Botta e risposta Martina/Silvestri sul debito di Roma

Botta e risposta Martina/Silvestri sul debito di Roma

07/04/2019 0 Di Roberto Cicchetti

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 339 volte!

L’an­nosa ques­tione del deb­ito di Roma, al 2016 arriva­to a più di 15 mil­iar­di e oggi sta­bi­liz­zatosi a 13, con­tin­ua a vedere con­trap­posti il Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co e il Movi­men­to 5 Stelle. Oggi l’ex seg­re­tario Mar­ti­na ha rispos­to al Decre­to Cresci­ta, dove è inseri­ta la risoluzione finale del deb­ito capi­toli­no, accu­san­do il Gov­er­no di river­sare su tut­ti i cit­ta­di­ni del Paese il risana­men­to delle man­canze e Salvi­ni di digerire qual­si­asi cosa decisa dai grilli­ni piut­tosto che las­cia­re l’am­bi­ta poltrona min­is­te­ri­ale.
Il Vice­ca­pogrup­po Vic­ario Francesco Sil­vestri (M5S) non ha tarda­to a rispon­dere: “Come al soli­to ci con­fron­ti­amo con chi giu­di­ca i provved­i­men­ti del Gov­er­no sen­za leg­ger­li. Mar­ti­na dovrebbe deg­nar­si di stu­di­are.
Il deb­ito rima­nente di 13 mil­iar­di accu­mu­la­to da Roma ver­rà rip­a­ga­to con un’operazione a cos­to zero per lo Sta­to e che con­sen­tirà inoltre ai romani di avere 2 mil­iar­di e mez­zo dal 2021, che potran­no essere uti­liz­za­ti per abbas­sare l’irpef (la più alta d’I­talia) e fare inves­ti­men­ti per la cit­tà. Si trat­ta di inter­es­si in meno. Lo Sta­to non ci rimette nul­la.
Le per­sone “capaci” che han­no fat­to deb­iti su deb­iti nel cor­so degli anni, accettan­do inter­es­si altissi­mi e fre­gan­dosene del futuro del­la cit­tà, sono le stesse che oggi sver­gog­nata­mente imbastis­cono critiche. Mar­ti­na dov’era quan­do il suo par­ti­to indeb­ita­va la Cap­i­tale per ulte­ri­ori 4 mil­iar­di? Dormi­va?” Con­clude così Sil­vestri.

Con­di­vi­di:
error0