FEDERLAZIO ENTRA IN CONFIMI INDUSTRIA

FEDERLAZIO ENTRA IN CONFIMI INDUSTRIA

20/03/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 185 volte!

La Confederazione nazionale rappresenta ora 40 mila imprese per 495 mila lavoratori e un fatturato aggregato di 80 miliardi di euro

Fed­er­lazio entra in Con­fi­mi Indus­tria, la Con­fed­er­azione dell’Industria Man­i­fat­turi­era Ital­iana e dell’Impresa Pri­va­ta. Nei giorni scor­si si è con­clu­so infat­ti l’iter di ade­sione di Fed­er­lazio all’interno del­la Con­fed­er­azione nazionale.

A darne annun­cio il Pres­i­dente di Con­fi­mi Indus­tria Pao­lo Agnel­li ed il Pres­i­dente di Fed­er­lazio Sil­vio Rossig­no­li.

Un nuo­vo pre­sidio, quin­di, per la Con­fed­er­azione dell’industria man­i­fat­turi­era ital­iana e dell’impresa pri­va­ta che aggre­ga ora a sé il sis­tema pro­dut­ti­vo laziale di Fed­er­lazio: oltre 3.200 imp­rese, cir­ca 70.000 addet­ti, un fat­tura­to aggre­ga­to ann­uo che supera i 10 mil­iar­di di euro.

Il sis­tema Con­fi­mi, gra­zie a ques­ta unione, rap­p­re­sen­ta ora cir­ca 40 mila imp­rese per 495 mila lavo­ra­tori ed un fat­tura­to aggre­ga­to di qua­si 80 mil­iar­di di euro.

Un sodal­izio che va oltre la rap­p­re­sen­tan­za ter­ri­to­ri­ale e che vede raf­forza­to il fronte comune del­la val­oriz­zazione e del­la mod­ern­iz­zazione del­la cul­tura d’impresa, delle relazioni indus­tri­ali, la dif­fu­sione dell’innovazione tec­no­log­i­ca, del­la dig­i­tal­iz­zazione, del­la finan­za inno­v­a­ti­va, dei pro­ces­si di inter­nazion­al­iz­zazione e del­la for­mazione.

Fed­er­lazio rap­p­re­sen­ta oggi 21 diverse cat­e­gorie mer­ce­o­logiche (Aerospazio e Sicurez­za, Ali­menta­re, Arredo, Ceram­i­ca, Chim­i­ca, Com­mer­cio, Dis­tribuzione, Edilizia, Ener­gia e Ambi­ente, Impian­tis­ti­ca, Indus­tria Cul­tur­ale, Indus­tria Estrat­ti­va, Infor­mat­i­ca, Metalmec­ca­ni­ca, Moda, Salute, San­ità Pri­va­ta, Servizi, Servizi di Con­sulen­za, Trasporti e Logis­ti­ca, Tur­is­mo)  attra­ver­so un radica­men­to cap­il­lare sul ter­ri­to­rio nel pieno stile Con­fi­mi Indus­tria, snel­la nei ver­ti­ci e ben pre­sente e atti­va sul cam­po.

Si trat­ta di un pas­so molto impor­tante per la Con­fed­er­azione a tes­ti­mo­ni­an­za del nos­tro impeg­no nell’attività di rap­p­re­sentare le imp­rese pri­vate — spie­ga Pao­lo Agnel­li, Pres­i­dente di Con­fi­mi Indus­tria - Roma e il Lazio non sono solo i luoghi del­la polit­i­ca, ma vedono rad­i­cate aziende, colonne por­tan­ti del Made in Italy, e insieme pos­si­amo costru­ire pon­ti impor­tan­ti relazion­ali e di fil­iera” E anco­ra Agnel­li “Siamo molti con­tenti di questo binomio e del­la scelta di Fed­er­lazio. Cre­do che insieme potrem­mo anco­ra di più miglio­rare quel­lo che è il tes­su­to dell’industria ital­iana pri­va­ta, delle Pmi del nos­tro paese attra­ver­so una vera azione di polit­i­ca indus­tri­ale per il bene delle nos­tre aziende, del tes­su­to in cui ope­ri­amo e dei nos­tri lavo­ra­tori”.

Siamo feli­ci ed estrema­mente sod­dis­fat­ti di entrare a far parte di una grande realtà asso­cia­ti­va nazionale quale è Con­fi­mi Indus­tria – ha dichiara­to il Pres­i­dente di Fed­er­lazio, Sil­vio Rossig­no­li -. Abbi­amo vis­to in Con­fi­mi un con­teni­tore dove Fed­er­lazio tro­verà gli spazi nec­es­sari per raf­forzare quelle azioni che da oltre 50 anni con­trad­dis­tin­guono la nos­tra Asso­ci­azione e che pun­tual­mente met­ti­amo in atto. Siamo sicuri che da questo rap­por­to ci raf­forz­er­e­mo entram­bi, abbi­amo le stesse idee e prin­cipi e ci con­trad­dis­tingue anche la stes­sa voglia di intrapren­den­za nel lavoro che svol­giamo quo­tid­i­ana­mente. Siamo altresì con­vin­ti che gra­zie a questo nuo­vo rap­por­to, Fed­er­lazio rius­cirà a dare risposte sem­pre più pun­tu­ali e pre­cise alle richi­este delle aziende. Insieme – con­clude Rossig­no­li — raf­forz­er­e­mo ancor di più la rap­p­re­sen­tan­za delle Pmi non solo a liv­el­lo locale ma anche in ambito nazionale”.