Anzio, il Sindaco sui locali dell’Ufficio Turismo: ci saranno altri sfratti!

Anzio, il Sindaco sui locali dell’Ufficio Turismo: ci saranno altri sfratti!

11/04/2019 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 218

Il Sindaco De Angelis sull’istituzione dell’Ufficio Turismo della Città di Anzio: “Il bene della collettività viene prima di tutto. Ci saranno altri  <sfratti>, sono stato eletto per assumere decisioni utili alla cittadinanza ed allo sviluppo del territorio”

Sono sta­to elet­to per assumere deci­sioni utili alla cit­tad­i­nan­za e non per tute­lare sin­gole ren­dite di posizione. Nei locali di Piaz­za Pia, di pro­pri­età del Comune, che neces­si­tano di urgen­ti inter­ven­ti di sis­temazione e mes­sa in sicurez­za, real­izzer­e­mo il pri­mo Uffi­cio Tur­is­mo del­la Cit­tà di Anzio. Sarà coor­di­na­to diret­ta­mente dal Comune, con postazioni di lavoro final­iz­zate a dare un servizio effi­ciente ai cit­ta­di­ni, ai tur­isti ed a tut­ti gli oper­a­tori del ter­ri­to­rio. In questo nuo­vo con­testo lavo­ra­ti­vo siamo aper­ti, come sem­pre, al con­trib­u­to di Patrizio Colan­tuono che, qualo­ra lo vor­rà, potrà portare la sua espe­rien­za all’interno dell’Ufficio Tur­is­mo del Comune di Anzio”.

Lo comu­ni­ca il Sin­da­co di Anzio, Can­di­do De Ange­lis, in rifer­i­men­to al paven­ta­to “sfrat­to”, dagli uffi­ci comu­nali di Piaz­za Pia,  di un ridon­dante dis­tac­ca­men­to del Museo del­lo Sbar­co di Vil­la Adele.

Nel mas­si­mo rispet­to di tutte le posizioni — pros­egue il Sin­da­co De Ange­lis — annun­cio anche il prossi­mo <sfrat­to> nei locali comu­nali del piano supe­ri­ore, di Piaz­za Pia 19, che ospit­er­an­no il nuo­vo Dipar­ti­men­to del Tur­is­mo e delle Attiv­ità Pro­dut­tive del­la Cit­tà di Anzio. Si trat­ta di ulte­ri­ori 200 mq, al cen­tro cit­tadi­no, asseg­nati ad un’associazione, per cus­todire i vesti­ti dei fig­u­ran­ti di una rap­p­re­sen­tazione che si tiene una vol­ta l’anno. Sem­pre in tema di <sfrat­ti>, nell’interesse gen­erale del­la cit­tad­i­nan­za, ho dato manda­to all’Ufficio Pat­ri­mo­nio di ver­i­fi­care la situ­azione di tutte le sedi dei par­ti­ti, a mio avvi­so super­ate, per un cen­si­men­to final­iz­za­to ad asseg­narle a serie asso­ci­azioni impeg­nate nel sociale. A Vil­la Corsi­ni Sarsi­na e nelle altre sedi comu­nali, che a breve saran­no ogget­to di  ristrut­turazione, potrà essere mes­sa a dis­po­sizione una stan­za che, con una rego­lare tur­nazione, ospiterà le riu­nioni dei grup­pi con­sil­iari o dei par­ti­ti che ne faran­no richi­es­ta”.

Il Sin­da­co De Ange­lis chiarisce anche la posizione sul Museo del­lo Sbar­co: “A Patrizio Colan­tuono, pro­prio quale riconosci­men­to per l’importante lavoro svolto, è sta­ta pro­pos­ta la Pres­i­den­za a vita del Museo ma non è più pens­abile che le divise ed i vari reper­ti, da decen­ni in mostra pres­so i locali muse­ali pub­bli­ci di Vil­la Adele, con spese di uten­ze, per­son­ale, servizi, man­i­fes­tazioni e rie­vo­cazioni, a cari­co del­la col­let­tiv­ità, con­tin­uino ad essere espres­sione di una collezione pri­va­ta. Insieme alla Pres­i­den­za a vita abbi­amo pro­pos­to, a Colan­tuono, anche il trasfer­i­men­to e l’ampliamento del Museo, pres­so l’edificio attual­mente occu­pa­to dal­la Polizia Locale, per un nuo­vo polo cul­tur­ale pub­bli­co a Vil­la Adele”.

Con­di­vi­di:
0