Mattia (Pd): il Lazio prima Regione ad istituire un sistema integrato per l’infanzia

Mattia (Pd): il Lazio prima Regione ad istituire un sistema integrato per l’infanzia

29/03/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 861 volte!

FAMIGLIA, MATTIA: “NEL LAZIO IMPEGNO A 360 GRADI SU MINORI E ANZIANI, CONSULTORI E WELFARE. SAREMO LA PRIMA REGIONE IN ITALIA AD ISTITUIRE UN SISTEMA INTEGRATO DI SERVIZI ALL’INFANZIA”

 
“Con il pres­i­dente Nico­la Zin­garet­ti abbi­amo pre­sen­ta­to, poco fa a Palaz­zo Meru­lana, il piano a sosteg­no del­la famiglia del­la Regione Lazio, mis­ure per 40 mil­ioni di euro nel tri­en­nio 2019/2021, su asili nido, anziani, con­sul­tori, lavoro e wel­fare, sociale e sul pos­to di lavoro. Ben 13 mil­ioni di euro sono des­ti­nati alla rete dei con­sul­tori ed una terza azione, da 5 mil­ioni di euro, riguar­da due ban­di che ver­ran­no pub­bli­cati entro giug­no, uno di sosteg­no all’au­toimpiego (da 3.5 mil­ioni) e l’al­tro di wel­fare azien­dale (da 1.,5 mil­ioni). A queste mis­ure si aggiun­gono tut­ti i numerosi inter­ven­ti che la Regione ha fat­to in questi anni a sosteg­no delle donne e delle famiglie, nel sociale, per la salute, nel lavoro e impren­di­to­ria fem­minile, nel­la dife­sa dei dirit­ti e nel con­trasto alla vio­len­za di genere”. 
 
Lo affer­ma Eleono­ra Mat­tia (PD), pres­i­dente del­la IX Com­mis­sione pari oppor­tu­nità, istruzione e dirit­to allo stu­dio e pri­ma fir­mataria del­la pro­pos­ta di legge 0/6, a mar­gine del­la pre­sen­tazione del piano regionale a sosteg­no del­la famiglia illus­tra­to poco fa a Palaz­zo Meru­lana dal pres­i­dente Nico­la Zin­garet­ti.
 
“Un con­testo nel quale si col­lo­ca anche la legge, appe­na incar­di­na­ta in Com­mis­sione, che ci porterà ad essere la pri­ma regione ital­iana a isti­tuire un sis­tema inte­gra­to di edu­cazione e di istruzione dai pri­mi mesi di vita fino a 6 anni, cos­ti­tu­ito da asili nido e servizi educa­tivi per l’in­fanzia, per garan­tire alle bam­bine e ai bam­bi­ni pari oppor­tu­nità di edu­cazione, istruzione, cura, relazione e gio­co, superan­do dis­ug­uaglianze e bar­riere ter­ri­to­ri­ali, eco­nomiche, etniche e cul­tur­ali”.