Carlo Palermo ha presentato in Senato il suo nuovo libro ‘La Bestia’

Carlo Palermo ha presentato in Senato il suo nuovo libro ‘La Bestia’

10/05/2019 0 Di Francesca Marrucci

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1180 volte!

Il giudice Carlo Palermo ha presentato in Senato il suo ultimo libro ‘La Bestia’ in un evento organizzato dal Sottosegretario Santangelo. Ospiti Maria Fida Moro, Nicola Morra e Giovanni Tamburino per parlare dei segreti della Storia italiana

di Francesca Mar­ruc­ci

Mart­edì 7 mag­gio scor­so, la Sala ‘Cadu­ti di Nas­siryia’ ha ospi­ta­to un even­to emozio­nante ed impor­tante per la Sto­ria ital­iana, quel­la con la S maius­co­la. Car­lo Paler­mo, giu­dice scam­pa­to alla Strage di Piz­zol­un­go avvenu­ta a Tra­pani nel 1985, ex-dep­u­ta­to de La Rete e mag­is­tra­to da sem­pre in pri­ma lin­ea nel­la lot­ta alla mafia, allo spac­cio, al traf­fi­co di armi e nel denun­cia­re l’influenza dei servizi seg­reti deviati nel­la nos­tra polit­i­ca, ha pre­sen­ta­to il suo ulti­mo libro ‘La Bes­tia. Dai mis­teri d’Italia ai poteri mas­soni­ci che dirigono il nuo­vo ordine mon­di­ale’, edi­to da Sperling&Kupfer.

L’evento, pro­mosso dal Sot­toseg­re­tario Vin­cen­zo Mau­r­izio San­tan­ge­lo, sen­a­tore sicil­iano pen­tastel­la­to pro­prio di Tra­pani, ha vis­to la parte­ci­pazione, insieme all’Autore ed al pro­mo­tore, del Pres­i­dente del­la Com­mis­sione Par­la­mentare Anti­mafia, sen. Nico­la Mor­ra, l’On. Maria Fida Moro, figlia del­lo sta­tista ucciso dal­la BR, il Dott. Gio­van­ni Tam­buri­no, anch’egli mag­is­tra­to e già Capo del Dipar­ti­men­to per l’Amministrazione Pen­iten­ziaria e la gior­nal­ista de Il Fat­to Quo­tid­i­ano, Antonel­la Bec­ca­ria, che ha mod­er­a­to l’incontro.

Il sen­a­tore Mau­r­izio Vin­cen­zo San­tan­ge­lo ha illus­tra­to pro­prio come intro­duzione la sua espe­rien­za per­son­ale il giorno in cui avvenne la Strage di Piz­zol­un­go, ricor­dan­do quan­to even­ti come questi siano utili non solo ai cit­ta­di­ni, ma anche i politi­ci più gio­vani per la loro for­mazione.

Inutile dire che l’intervento di Car­lo Paler­mo, a trat­ti com­movente e non pri­vo di note di ten­sione e pas­sione, ha calami­ta­to l’attenzione del­la sala, in un per­cor­so che ha toc­ca­to i fat­ti di mafia, i servizi seg­reti, la pre­sen­za mil­itare degli Sta­ti Uni­ti in Italia, il caso Moro, le Brigate Rosse, la pista filo-ara­ba fino alla mas­sone­r­ia, al caso Alpi, Glad­io, l’Operazione Scor­pi­on, in un’anticipazione del suo nuo­vo libro, ric­co di notizie, fat­ti, doc­u­men­ti sconosciu­ti ai più, ma che trac­ciano un pro­fi­lo inqui­etante del­la sto­ria demo­c­ra­t­i­ca ital­iana negli ulti­mi 80 anni.

Una sequela di fat­ti deci­sioni, piani che han­no avu­to il solo scopo,” ha affer­ma­to Paler­mo, “di impedire la real­iz­zazione del­la nos­tra democrazia e il pieno svilup­po del­la nos­tra sovran­ità.”

Sul­la mafia, Paler­mo è chiaro: “Noi pen­si­amo che la Mafia sia il prob­le­ma, ma la mafia è solo l’esecutore, il brac­cio arma­to. Le vere deci­sioni sono prese da altri, ad altri liv­el­li. E men­tre per l’esecutore ormai sap­pi­amo qua­si tut­to, di questi man­dan­ti, di queste reali men­ti crim­i­nali, non sap­pi­amo anco­ra niente.”

Toc­cante anche la tes­ti­mo­ni­an­za di Maria Fida Moro, figlia di Aldo Moro, la cui vita è sta­ta dis­trut­ta dall’uccisione del padre e che anco­ra aspet­ta gius­tizia.

Il Sen­a­tore Nico­la Mor­ra, Pres­i­dente del­la Com­mis­sione Anti­mafia, ha sot­to­lin­eato l’importanza di inseg­nare la Sto­ria del­la crim­i­nal­ità ital­iana nelle scuole per far sì che tan­ti episo­di non vengano dimen­ti­cati e fungano da moni­to per le gen­er­azioni future.

 

Nel video qui di segui­to, potete assis­tere alla reg­is­trazione del­la pre­sen­tazione a cura del­lo staff del Sen. San­tan­ge­lo.

Foto di Francesca Mar­ruc­ci e del­lo Staff del Sen. San­tan­ge­lo

Con­di­vi­di:
error0