Esanatoglia, “Orti in Comune” e Il Tulipano Bianco: vince la solidarietà

Esanatoglia, “Orti in Comune” e Il Tulipano Bianco: vince la solidarietà

29/05/2019 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 470 volte!

La sol­i­da­ri­età de “Il Tuli­pano Bian­co” sbar­ca di nuo­vo ad Esanatoglia, paese del mac­er­atese col­pi­to nel cuore e nell’anima dal dev­as­tante ter­re­mo­to del 2016. Dopo aver dona­to le poltrone per gli ospi­ti del Cen­tro Diurno per anziani “S.M. Mad­dale­na” e l’aula infor­ma­ti­va alla scuo­la sec­on­daria di pri­mo gra­do “Car­lo Alber­to Dal­la Chiesa”, l’associazione del pres­i­dente Francesco Gior­dani dà vita a una nuo­va inizia­ti­va di pro­mozione sociale. Il prog­et­to, che par­tirà nelle prossime set­ti­mane, si chia­ma “L’Orto in Comune” e nasce dal­la neces­sità di vivere situ­azioni con­crete di quo­tid­i­an­ità. E cosa c’è di meglio di real­iz­zare sem­pli­ci attiv­ità di gia­r­di­nag­gio e di avere un con­tat­to diret­to con la natu­ra? Curare le piante, ammi­rarne la cresci­ta e sen­tirne gli odori ren­dono la gior­na­ta più piacev­ole, soprat­tut­to quan­do il richi­amo emozionale deri­va dal pro­prio vis­su­to pas­sato in cui molti colti­va­vano la ter­ra.
L’ortoterapia infat­ti non ci viene in aiu­to solo per con­trastare lo stress, ma anche per dis­tur­bi più gravi come la depres­sione. Inoltre è un’attività che può essere svol­ta davvero da tut­ti, gio­vani e anziani, dis­abili e nor­mod­otati. Tut­ti pos­sono trarre ben­efi­ci e van­tag­gi dal pren­der­si cura di piante e dal­lo stare a con­tat­to con la natu­ra: “Svol­gere lavori come questi — sot­to­lin­ea il pres­i­dente Gior­dani — aiu­ta l’inclusione sociale e la relazione tra le per­sone. In questo prog­et­to, gli Ospi­ti del­la Casa di Riposo San­ta Mad­dale­na di Esanatoglia, insieme ai bim­bi del­la scuo­la comu­nale, svol­ger­an­no man­sioni come la sem­i­na, la rac­col­ta dei frut­ti e dei fiori, vale a dire tutte quelle attiv­ità che sti­molano l’olfatto, la vista, il tat­to o l’udito e incre­men­tano capac­ità e com­pe­ten­ze. E saran­no coa­d­i­u­vati da alcu­ni sogget­ti dis­oc­cu­pati o dis­agiati a cui ver­ran­no asseg­nati com­pi­ti di con­trol­lo dell’andamento del prog­et­to”.

Il pres­i­dente de “Il Tuli­pano Bian­co”, quin­di, con­tin­ua: “Ringrazio dunque il sin­da­co e il Comune di Esanatoglia per aver cre­du­to in questo prog­et­to e soprat­tut­to i tan­ti cit­ta­di­ni che han­no devo­lu­to il 5x1000 al Tuli­pano Bian­co: una fidu­cia che cercher­e­mo di ripa­gare con tut­to noi stessi”.Entusiasta del prog­et­to anche il pri­mo cit­tadi­no di Esanatoglia, Lui­gi Naz­zareno Bar­toc­ci: “Orto in Comune è un prog­et­to molto ril­e­vante per la nos­tra cit­tà: un prog­et­to fat­to su misura per la nos­tra col­let­tiv­ità, dal prezioso val­ore sim­bol­i­co, des­ti­na­to soprat­tut­to alle per­sone anziane e meno abbi­en­ti e real­iz­za­to nel­la casa di riposo “San­ta Maria Mad­dale­na”: un momen­to in cui anziani, anziani e bam­bi­ni potran­no vedere crescere il frut­to del pro­prio lavoro, svilup­pare l’olfatto, l’udito, la vista, insom­ma una sen­so­ri­al­ità  360 gra­di. Il tut­to in un cli­ma di con­di­vi­sione e sor­risi. Non pos­so dunque non ringraziare l’associazione “Il Tuli­pano Bian­co”: insieme siamo più for­ti”.

Con­di­vi­di:
error0