Roma, Marino e Monterotondo: parte ‘Patti D’Impatto’, progetti per contrastare la povertà educativa

Roma, Marino e Monterotondo: parte ‘Patti D’Impatto’, progetti per contrastare la povertà educativa

26/03/2019 0 Di Michela La Perna

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 505 volte!

“PATTI D’IMPATTO”
Promuovere il benessere e la crescita armonica di minori (dai 5
ai 14 anni) attraverso lo sviluppo di una “Comunità che educa” all’affettività, alle relazioni, all’inclusione e al confronto.

Da Marzo 2019 a Febbraio 2021 a Roma, Marino e Monterotondo.

Il prog­et­to PATTI D’IMPATTO è selezion­a­to da “Con i bam­bi­ni” (http://www.conibambini.it) nell’ambito del Fon­do per il con­trasto del­la povertà educa­ti­va mino­rile ed è gesti­to dal­la Coop­er­a­ti­va Sociale Il Cam­mi­no, coin­vol­gen­do un parte­nar­i­a­to ampio tra Coop­er­a­tive Sociali e isti­tuzioni Sco­las­tiche. L’obiettivo è pro­muo­vere il benessere e la cresci­ta armon­i­ca di minori (dai 5 ai 14 anni) real­iz­zan­do inter­ven­ti di sup­por­to nei con­fron­ti delle famiglie, dei minori stes­si, degli inseg­nan­ti e del­la più ampia comu­nità sociale; attra­ver­so lo svilup­po e il con­sol­i­da­men­to del­la rete dei rap­por­ti strut­turati fra i diver­si attori del ter­ri­to­rio (rete dei servizi – scuole – famiglie) si intende costru­ire una “comu­nità edu­cante” capace di offrire ai ragazzi un con­testo educa­ti­vo volto alla pro­mozione del­lo svilup­po del­la per­sona nei suoi moltepli­ci aspet­ti.

Nel­lo speci­fi­co il prog­et­to pun­ta ad inter­venire sul­la costruzione e il con­sol­i­da­men­to dei lega­mi sociali come con­trasto all’insorgenza di situ­azioni di dis­a­gio che riguardano i minori: dif­fi­coltà di apprendi­men­to, abban­dono sco­las­ti­co, bullis­mo, e iso­la­men­to delle famiglie dall’offerta cul­tur­ale pre­sente nel più ampio con­testo sociale.
La con­quista di tut­to ciò pas­sa nec­es­sari­a­mente attra­ver­so il coin­vol­gi­men­to diret­to di scuole e famiglie, nel ruo­lo di pro­tag­o­nisti attivi del cam­bi­a­men­to, in stret­ta col­lab­o­razione con le isti­tuzioni e le realtà educa­tive ter­ri­to­ri­ali allo scopo di costru­ire pat­ti educa­tivi ter­ri­to­ri­ali che san­cis­cano l’architettura inno­v­a­ti­va delle relazioni e delle risorse messe a dis­po­sizione del proces­so educa­ti­vo delle gio­vani gen­er­azioni.

Il prog­et­to è real­iz­za­to da un parte­nar­i­a­to com­pos­to da 5 coop­er­a­tive sociali e 5 Isti­tu­ti Com­pren­sivi su 5 ter­ri­tori diver­si:

  • Il Cam­mi­no Coop­er­a­ti­va Sociale Onlus (capofi­la) — Isti­tu­to Com­pren­si­vo “Via Posei­done” in via Posei­done 66, Munici­pio VI (Roma, Torre Angela);
  • Folias Coop­er­a­ti­va Sociale – Isti­tu­to Com­pren­si­vo “Gio­vagno­li” in via Tici­no 72, Comune di Mon­tero­ton­do;
  • Par­sec Coop­er­a­ti­va Sociale – Isti­tu­to Com­pren­si­vo “Sesa­mi” in via dei Sesa­mi 20, Munici­pio V (Roma, Cen­to­celle);
  • Coop­er­a­ti­va Sociale Eure­ka I Onlus – Isti­tu­to Com­pren­si­vo “Via Casa­lot­ti” in via Casa­lot­ti 259, Munici­pio XIII (Roma, Casa­lot­ti);
  • Coop­er­a­ti­va Sociale Magliana 80 Onlus – Isti­tu­to Com­pren­si­vo “Mari­no Cen­tro” in via Olo Albani snc, Comune di Mari­no.

