SICILIA: AEROPORTO TRAPANI, SI E’ INSEDIATO COMITATO PER IL RILANCIO

SICILIA: AEROPORTO TRAPANI, SI E’ INSEDIATO COMITATO PER IL RILANCIO

14/05/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 815 volte!

Si è inse­di­a­to a Palaz­zo d’Orleans il Comi­ta­to tec­ni­co-isti­tuzionale con­sul­ti­vo, nom­i­na­to e coor­di­na­to dal pres­i­dente del­la Regione Sicil­iana Nel­lo Musume­ci, per indi­vid­uare le pos­si­bili strate­gie di rilan­cio dell’aeroporto di Tra­pani Bir­gi.
A parte­ci­pare all’incontro, oltre al gov­er­na­tore, gli asses­sori all’Economia Gae­tano Armao e al Tur­is­mo San­dro Pap­palar­do, Michele Bufo in rap­p­re­sen­tan­za dell’Airgest la soci­età di ges­tione del­lo sca­lo, i sin­daci di Tra­pani e Marsala Gia­co­mo Tranchi­da e Alber­to Di Giro­lamo, il com­mis­sario del Libero con­sorzio comu­nale Rai­mon­do Cera­mi, il pres­i­dente del­la Cam­era di com­mer­cio di Tra­pani Giuseppe Pace, il pres­i­dente del Dis­tret­to tur­is­ti­co Sicil­ia occi­den­tale Ros­alia d’Alì, i capi di Gabi­net­to del pres­i­dente del­la Regione Car­men Mado­nia e dell’assessore alle Infra­strut­ture Ettore Foti e il coor­di­na­tore del­la Seg­rete­ria tec­ni­ca di Palaz­zo d’Orleans Gia­co­mo Gargano. 
Il pres­i­dente Musume­ci ha volu­to ascoltare i vari com­po­nen­ti del Comi­ta­to in vista del con­fron­to con la Gesap — che gestisce lo sca­lo aero­por­tuale di Paler­mo — pre­vis­to nelle prossime ore per affrontare il tema di pos­si­bili sin­ergie tra i due aero­por­ti. Nel cor­so del­la riu­nione è sta­ta mes­sa in evi­den­za la grave crisi che da anni attanaglia lo sca­lo di Bir­gi e la soluzione conc­re­ta indi­vid­u­a­ta è quel­la di arrivare a una soci­età uni­ca per il sis­tema aero­por­tuale per la Sicil­ia occi­den­tale.
«Abbi­amo man­tenu­to l’impegno assun­to a Erice, in occa­sione degli Sta­ti gen­er­ali del tur­is­mo — sot­to­lin­ea Musume­ci — la volon­tà del mio Gov­er­no è quel­la di adop­er­ar­si per il riordi­no del sis­tema aero­por­tuale dell’Isola e sti­amo lavo­ran­do in ques­ta direzione. Siamo con­vin­ti che la crisi eco­nom­i­ca dovu­ta al depoten­zi­a­men­to di Bir­gi colpis­ca non solo le attiv­ità impren­di­to­ri­ali del Tra­panese, ma anche quelle di Paler­mo e Agri­gen­to e quin­di dell’intero com­pren­so­rio del­la Sicil­ia occi­den­tale. In ques­ta log­i­ca, la ripresa dell’operatività del­lo sca­lo cos­ti­tu­isce un obi­et­ti­vo irri­n­un­cia­bile».