Claudia Conte ai Circoli di Torino e Novara con Il vino e le rose

Claudia Conte ai Circoli di Torino e Novara con Il vino e le rose

29/04/2019 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1377 volte!

Tra even­ti, spet­ta­coli teatrali e pro­mozione di “Sog­ni”, l’ultimo lavoro cin­e­matografi­co che la vede pro­tag­o­nista con Loret­ta Gog­gi, la gio­vane attrice e scrit­trice Clau­dia Con­te con­tin­ua il suo tour di incon­tri col pub­bli­co per pre­sentare “Il vino e le rose”, roman­zo per Arman­do Cur­cio Edi­tore giun­to alla terza ristam­pa. Dopo il suc­ces­so di Mat­era 2019, il 6 mag­gio sarà la vol­ta di Tori­no dove la Con­te sarà pro­tag­o­nista di un even­to pres­so la Sala Musi­ca del pres­ti­gioso Cir­co­lo dei let­tori. La pre­sen­tazione, che avrà inizio alle 18, vedrà tra i rela­tori il Pres­i­dente del Teatro Sta­bile di Tori­no Lam­ber­to Val­lar­i­no Gan­cia, il dott. Mario Mon­tal­ci­ni e il Prof. Ugo Di Tul­lio, docente di Cin­e­ma all’Università di Pisa e opin­ion­ista di Cin­e­matografo. Il giorno suc­ces­si­vo la Con­te ripeterà l’evento pres­so il Cir­co­lo dei let­tori di Novara.
IL ROMANZO:
Il nos­tro tem­po è carat­ter­iz­za­to dal­l’a­p­a­tia, dal­la dis­gregazione sociale, da una sor­ta di indi­vid­u­al­is­mo autis­ti­co, che deter­mi­na enor­mi dif­fi­coltà, se non un vero e pro­prio sen­so di dis­a­gio. Ci muovi­amo nel nos­tro pic­co­lo e insignif­i­cante gia­rdi­no, che a noi sem­bra invece nec­es­sario e suf­fi­ciente, almeno per con­tenere il nos­tro ego. Bas­ta avere gli occhi fis­si al nos­tro smart­phone e il gio­co è fat­to: l’au­toma che è in noi ha il suo bel cam­po d’azione e non ha bisog­no di altro. Le rif­les­sioni si inter­se­cano con la sto­ria di tre donne, tre amiche che dal­l’in­fanzia alla matu­rità si con­frontano costan­te­mente alla ricer­ca, instan­ca­bile, del pro­prio equi­lib­rio. Dai dialoghi dei pro­tag­o­nisti emerge tut­ta l’essen­za del­la loro esisten­za, trascor­sa nel ten­ta­ti­vo di scon­fig­gere il degra­do psi­co­logi­co che vive l’essere umano nel­l’e­poca post­mod­er­na.
Con­di­vi­di:
error0