ROMA: STUDENTESSA DEL LICEO MAMELI VINCE BORSA DI STUDIO CON WEP

ROMA: STUDENTESSA DEL LICEO MAMELI VINCE BORSA DI STUDIO CON WEP

16/04/2019 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 409

ROMA: STUDENTESSA DEL LICEO MAMELI VINCE BORSA DI STUDIO CON WEP

Per gli studenti meritevoli agevolazioni per l’accesso al programma scolastico all’estero

Anche quest’anno WEP – orga­niz­zazione inter­nazionale che pro­muove scam­bi cul­tur­ali e lin­guis­ti­ci nel mon­do – offre agli stu­den­ti più bril­lan­ti e meritevoli una bor­sa di stu­dio per il pro­gram­ma sco­las­ti­co all’estero. Il con­trib­u­to, del val­ore di 1.000 euro, è pen­sato per pre­mi­ar­li del lavoro svolto durante l’anno e per agevolar­li nell’accesso ai pro­gram­mi sco­las­ti­ci.

Chiara Urbani, stu­dentes­sa del Liceo Clas­si­co Mameli (uno dei poli dell’Istituto di Istruzione Supe­ri­ore Tom­ma­so Salvi­ni), ha vin­to una delle borse di stu­dio messe a dis­po­sizione da WEP per trascor­rere un semes­tre all’estero. Un con­trib­u­to che Chiara sfrut­terà per andare in Cana­da.  

La ragaz­za è sta­ta scelta in base all’esito del col­lo­quio di selezione, per le moti­vazioni e la pre­dis­po­sizione che ha mostra­to ver­so l’esperienza, l’accuratezza, la pun­tu­al­ità del­la com­pi­lazione del dossier di parte­ci­pazione e la com­pe­ten­za lin­guis­ti­ca. La bor­sa di stu­dio vuole infat­ti pre­mi­are gli stu­den­ti migliori, riducen­do per loro il cos­to del pro­gram­ma.

Come lei, ogni anno oltre 1200 ragazzi vivono l’esperienza del­lo scam­bio cul­tur­ale con WEP. Con l’Anno all’estero gli stu­den­ti han­no l’opportunità di miglio­rare la conoscen­za di una lin­gua straniera e di vivere per un anno, un semes­tre o un trimestre all’estero, a stret­to con­tat­to con una cul­tura diver­sa dal­la loro. Per tut­ta la dura­ta del sog­giorno, infat­ti, i ragazzi ven­gono ospi­tati da una famiglia e seguono i cor­si in una scuo­la locale. I pro­gram­mi High School diven­tano l’occasione per­fet­ta per conoscere gli usi, i cos­tu­mi e le abi­tu­di­ni di un paese diver­so dal pro­prio. Fare un peri­o­do all’estero per i ragazzi è una vera e pro­pria sfi­da che richiede adat­ta­men­to e rispet­to per il paese ospi­tante, e che per­me­tte una cresci­ta a 360°: per­son­ale, lin­guis­ti­ca e cul­tur­ale.

 

WEP è un’organizzazione inter­nazionale al servizio dei gio­vani, che segue ogni anno cir­ca 5000 ragazzi in parten­za dall’Italia ver­so 65 Pae­si e in arri­vo nel­la nos­tra peniso­la da tut­to il mon­do. I suoi pro­gram­mi com­pren­dono: sog­giorni di grup­pi sco­las­ti­ci durante l’anno (stage lin­guis­ti­ci) o durante l’estate (vacanze-stu­dio); cor­si di lin­gua all’estero; pro­gram­mi di lavoro, stage e viag­gi sol­i­dali all’estero; i pro­gram­mi “High School” per i ragazzi delle supe­ri­ori per trascor­rere un trimestre, un semes­tre o un anno sco­las­ti­co all’estero; stu­di uni­ver­si­tari all’estero, in USA, UK, Cana­da e Aus­tralia.