Pantelleria, intervista a Fumuso: pronto per una nuova avventura politica

Pantelleria, intervista a Fumuso: pronto per una nuova avventura politica

27/04/2019 0 Di Francesca Marrucci

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2075 volte!

Dopo l’esperienza come Segretario del Pd, Angelo Fumuso prepara un nuovo soggetto politico per Pantelleria: “Preparo il polo dei progressisti. La nostra sarà una politica del fare.”

di Francesca Mar­ruc­ci

Dopo la sfidu­cia da parte del Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co di Pan­tel­le­ria di cui era sta­to elet­to Seg­re­tario ai pri­mi di dicem­bre, Ange­lo Fumu­so non si perde d’an­i­mo né intende spre­care tem­po in polemiche inutili: “La mia l’ho det­ta chiara­mente, pen­so di essere sta­to mes­so da parte per­ché face­vo trop­po. Pren­do atto e vado avan­ti.”

Avan­ti Fumu­so ci va con un prog­et­to politi­co ambizioso, quel­lo di creare un nuo­vo polo dei pro­gres­sisti, cer­can­do di dare un’al­ter­na­ti­va ai tan­ti sfidu­ciati che, a sin­is­tra, cer­cano risposte con­crete a liv­el­lo locale.

Io ven­go dal­la tradizione social­ista e sin­da­cal­ista, per me la lin­ea polit­i­ca è fon­da­men­tale, questo cer­ca­vo nel Pd, invece nelle mie pro­poste non ho trova­to con­di­vi­sione. Non impor­ta, è un’es­pe­rien­za. La mia inten­zione è ricom­in­cia­re dal bas­so, dal­la gente. Il Pd ha per­so questo con­tat­to con le per­sone, con il ter­ri­to­rio. In tan­ti si sono avvi­c­i­nati dopo la sfidu­cia e in molti mi han­no chiesto di non mol­lare. Met­to a dis­po­sizione del­l’iso­la la mia espe­rien­za e la mia pas­sione polit­i­ca. Bisogna creare un’al­ter­na­ti­va pro­gres­sista, quel­lo che non c’è sta­to fino­ra. Molte per­sone impor­tan­ti ed influ­en­ti del­l’iso­la han­no già mostra­to inter­esse per ques­ta pro­pos­ta.”

E quali sono i rapporti con l’amministrazione? Un’accusa che le è stata mossa è stata quella di essere un po’ troppo disponibile nei confronti dei 5 Stelle…

Io sono sta­to chiaro sin dal­l’inizio: l’am­min­is­trazione va appog­gia­ta per le ques­tioni con­di­vis­i­bili e per quelle che riguardano il bene di tut­ta la comu­nità. L’ap­pog­gio è solo sul fare, non ha sen­so essere avver­sari a pre­scindere. Non sono invece con­vin­to che cer­care un dial­o­go con la Lega, avver­sario politi­co ed ide­o­logi­co nat­u­rale del­la sin­is­tra, sia oppor­tuno. Anche ques­ta, evi­den­te­mente, non era un’idea con­di­visa nel Pd.”

Quindi ribadisce l’avversione alla Lega di Salvini?

Asso­lu­ta­mente! Il tipo di mes­sag­gio razz­ista che pred­i­ca è in net­to con­trasto in specie con la tradizione e la sto­ria pan­tesche. Pan­tel­le­ria è un mis­cuglio di razze più di tan­ti altri ter­ri­tori, non pos­si­amo essere né razz­isti né fascisti. L’ho scrit­to chiara­mente nel mio mes­sag­gio per il 25 aprile.”

A questo punto è d’obbligo chiederle: e ora il Pd? Tornerebbe a fare il Segretario?

Non ho nes­sun inter­esse a ripren­der­mi la Seg­rete­ria. Se ques­ta è sta­ta la deci­sione di pochi iscrit­ti, va bene. Sec­on­do me però, a questo pun­to, bisognerebbe azzer­are tut­to, nom­inare dei garan­ti e dopo le elezioni cer­care di ricostru­ire il par­ti­to.

Tra le proposte per cui si è speso molto, ci sono due importanti progetti: la Casa di Riposo per Anziani e il Centro Diurno per ragazzi disabili. A che punto è il tavolo con l’amministrazione su questi argomenti?

Per la Casa di Riposo già 8 anni fa rac­col­si più di 800 firme a sosteg­no. Oggi il Vesco­vo ha mes­so di nuo­vo a dis­po­sizione i locali a Kham­ma, dietro all’asi­lo infan­tile. Ci vogliono tre part­ner per far par­tire il prog­et­to: la Curia che mette la pro­pri­età, uno spon­sor che mette metà del finanzi­a­men­to e il Comune che mette l’al­tra metà. La Curia tro­verebbe anche il ter­zo part­ner se il Comune desse il ben­estare per il prog­et­to. Ne dis­cuter­e­mo al Tavo­lo con­vo­ca­to entro la fine di mag­gio.

Per quan­to riguar­da il Cen­tro Diurno, dob­bi­amo fare dei sopral­lu­oghi con il Geome­tra Gam­bi­no del Comune in due aree che ci han­no pro­pos­to a Bukku­ram e a Sibà. Abbi­amo incon­tra­to una grande disponi­bil­ità nel­l’am­min­is­trazione comu­nale su queste tem­atiche e spe­ri­amo che si con­cretizzi presto in questi prog­et­ti.

 

 

 

Con­di­vi­di:
error0