Pantelleria: Tremarco ringrazia i panteschi per i risultati della Lega

Pantelleria: Tremarco ringrazia i panteschi per i risultati della Lega

27/05/2019 0 Di puntoacapo

Hits: 152

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 500 volte!

GRAZIE PANTELLERIA!

Ieri è sta­ta una ser­a­ta memorabile.
Queste elezioni europee non solo con­fer­mano che la Lega è il pri­mo par­ti­to d’Italia ma anche la gen­uinità, la con­cretez­za del lavoro fat­to dal­la squadra di gov­er­no e soprat­tut­to di Mat­teo Salvini.

Un lavoro costante sul ter­ri­to­rio, giorno per giorno, per portare più sicurez­za nel paese, per gestire i flus­si dei migranti che pri­ma era­no fuori con­trol­lo, per dare respiro alle imp­rese, ai cit­ta­di­ni sof­fo­cati da Equi­talia, per riportare i val­ori del­la famiglia al pos­to gius­to, per dare sper­an­za ai gio­vani e a chi spera in una Italia e una Europa più gius­ta, dove a prevalere deve essere il buonsenso.

Sono felice del risul­ta­to ottenu­to a Pan­tel­le­ria, un voto che può essere tradot­to solo in un modo: noi Pan­teschi abbi­amo dimostra­to che pos­si­amo rialzare la testa.

Bas­ta alla polit­i­ca “servile”, bas­ta con la “vec­chia” men­tal­ità polit­i­ca dei “vin­coli” ad oltranza.
La nos­tra iso­la ha bisog­no di miglio­rare, di evolver­si, di tornare ad essere l’isola delle eccel­len­ze mediterranee.

Cosa sig­nifi­ca essere Leghisti oggi?
A pre­scindere se al nord o al sud, sig­nifi­ca essere cit­ta­di­ni attac­cati al pro­prio ter­ri­to­rio, nel nos­tro caso essere orgogliosi del­la nos­tra iso­la, bat­ter­si per essa, per i nos­tri diritti.

Da oggi abbi­amo nuove sfide da affrontare, ma con una men­tal­ità diversa.
Nul­la con­ta arrivare pri­mi o sec­on­di, se poi la polit­i­ca non riesce a trasferire ai cit­ta­di­ni l’importanza del voto, l’importanza di scegliere con la mati­ta den­tro l’urna, il nos­tro futuro.

Pan­tel­le­ria adesso deve met­tere al pri­mo pos­to se stes­sa, dob­bi­amo rimanere con­cen­trati sul lavoro da fare per la nos­tra agri­coltura, per il nos­tro ter­ri­to­rio, per i trasporti, per la nos­tra econo­mia, per il turismo.
Tut­ti temi che porter­e­mo sui tavoli europei gra­zie ai nos­tri rap­p­re­sen­tan­ti eletti.

Gra­zie a tut­ti voi pan­teschi, a tut­ti i 472 elet­tori che ci han­no dato fidu­cia, a tut­ti col­oro che si sono spe­si per queste elezioni e che con­tin­uer­an­no a spender­si per la nos­tra iso­la, a tut­to col­oro che han­no deciso di scegliere un’Eu­ropa diver­sa da quel­la attuale.
Gra­zie ai mem­bri del diret­ti­vo e tut­ti i mem­bri del cir­co­lo. Gra­zie al nos­tro con­sigliere comu­nale per il pregev­ole lavoro che sta svol­gen­do: Giuseppe con­tin­ua così!

Vor­rei essere lì con voi in questo momen­to, per pot­er fes­teggia­re insieme questo impor­tante pas­sag­gio elet­torale, ma vi promet­to che lo fare­mo tra qualche giorno appe­na sarò sull’isola.
Non vedo l’ora di strin­gere la mano ad ognuno di voi, come mi piace fare quan­do ci incon­tri­amo, guardan­dovi negli occhi per cogliere nel vostro silen­zio gli scon­tenti, le neces­sità, i dis­a­gi. Da queste cose tro­vi­amo la forza per andare avan­ti, per non arren­der­ci mai.

Per vin­cere le sfide che abbi­amo davan­ti non potrà man­care un dial­o­go costrut­ti­vo con l’amministrazione comunale.
Riten­go che adesso sia giun­to il tem­po di met­tere da parte attac­chi ster­ili e pen­sare pri­ma di tut­to alla nos­tra isola.

La polit­i­ca che pre­mia è quel­la che si fa tra la gente, stra­da per stra­da, piaz­za per piaz­za, quartiere per quartiere, con­tra­da per con­tra­da, per­ché non c’è cosa più bel­la di con­frontar­si ogni giorno con tut­ti i concit­ta­di­ni, ascoltan­do e met­ten­do in cam­po azioni con­crete sen­za risparmiarsi.

Gra­zie Pan­tel­le­ria, sono orgoglioso di essere Pantesco!

FEDERICO TREMARCO
Pres­i­dente Cir­co­lo Lega Salvi­ni Pre­mier “Iso­la di Pantelleria”