Roma: Musei a ingresso gratuito per la prima domenica di aprile

Roma: Musei a ingresso gratuito per la prima domenica di aprile

05/04/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 6964 volte!

Roma: Musei a ingresso gratuito per la prima domenica di aprile

 

Domenica 7 aprile 2019 da visitare mostre e collezioni permanenti dei Musei in Comune

 

Per la pri­ma domeni­ca del mese, il 7 aprile 2019ingres­so gra­tu­ito nei Musei Civi­ci per i res­i­den­ti a Roma e nel­la Cit­tà Met­ro­pol­i­tana, un’iniziativa pro­mossa da Roma Cap­i­taleAsses­so­ra­to alla Cresci­ta cul­tur­ale – Sovrin­ten­den­za Capi­toli­na ai Beni Cul­tur­ali.

Oltre alle collezioni per­ma­nen­ti dei Musei, è pos­si­bile vis­itare gra­tuita­mente le tante mostre in cor­so a esclu­sione del­la mostra al Museo di Roma a Palaz­zo Braschi dal tito­lo Roma nel­la cam­era oscu­ra e del­la mostra Clau­dio Imper­a­tore al Museo dell’Ara Pacis.

Nei Musei del­la Cap­i­tale sono molte e varie le mostre da vis­itare durante il fine set­ti­mana tra cui ai Musei Capi­toli­ni, nelle sale al piano ter­ra di Palaz­zo dei Con­ser­va­tori, Roma. Il rac­con­to di 100 donne, un viag­gio lun­go 18 mesi alla scop­er­ta di realtà che rac­con­tano la diver­sità e le con­trad­dizioni che ani­mano la cit­tà; inoltre, anco­ra in cor­so, sem­pre ai Musei Capi­toli­ni, la mostra La Roma dei Re. Il rac­con­to dell’archeologia. 

Al Museo di Roma in Traste­vere inau­gu­ra Memo­ria del Perù, una mostra fotografi­ca con sto­rie di con­quista e migrazione che coin­vol­go­no la soci­età, la cul­tura e la geografia di un intero paese.

Ai Mer­cati di Tra­iano pros­egue Mor­tali Immor­tali, tesori del Sichuan nell’antica Cina, che pre­sen­ta reper­ti in bron­zo, oro, gia­da e ter­ra­cot­ta, data­bili dall’età del bron­zo (II mil­len­nio a.C.) fino all’epoca Han (II sec­o­lo d.C.) prove­ni­en­ti da impor­tan­ti isti­tuzioni cine­si. Due le mostre in cor­so al Museo Car­lo Bilot­ti di Vil­la Borgh­ese: oltre ai quadri e carte di Vin­cen­zo Sco­lamiero del­la per­son­ale inti­to­la­ta Del­la dec­li­nante ombra, cura­ta da Gabriele Simongi­ni, è in cor­so La feri­ta del­la bellez­za. Alber­to Bur­ri e il Grande Cret­to di Gibel­li­na, sull’opera di Land Art più grande al mon­do ded­i­ca­ta al paese di Gibel­li­na, dis­trut­to dal ter­re­mo­to nel­la Valle del Belice del 1968

Al Casi­no dei Prin­cipi di Vil­la Tor­lonia pros­egue Dis­cre­to con­tin­uo — Alber­to Bar­di. Dip­in­ti 1964/1984 e alla Casi­na delle Civette Il mito riv­is­i­ta­to. Le maschere arcaiche del­la Basil­i­ca­ta, 38 opere tra maschere e scul­ture real­iz­zate dall’artista Nico­la Toce nar­ra­tri­ci di sto­rie legate ai ter­ri­tori lucani e alle loro tradizioni.

Al Museo di Roma in Traste­vere oltre a UNSEEN / NON VISTI — un viag­gio fotografi­co in un’Europa sconosci­u­ta, tagli­a­ta fuori dal­lo svilup­po eco­nom­i­co, dall’attenzione del­la polit­i­ca e dei media — inau­gu­ra Memo­ria del Perù, una mostra fotografi­ca che illus­tra sto­rie di con­quista e migrazione con gli ele­men­ti sociali, cul­tur­ali e geografi­ci di un intero paese.

Al Museo di Scul­tura Anti­ca Gio­van­ni Bar­rac­co con­tin­ua l’esposizione ded­i­ca­ta all’archeologo e mer­cante d’arte Lud­wig Pol­lak (Pra­ga 1868 – Auschwitz 1943), che rac­con­ta la sto­ria pro­fes­sion­ale e per­son­ale del grande collezion­ista, le sue orig­i­ni nel ghet­to di Pra­ga, gli anni d’oro del collezion­is­mo inter­nazionale fino alla trag­i­ca fine nel cam­po di ster­minio di Auschwitz-Birke­nau.