Sono inoltre coin­volti nel parte­nar­i­a­to la Fon­dazione Eco­sis­te­mi (che si occu­perà di curare il per­cor­so for­ma­ti­vo di edu­cazione al con­sumo ali­menta­re) e il Dipar­ti­men­to di Man­age­ment e Dirit­to dell’Università degli Stu­di di Roma Tor Ver­ga­ta (cui sono affi­date tutte le attiv­ità di mon­i­tor­ag­gio, val­u­tazione e val­u­tazione d’impatto dell’intervento).

 

  • Nel mese di mar­zo han­no pre­so il via i pri­mi lab­o­ra­tori emo­tivi in classe riv­olti agli stu­den­ti di Roma, Mari­no e Mon­tero­ton­do e nel mese di aprile entr­eran­no nel vivo  tutte le altre attiv­ità, tutte esclu­si­va­mente gra­tu­ite, riv­olte a stu­den­ti, inseg­nan­ti e gen­i­tori e pre­viste per i prossi­mi due anni.
Attività previste sino a Febbraio 2021:

Per educare alle relazioni e all’affettività:

  • Grup­pi tem­ati­ci gen­i­tori-ragazzi: per favorire il con­fron­to e la comu­ni­cazione sug­li aspet­ti più crit­i­ci dell’adolescenza, dei rap­por­ti sen­ti­men­tali, del­la ses­su­al­ità e del­lo svin­co­lo dal­la famiglia. Con l’aiuto e la facil­i­tazione di oper­a­tori esper­ti di dinamiche famil­iari e ado­lescen­ziali ver­rà costru­ito il vade­me­cum delle “10 regole del­la comu­ni­cazione”. (Roma, Mari­no, Mon­tero­ton­do)
  • Sportel­li di ascolto e con­sulen­za psi­co­log­i­ca nelle scuole: riv­olti a stu­den­ti, gen­i­tori ed inseg­nan­ti, for­niscono un servizio di infor­mazione, con­sulen­za e sosteg­no final­iz­za­to alla pro­mozione del­la salute e alla pre­ven­zione del dis­a­gio, in par­ti­co­lare quel­lo col­le­ga­to ai pas­sag­gi del ciclo sco­las­ti­co. (Roma Munici­pio VI, Mari­no)
  • Sportel­lo di infor­mazione e ori­en­ta­men­to ver­so i servizi socio-san­i­tari ed educa­tivi: riv­olto prin­ci­pal­mente alle famiglie e ai cit­ta­di­ni del ter­ri­to­rio e utile a conoscere le risorse eco­nomiche e sociali disponi­bili. (Sportel­lo ubi­ca­to a Via Stampi­ni 10, Casa­lot­ti)
  • Super­vi­sione Inseg­nan­ti: spazio strut­tura­to a dis­po­sizione del cor­po docente degli isti­tu­ti, final­iz­za­to ad esplo­rare lo stile di inter­azione, lo stile educa­ti­vo, le aspet­ta­tive che inter­ven­gono nel­lo svilup­po delle relazioni all’interno del grup­po classe e con le famiglie. (Roma, Mari­no, Mon­tero­ton­do)
  • Lab­o­ra­tori emo­tivi in classe: strut­turati in 2 per­cor­si riguardan­ti l’educazione all’empatia e la con­sapev­olez­za emo­ti­va, sono final­iz­za­ti a pro­muo­vere effi­caci stili relazion­ali, conoscen­za di sé, qual­ità del­la comu­ni­cazione inter­per­son­ale e capac­ità di inte­grazione cul­tur­ale. (Roma, Mari­no, Mon­tero­ton­do)

Per il poten­zi­a­men­to del­la comu­nità edu­cante:

