ing the Mediter­ranean econ­o­my through the Cre­ative and Cul­tur­al sec­tor”, è finanzi­a­to dal Pro­gram­ma Inter­reg Med 2014–2020-Asse 1. Chebec ha avu­to inizio il 1° feb­braio 2018 e la sua con­clu­sione è pre­vista il 31 luglio 2020. Come part­ner fig­u­ra­no, oltre alla Regione Lazio, tra gli atri, il Comune di Bologna, l’Università di Valen­cia, Aster (la soci­età con­sor­tile dell’Emila Romagna), la Sara­je­vo Eco­nom­ic Region­al Devel­op­ment Agency, e Arty Far­ty (France/Rhone-Alpes) Il prog­et­to mira a rilan­cia­re l’industria cre­ati­va nel Sud Europa, e in par­ti­co­lare nell’area mediter­ranea, strate­gi­ca a liv­el­lo eco­nom­i­co ma in dif­fi­coltà negli ulti­mi anni, e a recu­per­are attrat­tiv­ità per i pro­fes­sion­isti del set­tore cul­tur­ale, favoren­do la coop­er­azione tran­sre­gionale quale stru­men­to nec­es­sario per fare sin­er­gia e com­petere sul mer­ca­to glob­ale. Tre sono gli stru­men­ti pre­visti dal prog­et­to: con­sol­i­dare il net­work tran­sre­gionale tra le realtà pro­dut­tive, atti­vare azioni di capac­i­ty build­ing per le autorità locali e nazion­ali, sper­i­menta­re un pac­chet­to di servizi a sup­por­to degli oper­a­tori di set­tore. Pos­sono can­di­dar­si pro­fes­sion­isti, micro o pic­cole e medie imp­rese (“PMI”) come def­i­nite all’Appendice 1 del Reg. (UE) n.651/2014 che han­no avvi­a­to l’attività dopo il 31/12/2014, han­no una sede oper­a­ti­va nel ter­ri­to­rio del­la Regione Lazio, e oper­a­no nei set­tori del pat­ri­mo­nio cul­tur­ale, Arti visive, Design e arti appli­cate. Il pac­chet­to servizi com­prende:
  • 4–6 gior­nate di for­mazione in aula nel cam­po dell’imprenditorialità e del­la cresci­ta in Europa a favore di tutte le imp­rese che rispon­der­an­no alla Man­i­fes­tazione di Inter­esse;
  • check-up sul­la capac­ità iniziale di oper­are in con­testi tran­sre­gion­ali per 7 oper­a­tori del set­tore, selezionati tra quel­li che avran­no pre­sen­ta­to doman­da;
  • azioni di mobil­ità ed even­ti di match­mak­ing alle quali potran­no parte­ci­pare 4 delle 7 imp­rese selezion­ate;
  • attiv­ità di con­sulen­za, coach­ing e men­tor­ship per 4 delle 7 imp­rese selezion­ate;
  • erogazione di Vouch­er per l’Innovazione che avran­no l’obiettivo di con­sol­i­dare le col­lab­o­razioni avvi­ate durante gli incon­tri tran­sre­gion­ali. I Vouch­er saran­no ero­gati a favore di 2 imp­rese selezion­ate tra le 4 che parteciper­an­no agli even­ti di match­mak­ing e avran­no un val­ore di €2.500,00 cias­cuno.
Le domande pos­sono essere pre­sen­tate fino alle ore 12 di mer­coledì 17 luglio 2019, attra­ver­so la Man­i­fes­tazione di inter­esse pre­sente sul sito di Lazio Inno­va, nel­la pag­i­na ded­i­ca­ta.
Con­di­vi­di:
error0