La Cen­trale Mon­temar­ti­ni accoglie un’importante novità all’interno del pro­prio per­cor­so muse­ale. Gra­zie all’iniziativa i “Cap­ola­vori da sco­prire”, il pub­bli­co può ammi­rare il restau­ro e il nuo­vo alles­ti­men­to del rilie­vo funer­ario di tar­da età repub­bli­cana che raf­figu­ra il for­naio Mar­co Vir­gilio Eurisace, ric­co lib­er­to di orig­ine gre­ca, e sua moglie Atis­tia.

Da non perdere, alla Gal­le­ria d’Arte Mod­er­naDonne. Cor­po e immag­ine tra sim­bo­lo e riv­o­luzione, una rif­les­sione sul­la figu­ra fem­minile attra­ver­so artisti che han­no rap­p­re­sen­ta­to e cel­e­bra­to le donne nelle diverse cor­ren­ti artis­tiche e tem­perie cul­tur­ali tra fine Otto­cen­to, lun­go tut­to il Nove­cen­to e fino ai giorni nos­tri. Nel chiostro-gia­rdi­no del­la Gal­le­ria, inoltre, l’installazione eti­ca di Anto­nio Frad­do­sio Le tute e l’acciaio, ded­i­ca­ta agli operai dell’Ilva e alla cit­tà di Taran­to, pro­ro­ga­ta fino al 5 mag­gio 2019.

Anche domeni­ca 7 aprile sarà pos­si­bile, per chi risiede o stu­dia a Roma, acquistare la MIC, la card che al cos­to di 5 euro per­me­tte l’ingresso illim­i­ta­to negli spazi del Sis­tema dei Musei Civi­ci di Roma per 12 mesi. Con la MIC  sono gra­tu­ite le vis­ite e le attiv­ità didat­tiche che rien­tra­no nel bigli­et­to d’ingresso al museo a cura dei fun­zionari del­la Sovrin­ten­den­za Capi­toli­na, men­tre non sono com­p­rese le mostre al Museo di Roma a Palaz­zo Braschi e al Museo dell’Ara Pacis. Per infor­mazioni www.museiincomuneroma.it

 

MOSTRE IN CORSO

 

MUSEI CAPITOLINI

La Roma dei Re. Il rac­con­to dell’Archeologia. Pro­ro­ga­ta fino al 5 mag­gio 2019 (Palaz­zo Caf­farel­li e Area del Tem­pio di Giove di Palaz­zo dei Con­ser­va­tori). La fase più anti­ca del­la sto­ria di Roma è illus­tra­ta ricostru­en­do cos­tu­mi, ide­olo­gie, capac­ità tec­niche, con­tat­ti con ambiti cul­tur­ali diver­si, trasfor­mazioni sociali e cul­tur­ali delle comu­nità che vive­vano quan­do Roma, sec­on­do le fonti storiche, era gov­er­na­ta da re.

Roma. Il rac­con­to di Cen­to Donne. Fino al 12 mag­gio a Palaz­zo dei Con­ser­va­tori — Sale piano ter­ra.

Un viag­gio, libero da giudizi e pregiudizi, lun­go 18 mesi alla scop­er­ta di realtà capaci di rac­con­tare le diver­sità e le innu­merevoli con­trad­dizioni che ani­mano la Cap­i­tale.

La mostra cos­ti­tu­isce un’occasione uni­ca per riper­cor­rere la sto­ria degli ulti­mi tre con­cili dell’età mod­er­na.

www.museicapitolini.org

 

GALLERIA D’ARTE MODERNA

Donne. Cor­po e immag­ine tra sim­bo­lo e riv­o­luzione. Fino al 13 otto­bre 2019

La figu­ra fem­minile attra­ver­so artisti che han­no rap­p­re­sen­ta­to e cel­e­bra­to le donne nelle diverse cor­ren­ti artis­tiche e tem­perie cul­tur­ali tra fine Otto­cen­to, lun­go tut­to il Nove­cen­to e fino ai giorni nos­tri.

Anto­nio Frad­do­sio. Le tute e l’acciaio. Pro­ro­ga­ta fino al 5 mag­gio 2019

Un’installazione eti­ca, un mon­u­men­to anti­re­tori­co ded­i­ca­to agli operai dell’Ilva e alla cit­tà di Taran­to.

www.galleriaartemodernaroma.it

 

MUSEO DI ROMA

Roma nel­la cam­era oscu­ra. Fotografie del­la cit­tà dall’ottocento a oggi. Fino al 22 set­tem­bre 2019

Mostra a paga­men­to anche per i pos­ses­sori del­la MIC card

L’arte fotografi­ca a Roma dal­la nasci­ta del­la fotografia ai giorni nos­tri.

www.museodiroma.it

 

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE

UNSEEN / NON VISTI. Fino al 26 mag­gio 2019

Un viag­gio fotografi­co in un’Europa sconosci­u­ta, tagli­a­ta fuori dal­lo svilup­po eco­nom­i­co, dall’attenzione del­la polit­i­ca e dei media.

