Pantelleria, La Francesca (PD): chiedere prezzi più equi per le nostre uve

Pantelleria, La Francesca (PD): chiedere prezzi più equi per le nostre uve

01/03/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 399 volte!

La Francesca (PD): occorrono opportune iniziative per chiedere prezzi più equi per le nostre uve.

Sull’onda del­la forte protes­ta dei pas­tori sar­di anche in Sicil­ia, nel­la valle del Belice, il mon­do agri­co­lo si fa sen­tire per chiedere prezzi più equi per i loro prodot­ti agri­coli. Su ques­ta scia, riten­go che sia giun­to il momen­to per i nos­tri agri­coltori di met­tere in atto oppor­tune inizia­tive per chiedere prezzi più equi per le nos­tre uve, azioni che miri­no in par­ti­co­lar modo alla tutela e alla val­oriz­zazione del­la nos­tra pro­duzione vitivini­co­la.

Non occor­rono atti ecla­tan­ti, con oppor­tune inizia­tive dell’Amministrazione comu­nale e soprat­tut­to con l’intervento dell’Ente Par­co Nazionale dell’Isola di Pan­tel­le­ria, si potrà rius­cire a porre in essere le giuste azioni di con­cer­tazione tra i vari attori del set­tore agri­co­lo, a dife­sa delle pic­cole aziende e dei pic­coli pro­dut­tori locali, per rag­giun­gere una soluzione strut­turale ed effi­cace al prob­le­ma ormai atavi­co del prez­zo delle uve a Pan­tel­le­ria con­sapevoli, che se non si agisce in tem­po e nei giusti modi, sem­pre più pro­fon­da sarà la crisi del set­tore agri­co­lo pan­tesco, i cui effet­ti ricad­ran­no sola­mente sulle pic­cole aziende e sui pic­coli pro­dut­tori locali.