“Recito dunque sono”, il libro di Giovanni Savastano protagonista il 1° giugno a Trevignano

Recito dunque sono”, il libro di Giovanni Savastano protagonista il 1° giugno a Trevignano

31/05/2019 0 Di Simone Bartoli

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 278 volte!

Recito dunque sono”. Questo è il tito­lo evoca­ti­vo del libro scrit­to dall’autore Gio­van­ni Savas­tano sul­la figu­ra di Gian Maria Volon­té. Il libro, un pic­co­lo gioiel­lo ded­i­ca­to a uno dei più gran­di attori del cin­e­ma ital­iano, sarà pre­sen­ta­to saba­to 1° giug­no a Tre­vi­g­nano, pres­so l’associazione “Vino e Calvi­no”.

L’opera è un sag­gio biografi­co dell’attore, e ne riper­corre la vita artis­ti­ca e per­son­ale attra­ver­so le notizie che lo riguardano (alcune anche di rara reperi­bil­ità), le tes­ti­mo­ni­anze di chi lo ha fre­quen­ta­to, le inter­viste, i suoi prog­et­ti, la com­ple­ta fil­mo­grafia e alcune immag­i­ni.

L’incontro è mod­er­a­to dal gior­nal­ista e scrit­tore Andrea Angeli Bufali­ni, con la pre­sen­za di Ste­fano Maf­fei (figlio di Mario Maf­fei, aiu­to reg­ista in alcu­ni film con Volon­té), Fed­eri­co Scrobogna (era il bam­bi­no, figlio di Mar­i­an­gela Mela­to, in “La classe opera­ia va in par­adiso”), e Raf­faele Schet­ti­no (attore e reg­ista). L’evento sarà l’occasione per riper­cor­rere i momen­ti salien­ti del­la car­ri­era di un attore che più volte ha incar­na­to ruoli for­ti con grande maes­tria, legan­do tal­vol­ta le sue caris­matiche inter­pre­tazioni alle vicende storiche e sociali del nos­tro Paese. “Recito dunque sono” è l’essenza del­la figu­ra artis­ti­ca di Volon­té, che nel­la recitazione trova­va una nuo­va for­ma del suo essere: non solo las­ci­a­va trac­cia vis­i­bile dei per­son­ag­gi che di vol­ta in vol­ta inter­pre­ta­va, ma fini­va per incar­narli, model­lare il suo lavoro come uno scul­tore che dà for­ma al mar­mo.

Sono pre­viste anche le proiezioni di bre­vi spez­zoni di film e inter­viste di a Gian Maria Volonté…e nat­u­ral­mente buona cuci­na, buon vino e buona com­pag­nia.