La giunta M5S cade a Genzano. Le reazioni della politica

La giunta M5S cade a Genzano. Le reazioni della politica

19/03/2019 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 356

Pd Genzano: “Lorenzon si dimetta, ma la destra genzanese è sua complice”

L’esperienza del Movi­men­to 5 Stelle al gov­er­no di Gen­zano è politi­ca­mente fini­ta. La notizia delle dimis­sioni alla spic­ci­o­la­ta di ben 6 con­siglieri del grup­po M5S, rap­p­re­sen­tano per approssi­mazione giuridi­ca e dis­or­dine politi­co, una per­fet­ta sin­te­si, di ques­ta fal­li­menta­re leg­is­latu­ra.

Al sin­da­co Loren­zon, prin­ci­pale respon­s­abile politi­co del­lo sta­tus quo, ora — ci dicono — in viag­gio ver­so il Giap­pone, chiedi­amo le imme­di­ate dimis­sioni e anzi gli con­sigliamo, appe­na giun­to in ter­ra nip­pon­i­ca, di recar­si pres­so l’ambasciata ital­iana per for­mal­iz­zarle. Così facen­do risparmierebbe a Gen­zano una ulte­ri­ore ago­nia, polit­i­ca e giuridi­ca sulle sor­ti del con­siglio comu­nale, già fin trop­po oltrag­gia­to in questi anni, da una con­dot­ta polit­i­ca irre­spon­s­abile.

Alla destra che oggi stru­men­tal­mente esul­ta per la cadu­ta di Loren­zon ricor­diamo che il Movi­men­to Cinque Stelle ha vin­to le ultime elezioni gra­zie ai loro voti con­ces­si al bal­lot­tag­gio del 2016 e dal loro mal­cela­to sosteg­no durante questi anni in con­siglio comu­nale.

Stru­men­tali mozioni di sfidu­cia, pre­sen­tate a uso medi­ati­co dagli espo­nen­ti del­la destra gen­zanese, non servi­ran­no a nascon­dere le loro cor­re­spon­s­abil­ità in mer­i­to all’attuale sta­to del­la nos­tra cit­tà. Ricor­diamo bene illus­tri espo­nen­ti del­la destra, più o meno civi­ca, gen­zanese fes­teggia­re in piaz­za insieme al Movi­men­to Cinque Stelle la vit­to­ria elet­torale.

Anche su questo i cit­ta­di­ni di Gen­zano saran­no chia­mati ai voto, aus­pichi­amo al più presto pos­si­bile”. Così in una nota il cir­co­lo del Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co di Gen­zano.

LIBANORI: GENZANO È LIBERA

Finisce la pes­si­ma espe­rien­za a 5 stelle nel comune di Gen­zano, 3 anni di scar­si risul­tati, cam­bi di poltrone e caos totale che han­no bloc­ca­to lo svilup­po tur­is­ti­co ed eco­nom­i­co.
Bene han­no fat­to i con­siglieri di mag­gio­ran­za che si sono resi con­to del l’esigenza di un cam­bio di mar­cia impos­si­bile con ques­ta ammin­is­trazione gui­da­ta da un sin­da­co evi­den­te­mente non all’altezza del ruo­lo asseg­natogli dai cit­ta­di­ni che, volen­terosi di un cam­bi­a­men­to, han­no vota­to in mas­sa il movi­men­to 5 stelle.
Prog­et­to come preved­i­bile fal­li­menta­re non solo a Gen­zano ma in tut­ti i comu­ni che han­no mes­so nelle mani di ines­per­ti i pro­pri ter­ri­tori, la polit­i­ca è una cosa seria, non si può e non si deve improvvis­are. A Gen­zano i cit­ta­di­ni lo han­no purtrop­po impara­to a loro spese.
Il para­dos­so è che gli altri 4 espo­nen­ti pen­tastel­lati abbiano pro­to­col­la­to le pro­prie dimis­sioni col Sin­da­co in parten­za ver­so Tokyo. Quest’ultimo sco­prirà la notizia una vol­ta sbar­ca­to in ter­ra nip­pon­i­ca, seg­nale evi­dente del­la totale assen­za di trasparen­za sia con i cit­ta­di­ni che con l’amministrazione stes­sa.
Durante il peri­o­do di com­mis­sari­a­men­to, sarà dovere delle forze di cen­tro destra costru­ire una val­i­da alter­na­ti­va per risoll­e­vare le sor­ti di questo ter­ri­to­rio che meri­ta di più, un grup­po serio e com­pe­tente che abbia a cuore il benessere dei cit­ta­di­ni che avrà l’onore di rap­p­re­sentare. — lo scrive in una nota il con­sigliere del­la Cit­tà Met­ro­pol­i­tana di Roma Cap­i­tale Gio­van­ni Libanori. 