  • Pro­mozione di pat­ti educa­tivi ter­ri­to­ri­ali attra­ver­so l’individuazione dei part­ner e degli attori del­la rete utili alla loro costruzione: co-prog­et­tazione ter­ri­to­ri­ale utile ad aumentare l’efficacia degli inter­ven­ti attra­ver­so il coin­vol­gi­men­to delle scuole, dei servizi del pub­bli­co e del pri­va­to sociale, dei comu­ni, delle asso­ci­azioni ter­ri­to­ri­ali laiche e reli­giose e del­la rete for­male e infor­male del­la per­sona. (Roma, Mari­no, Mon­tero­ton­do)
  • Cor­so di for­mazione per inseg­nan­ti sul­la comu­ni­cazione scuo­la-famiglia: inter­ven­ti for­ma­tivi sull’educazione alla proso­cial­ità riv­olti ad inseg­nan­ti e gen­i­tori con l’obiettivo di favorire l’emersione delle abil­ità sociali e per­son­ali utili a miglio­rare la con­viven­za e la comu­ni­cazione. (Roma, Mari­no, Mon­tero­ton­do)
  • Per­cor­so for­ma­ti­vo di edu­cazione al con­sumo ali­menta­re: imple­men­ta­to dal­la Fon­dazione Eco­sis­te­mi e riv­olto ad oper­a­tori, inseg­nan­ti, stu­den­ti e gen­i­tori. Il per­cor­so è ori­en­ta­to alla real­iz­zazione di un orto e all’attivazione di grup­pi di acquis­to con l’obiettivo di pro­muo­vere i pro­ces­si parte­ci­pa­tivi real­iz­zan­do attiv­ità di edu­cazione al con­sumo sosteni­bile, coin­vol­gen­do le mense sco­las­tiche e pro­po­nen­do, così, un’alimentazione sana e a km zero. (Roma, Mari­no, Mon­tero­ton­do)
  • Work­shop: momen­ti di con­fron­to e appro­fondi­men­to riv­olti agli inseg­nan­ti e riguardan­ti le tem­atiche dell’inclusività, dei bisog­ni educa­tivi spe­ciali e dell’intercultura nell’ambito sco­las­ti­co; la ges­tione dei con­flit­ti, il ruo­lo delle nuove tec­nolo­gie e infine, il fenom­e­no del bullis­mo e del cyber­bullis­mo. (Roma, Mari­no, Mon­tero­ton­do)

Per il raf­forza­men­to delle com­pe­ten­ze dei minori

  • Attiv­ità in orario extrasco­las­ti­co: lab­o­ra­tori di sup­por­to allo svol­gi­men­to dei com­pi­ti e di sosteg­no alla preparazione degli esa­mi di licen­za media; per quan­to riguar­da gli stu­den­ti stranieri sono pre­visti lab­o­ra­tori di sosteg­no all’apprendimento dell’italiano. Inoltre sono attivi lab­o­ra­tori su lin­guag­gi artis­ti­ci diver­si e/o tec­nolo­gie audio – video per la real­iz­zazione di prodot­ti cre­ativi sui temi: “il nos­tro quartiere”, “il cibo e la cul­tura”. (Roma, Mari­no, Mon­tero­ton­do)
  • Attiv­ità in orario sco­las­ti­co – inter­ven­ti speci­fi­ci: di tipo didattico/educativi utili all’individuazione delle strate­gie e metodolo­gie più effi­caci a real­iz­zare la piena parte­ci­pazione degli stu­den­ti con BES (Bisog­ni Educa­tivi Spe­ciali) e il loro coin­vol­gi­men­to nei pro­ces­si di apprendi­men­to dell’intero grup­po classe. (Roma)
  • Attiv­ità in orario sco­las­ti­co – ori­en­ta­men­to: final­iz­za­ta a ren­dere più con­sapevoli i ragazzi riguar­do ai loro inter­es­si, atti­tu­di­ni e com­pe­ten­ze attra­ver­so un per­cor­so basato sull’aumento del­la con­sapev­olez­za di sé e la val­oriz­zazione delle com­pe­ten­ze trasver­sali utili al pas­sag­gio di liv­el­lo sco­las­ti­co. (Roma, Mari­no, Mon­tero­ton­do)

