Maranesi: grave situazione del polo Ospedaliero Riuniti Anzio-Nettuno

Maranesi: grave situazione del polo Ospedaliero Riuniti Anzio-Nettuno

15/05/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 431 volte!

Anzio, Maranesi scrive alla Regione Lazio e alla Asl RM6: grave situazione strutturale ed organica del polo Ospedaliero Riuniti Anzio – Nettuno

Nonos­tante i con­tinui con­tat­ti isti­tuzion­ali inter­cor­si da più par­ti per le con­tin­ue pre­oc­cu­pazioni sul­lo sta­to di abban­dono in cui ver­sa l’Ospedale Civile Riu­ni­ti Anzio – Net­tuno, sono con la pre­sente a seg­nalare nuo­va­mente alla S.V. il pre­oc­cu­pante sta­to in cui ver­sa la più impor­tante strut­tura san­i­taria del litorale.

Mi è per­venu­ta dopo un mio sopral­lu­o­go effet­tua­to nei giorni scor­si pres­so l’Ospedale pri­ma cita­to, una pre­oc­cu­pante seg­nalazione a fir­ma del Pri­mario del Repar­to di Oste­tri­cia e Gine­colo­gia in cui mette nero su bian­co la grave caren­za di per­son­ale medico e para-medico con turni stra­or­di­nari addirit­tura di 12 e 24 ore con­tinui, con un sovrac­cari­co di ore lavo­ra­tive che non ven­gono addirit­tura del tut­to ret­ribuite.

E’ con­sue­tu­dine ormai per gli infer­mieri ed il per­son­ale di sup­por­to, oltre ad un numero notev­ole di ore di stra­or­di­nario, essere des­ti­nati a coprire più repar­ti con­tem­po­ranea­mente nel­lo stes­so

turno di lavoro su ordine di servizio dell’ufficio infer­mieris­ti­co. Neanche fos­si­mo nel peg­giore ospedale del­la Repub­bli­ca Cinese!!

I repar­ti tut­ti, sof­frono di una forte caren­za di macchi­nari e attrez­za­ture di ulti­ma gen­er­azione, nonos­tante siano sta­ti richi­esti dai Diri­gen­ti Medici nel lon­tano 2012, costrin­gen­do di fat­to i pazi­en­ti e l’utenza del litorale a riv­ol­ger­si pres­so altre strut­ture san­i­tarie romane.

Quel­la pri­ma descrit­ta è solo una pic­co­la parte delle moltepli­ci e gravi caren­ze in cui ver­sa l’ospedale Riu­ni­ti Anzio – Net­tuno con un Pron­to Soc­cor­so ormai al col­las­so e in vista del­la immi­nente sta­gione esti­va vor­rei sapere cortese­mente le reali inten­zioni (non a parole) dell’amministrazione Regionale e San­i­taria sull’Ospedale di Anzio.

Chiedi­amo alla S.V. di inter­venire urgen­te­mente al fine di risol­vere defin­i­ti­va­mente le prob­lem­atiche sopra citate e non più rimand­abili.

E’ inte­so che se non ver­ran­no pre­si imme­di­ata­mente provved­i­men­ti al fine di dotare il litorale di una strut­tura ospedaliera all’avanguardia e un pos­to di lavoro deg­no di tale nome per i dipen­den­ti che gior­nal­mente prestano servizio nel­la strut­tura ospedaliera, sare­mo costret­ti nos­tro mal­gra­do ad entrare in sta­to di agi­tazione affinché il nos­tro ter­ri­to­rio abbia una strut­tura san­i­taria di eccel­len­za e ven­ga assi­cu­ra­to un servizio garan­ti­to dal­la Cos­ti­tuzione Ital­iana.

In atte­sa di una V.s. pronta rispos­ta, col­go l’occasione per porg­erVi i miei

Dis­tin­ti Salu­ti.

Mar­co Marane­si

Con­di­vi­di:
error0