Ieri a Pantelleria pulizie di primavera. Intervista ad Arturo Caravello, Presidente della LNI

Ieri a Pantelleria pulizie di primavera. Intervista ad Arturo Caravello, Presidente della LNI

08/04/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 816 volte!

Ieri a Pantelleria, grandi e bambini hanno risposto all’appello della LNI e hanno pulito la costa dell’isola dall’Ospedale e Bue Marino. Intervista ad Arturo Caravello, Presidente LNI: “Io credo nella gente!”

di Francesca Mar­ruc­ci

È sta­ta una domeni­ca all’in­seg­na del­la tutela del­l’am­bi­ente, del­l’amore per la pro­pria iso­la e del­l’im­peg­no sociale, quel­la orga­niz­za­ta dal­la Lega Navale di Pan­tel­le­ria e dal suo Pres­i­dente, Arturo Car­avel­lo, ieri 7 aprile 2019.

In più di 100 pan­teschi si sono recati sul­la cos­ta tra l’Ospedale e Bue Mari­no per pulir­la da rifiu­ti, plas­ti­ca e quan­to è arriva­to dal mare durante l’in­ver­no. Abbi­amo inter­vis­ta­to l’ideatore del­l’inizia­ti­va, il Pres­i­dente Car­avel­lo, com­pren­si­bil­mente sod­dis­fat­to del­l’e­si­to del­l’inizia­ti­va.

Pres­i­dente, come è nata ques­ta inizia­ti­va del­la LNI di Pan­tel­le­ria?

La Lega Navale si occu­pa per sua vocazione del mare e del­la sua tutela. Lo sporco che durante l’in­ver­no arri­va dal mare e dalle per­sone ined­u­cate si accu­mu­la ed il Comune non ha fon­di suf­fi­ci­en­ti a met­tere una squadra ded­i­ca­ta a questo impeg­no. Ho pen­sato che sen­si­bi­liz­zare la popo­lazione su questo tema, chia­man­dola per pri­ma a dare una mano, fos­se un pas­so impor­tante ver­so una mag­giore con­sapev­olez­za del­la tutela che richiede il ter­ri­to­rio, ma anche il nos­tro mare.

C’er­a­no anche tan­ti bam­bi­ni e ragazzi a rip­ulire la loro iso­la…

Sì, anche se ieri era domeni­ca. Il mes­sag­gio più impor­tante è quel­lo riv­olto a loro. A fine mag­gio ripeter­e­mo l’inizia­ti­va a Mur­sia e in qual caso lo fare­mo insieme alle scuole medie e supe­ri­ori.

Più di 100 pan­teschi sono venu­ti a rac­cogliere i rifiu­ti. Quan­ti ne sono sta­ti rac­colti?

Dopo due ore ave­va­mo già ter­mi­na­to i 200 sac­chi mes­si a dis­po­sizione. Io cre­do nel­la gente. I pan­teschi han­no parte­ci­pa­to con entu­si­as­mo e con loro anche il Coman­dante del­la Guardia di Finan­za, la Cap­i­tane­r­ia di Por­to, i Vig­ili del Fuo­co, la Pro­tezione Civile, l’Am­min­is­trazione Comu­nale… c’è sta­to un coin­vol­gi­men­to spon­ta­neo esem­plare.

Dopo l’ap­pun­ta­men­to di mag­gio con le scuole per pulire Mur­sia, quali altre inizia­ti­va intende portare avan­ti la LNI di Pan­tel­le­ria per man­tenere puli­ta la cos­ta e il mer­av­iglioso mare del­l’iso­la?

Sti­amo stu­dian­do un modo per coin­vol­gere quan­ti gira­no con le barche di tur­isti l’iso­la, impeg­nan­doli a rac­cogliere i rifiu­ti che trovano in mare durante i loro giri per poi por­tar­li in un uni­co pun­to di con­fer­i­men­to. Potrebbe essere un otti­mo modo per tenere il mare puli­to che andrebbe a van­tag­gio di tut­ti. Tut­ti vogliamo con­ser­vare il nos­tro mare puli­to. Dob­bi­amo però capire come far­lo sen­za ren­dere il com­pi­to trop­po fati­coso per i diportisti. 

 

L’idea del Pres­i­dente Car­avel­lo, che sposa anche le cam­pagne plas­tic free, in effet­ti potrebbe anche essere un moti­vo in più, per il tur­ista con­sapev­ole, per scegliere Pan­tel­le­ria, che già si sta dis­tinguen­do in Europa per le scelte ecososteni­bili che sta por­tan­do avan­ti.

La sin­er­gia delle varie realtà pan­tesche in quest’­op­er­azione ha trova­to, infine, un otti­mo epi­l­o­go nel tem­pes­ti­vo ritiro dei rifiu­ti rac­colti da parte del­l’AGE­SP pri­ma che il ven­to li dis­perdesse di nuo­vo. Un’inizia­ti­va sicu­ra­mente da ripro­porre e mag­a­ri cal­en­dariz­zare come appun­ta­men­to fis­so.

 

Foto di Mario Squitieri