Per la val­oriz­zazione del­la scuo­la e dei luoghi di apprendi­men­to

  • Attiv­ità di cura degli spazi comu­ni: per­cor­so con­di­vi­so e parte­ci­pa­to da stu­den­ti, inseg­nan­ti e gen­i­tori, riguar­da la cura e il miglio­ra­men­to degli spazi pub­bli­ci, la real­iz­zazione di murales e inter­ven­ti artis­ti­ci negli ambi­en­ti sco­las­ti­ci, la cura dell’orto e la real­iz­zazione di inizia­tive sul tema dell’orticultura e delle spezie. (Roma, Mari­no, Mon­tero­ton­do)
  • Even­ti di ani­mazione ter­ri­to­ri­ale real­iz­za­ti all’interno degli edi­fi­ci sco­las­ti­ci e aper­ti a tut­ti gli abi­tan­ti del ter­ri­to­rio e riguardan­ti vari ambiti tra cui: pre­sen­tazione delle attiv­ità real­iz­zate dal­la scuo­la, cicli di proiezioni su tem­atiche sen­si­bili, grup­pi di lavoro inter­gen­er­azion­ali sul­la memo­ria stor­i­ca del quartiere, gior­nate pub­bliche di appro­fondi­men­to e con­fron­to sulle prin­ci­pali prob­lem­atiche del­la scuo­la e del ter­ri­to­rio, attiv­ità estive di knowl­edge shar­ing (con­di­vi­sione di conoscen­ze), gior­nate di aper­tu­ra al quartiere delle strut­ture e attrez­za­ture sco­las­tiche. (Roma, Mari­no, Mon­tero­ton­do)
  • Aper­tu­ra nei peri­o­di estivi – Sum­mer School: saran­no real­iz­zate attiv­ità a carat­tere ludi­co, con il ricor­so ad approc­ci inno­v­a­tivi per l’apprendimento, priv­i­le­gian­do il lavoro in grup­pi ed uti­liz­zan­do l’arte ed il gio­co come mez­zo per l’acquisizione di com­pe­ten­ze di tipo logi­co-matem­ati­co e di espres­sione lin­guis­ti­ca. In prossim­ità del­la ripresa sco­las­ti­ca si priv­i­legeran­no poi attiv­ità mag­gior­mente focal­iz­zate sull’apprendimento delle materie cur­ric­u­lari. (Roma, Mari­no, Mon­tero­ton­do).

“Il prog­et­to è sta­to selezion­a­to da Con i Bam­bi­ni nell’ambito del Fon­do per il con­trasto del­la povertà educa­ti­va mino­rile. Il Fon­do nasce da un’intesa tra le Fon­dazioni di orig­ine ban­car­ia rap­p­re­sen­tate da Acri, il Forum Nazionale del Ter­zo Set­tore e il Gov­er­no. Sostiene inter­ven­ti final­iz­za­ti a rimuo­vere gli osta­coli di natu­ra eco­nom­i­ca, sociale e cul­tur­ale che impedis­cono la piena fruizione dei pro­ces­si educa­tivi da parte dei minori. Per attuare i pro­gram­mi del Fon­do, a giug­no 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bam­bi­ni, orga­niz­zazione sen­za scopo di lucro intera­mente parte­ci­pa­ta dal­la Fon­dazione CON IL SUD  — www.conibambini.org

Partenariato
  • ROMA, TORRE ANGELA:
  • Il Cam­mi­no Coop­er­a­ti­va Sociale Onlus (capofi­la)
  • Isti­tu­to Com­pren­si­vo “Via Posei­done”

 

  • ROMA, CENTOCELLE:
  • Par­sec Coop­er­a­ti­va Sociale
  • Isti­tu­to Com­pren­si­vo “Sesa­mi”

 

  • ROMA CASALOTTI:
  • Coop­er­a­ti­va Sociale Eure­ka I Onlus
  • Isti­tu­to Com­pren­si­vo “Via Casa­lot­ti”

 

  • MONTEROTONDO:
  • Folias Coop­er­a­ti­va Sociale
  • Isti­tu­to Com­pren­si­vo “Gio­vagno­li”

 

  • MARINO:
  • Coop­er­a­ti­va Sociale Magliana 80 Onlus
  • Isti­tu­to Com­pren­si­vo “Mari­no Cen­tro”

 

  • Fon­dazione Eco­sis­te­mi

 

  • Dipar­ti­men­to di Man­age­ment e Dirit­to dell’Università degli Stu­di di Roma Tor Ver­ga­ta.