NISCEMI, RIVOLUZIONE ANIMALISTA: “SILENZIO SU PERICOLOSITA’ ANTENNE MUOS. MINISTERO SPIEGHI”

NISCEMI, RIVOLUZIONE ANIMALISTA: “SILENZIO SU PERICOLOSITAANTENNE MUOS. MINISTERO SPIEGHI

03/05/2019 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 594 volte!

Riv­o­luzione Ani­mal­ista vuole riv­ol­gere l’attenzione sul “Muos”, strut­tura di trasmis­sione del­la Mari­na degli Sta­ti Uni­ti, sit­u­a­ta a Nis­ce­mi in Sicil­ia, in provin­cia di Cal­tanis­set­ta. Tale stazione, parte inte­grante del­la base Nato di Sigonel­la, è l’attuazione del pro­gram­ma mil­itare denom­i­na­to in codice C4ISR il cui prin­ci­pale con­trac­tor è il Toby­han­na Armi Depot negli Sta­ti Uni­ti. Questo sis­tema di com­bat­ti­men­to è volto alla ric­og­nizione, acqui­sizione ed attac­co dei bersagli per quan­to riguar­da l’uso dei droni armati sen­za pilota, men­tre il seg­men­to satel­litare com­pos­to da tre parabole funge da inter­con­nes­sione tra i satel­li­ti e le antenne oper­an­ti in ban­da HF/VLF/ULF e, queste ultime han­no il com­pi­to di man­tenere i con­tat­ti con i som­mergi­bili nucleari in pro­fon­dità oper­an­ti in zone di guer­ra ed i rel­a­tivi cen­tri di con­trol­lo nonché sup­por­to alle truppe di comu­ni­cazione alle truppe ter­restri. Purtrop­po, pur com­pren­den­do la neces­sità che gli Usa han­no di tale sis­tema e pur essendo a conoscen­za che per quan­to con­cerne il seg­men­to satel­litare questo non ingenera par­ti­co­lari prob­le­mi alla salute dell’essere umano e degli ani­mali, Riv­o­luzione Ani­mal­ista è comunque qui a con­testare ciò che riguar­da il seg­men­to delle basse fre­quen­ze in HF/VLF/ULF, in quan­to su tali bande ven­gono nor­mal­mente appli­cate poten­ze di parec­chie decine di kilo­watt. In fun­zione di questi aspet­ti che rite­ni­amo allar­man­ti per la salute pub­bli­ca, dunque, come par­ti­to inter­ver­re­mo pres­so il Min­is­tero del­la Dife­sa al fine di ottenere dei riscon­tri pro­ba­tori cir­ca la non peri­colosità del seg­men­to delle basse fre­quen­ze su per­sone e ani­mali. Inoltre, ci riv­ol­giamo al min­istro del “social net­work”, Mat­teo Salvi­ni, per sapere se è sua inten­zione affrontare una ques­tione che potrebbe met­tere a ris­chio la salute dei qua­si 30mila abi­tan­ti di Nis­ce­mi e di tut­ti gli ani­mali del ter­ri­to­rio. I cit­ta­di­ni deb­bono sapere cosa sta acca­den­do intorno al Muos”.

Così, in una nota, il seg­re­tario nazionale del Par­ti­to Riv­o­luzione Ani­mal­ista, Gabriel­la Cara­man­i­ca.