GENZANO, PALOZZI: “LORENZON E M5S AL CAPOLINEA

Dopo tre anni di nul­la ammin­is­tra­ti­vo e una cit­tà por­ta­ta allo sban­do, l’amministrazione gril­li­na di Gen­zano di Roma è ormai al capo­lin­ea: nelle ultime ore si sono dimes­si 4 con­siglieri di mag­gio­ran­za, al pari di quan­to fat­to nei giorni scor­si da altri due col­leghi M5S. Il sin­da­co Loren­zon dunque non ha più i numeri per gov­ernare, liberan­do di fat­to la cit­tad­i­na castel­lana da inadeguatez­za polit­i­ca e inef­fi­cien­za isti­tuzionale. L’auspicio, adesso, è che le forze civiche e politiche di cen­trode­stra com­in­ci­no a lavo­rare insieme al fine di resti­tuire ai cit­ta­di­ni di Gen­zano un gov­er­no forte, uni­to e sta­bile”. Così, in una nota, il con­sigliere regionale del Lazio, Adri­ano Palozzi.

Andreassi (PD): “Genzanesi vaccinati dall’M5S, ora tutti uniti contro la destra”

Alcu­ni sosten­gono che a volte gli ital­iani han­no bisog­no di essere politi­ca­mente vac­ci­nati per com­pren­dere i rischi e i peri­coli di una cul­tura polit­i­ca al gov­er­no. Gli ital­iani si stan­no vac­ci­nan­do con il gov­er­no dei sovranisti e già in molti si stan­no ricre­den­do. I cit­ta­di­ni di Gen­zano sono un pas­so avan­ti aven­do sper­i­men­ta­to in pri­ma per­sona il fal­li­men­to politi­co e umano del Movi­men­to 5 Stelle che in questi giorni sta met­ten­do in sce­na le sue comiche finali.

Ai cit­ta­di­ni di Gen­zano che saran­no chia­mati, spero quan­to pri­ma al voto, dico che il vac­ci­no al Cinque Stelle è servi­to e quel­la pag­i­na polit­i­ca è chiusa per sem­pre, ma all’orizzonte non sono scom­par­si tut­ti i rischi.

L’avversario di Gen­zano, adesso, è la destra: una nuo­va destra a trazione leghista, rad­i­cale, anti­nazionale ed antipopo­lare, molto più peri­colosa del­lo stes­so berlus­con­is­mo di cui è figlia. Se come sono cer­to il vac­ci­no è servi­to occorre voltare pag­i­na e lavo­rare tut­ti insieme affinché Gen­zano pos­sa tornare ad essere una comu­nità lib­era e sol­i­dale che guar­da con sper­an­za ad un futuro di svilup­po.

Su ques­ta lin­ea il Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co c’è e ci sarà, per­ché ha impara­to dai suoi errori del pas­sato ed è pron­to a costru­ire insieme un nuo­vo prog­et­to per ques­ta cit­tà attorno a cui chia­mare a rac­col­ta tutte le forze politiche, civiche e sociali che amano Gen­zano” così in una nota Luca Andreas­si com­mis­sario del Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co di Gen­zano.