Memo­ria del Perù. Fino al 26 mag­gio 2019

Mostra fotografi­ca che illus­tra sto­rie di con­quista e migrazione con gli ele­men­ti sociali, cul­tur­ali e geografi­ci di un intero paese.

www.museodiromaintrastevere.it

 

MUSEI DI VILLA TORLONIA

Casi­no dei Prin­cipi

Dis­cre­to con­tin­uo — Alber­to Bar­di. Dip­in­ti 1964 / 1984. Pro­ro­ga­ta fino al 5 mag­gio 2019

La mostra riper­corre la ricer­ca artis­ti­ca di Aber­to Bar­di da una fase fig­u­ra­ti­va iniziale a una pit­tura più ges­tuale, a un ulte­ri­ore cam­bi­a­men­to in sen­so strut­tural­ista fino al peri­o­do, inter­es­sante e affasci­nante, delle tex­tures ottenute con un pro­ced­i­men­to inno­v­a­ti­vo, attra­ver­so un sis­tema di matri­ci pastel­late. Esposti per la pri­ma vol­ta alcu­ni fogli di gior­nale (soprat­tut­to L’Espresso), real­iz­za­ti da Bar­di nel­la sec­on­da metà degli anni ’60. Sono pen­nel­late rapi­de, di get­to, nel ten­ta­ti­vo di sin­te­tiz­zare col­ori, gesto e istin­to cre­ati­vo. Chi­ude la mostra un’ampia doc­u­men­tazione fotografi­ca, rel­a­ti­va agli anni in cui l’artista rico­prì il ruo­lo di Diret­tore del­la Casa del­la Cul­tura di Roma.

Casi­na delle civette

Il mito riv­is­i­ta­to. Le maschere arcaiche del­la Basil­i­ca­ta. Fino al 28 aprile 2019

38 opere tra maschere e scul­ture real­iz­zate dall’artista Nico­la Toce nar­ra­tri­ci di sto­rie, legate ai ter­ri­tori lucani e alle loro tradizioni. Un viag­gio nel­lo spazio e nel tem­po alla scop­er­ta di sto­rie e cronache di vita fra natu­ra imper­via e borghi accogli­en­ti

www.museivillatorlonia.it

 

MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO E MUSEO EBRAICO DI ROMA

Lud­wig Pol­lak (Pra­ga 1868 — Auschwitz 1943) arche­ol­o­go e mer­cante d’arte. Fino al 5 mag­gio 2019

Le opere in mostra riper­cor­rono la sto­ria pro­fes­sion­ale e per­son­ale del grande collezion­ista: dalle sue orig­i­ni nel ghet­to di Pra­ga, agli anni d’oro del collezion­is­mo inter­nazionale, alla trag­i­ca fine nel cam­po di ster­minio di Auschwitz-Birke­nau.

www.museobarracco.it

 

MERCATI DI TRAIANOMUSEO DEI FORI IMPERIALI

Mor­tali Immor­tali, tesori del Sichuan nell’antica Cina. Fino al 18 otto­bre 2019

La mostra pre­sen­ta reper­ti in bron­zo, oro, gia­da e ter­ra­cot­ta, data­bili dall’età del bron­zo (II mil­len­nio a.C.) fino all’epoca Han (II sec­o­lo d.C.) prove­ni­en­ti da impor­tan­ti isti­tuzioni cine­si.

www.mercatiditraiano.it

 

MUSEO CARLO BILOTTI ARANCIERA DI VILLA BORGHESE

Vin­cen­zo Sco­lamiero. Del­la dec­li­nante ombra. Fino al 9 giug­no 2019

I quadri e le carte di Vin­cen­zo Sco­lamiero, nel­la per­son­ale cura­ta da Gabriele Simongi­ni.

La feri­ta del­la bellez­za. Alber­to Bur­ri e il Grande Cret­to di Gibel­li­na Fino al 9 giug­no 2019

Alber­to Bur­ri, chiam­a­to a real­iz­zare un inter­ven­to per la ricostruzione del paese dis­trut­to dal ter­re­mo­to nel­la Valle del Belice del 1968, decide di inter­venire sulle mac­erie del­la cit­tà di Gibel­li­na, cre­an­do l’opera di Land Art più grande al mon­do

www.museocarlobilotti.it

 

MUSEO DELLARA PACIS

Clau­dio Imper­a­tore. Fino al 27 otto­bre 2019

Mostra a paga­men­to anche per i pos­ses­sori del­la MIC card

La mostra rac­con­ta la per­son­al­ità e l’operato dell’imperatore Clau­dio pren­den­do le mosse dal con­fron­to con il cele­bre fratel­lo Ger­man­i­co.

www.arapacis.it

 

CENTRALE MONTEMARTINI

Il rilie­vo funer­ario di Mar­co Vir­gilio Eurisace

Nuo­vo alles­ti­men­to nel­la Sala Colonne con l’antico rilie­vo funer­ario restau­ra­to di Eurisace e Atis­tia. Riprodot­to il con­testo architet­ton­i­co del sepol­cro che ospi­ta­va orig­i­nar­i­a­mente l’opera.

centralemontemartini.org

 

Con­di­vi­di:
error0