Genova, rischio amianto per il Ponte Morandi. Presentata denuncia

Genova, rischio amianto per il Ponte Morandi. Presentata denuncia

25/02/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 753 volte!

Presentato un esposto di Ona e Comitato “Liberi cittadini di Certosa” alla Procura con richiesta di un provvedimento interdittivo per il Ponte Morandi di Genova

 

Il Comi­ta­to ‘Liberi Cit­ta­di­ni di Cer­tosa’ sostenu­to dall’ONA e assis­ti­to e dife­so dal suo Pres­i­dente, l’Avv. Ezio Bonan­ni, ha pre­sen­ta­to ques­ta mat­ti­na alla Procu­ra del­la Repub­bli­ca di Gen­o­va un det­taglia­to espos­to denun­cia che fa rifer­i­men­to al poten­ziale ris­chio amianto e pre­sen­za di polveri nocive in relazione al tragi­co even­to del 14 agos­to 2018 che, oltre a provo­care la morte di 43 per­sone, ha scon­volto una intera cit­tà e tut­ta la nazione.

«L’amianto è noci­vo anche a basse dosi e anche poche fibre pos­sono essere mor­tali. Per questo moti­vo abbi­amo già a suo tem­po seg­nala­to il ris­chio amianto lega­to al crol­lo del Ponte Moran­di e chiesto la val­u­tazione del ris­chio e pro­ce­dure rig­orose per i lavori di abbat­ti­men­to dei tron­coni rimasti e delle abitazioni sot­tostan­ti per evitare altre aerodis­per­sioni e dunque di aggravare la situ­azione già di per sé dram­mat­i­ca, dovu­ta anche all’utilizzo del min­erale nelle aree por­tu­ali e indus­tri­ali, nel­la cit­tà di Gen­o­va”- spie­ga Bonan­ni, che aggiunge – “l’e­s­plo­sione del cal­ces­truz­zo lib­era comunque sil­ice cristal­li­na e numerose sostanze  tossiche assor­bite negli anni par­ti­co­lar­mente ele­vate per la quan­tità di polveri e mac­erie prodotte. Ci atten­di­amo che il procu­ra­tore del­la Repub­bli­ca di Gen­o­va inter­di­ca l’utilizzo di cariche esplo­sive per l’abbattimento per ver­i­fi­care pri­ma la pre­sen­za di amianto e di altre sostanze tossiche e l’indice di aerodis­per­sione delle fibre, e soprat­tut­to attin­ga dei cam­pi­oni dai rifiu­ti e dai mate­ri­ali vari anche non anco­ra demoli­ti.

Per queste moti­vazioni è sta­to chiesto un incon­tro urgente la Procu­ra­tore Capo del­la Repub­bli­ca di Gen­o­va, Dott. Francesco Cozzi, affinché, in qual­ità di tito­lare delle indagi­ni, con­tem­pli il ris­chio amianto tra le ipote­si accusato­rie, con rifer­i­men­to alla nor­ma­ti­va sug­li ecore­ati (legge 68/2015), ed in ogni caso avvii le nec­es­sarie ver­i­fiche e soprat­tut­to inter­di­ca com­por­ta­men­ti peri­colosi per la col­let­tiv­ità.

Il comi­ta­to ‘Liberi Cit­ta­di­ni di Cer­tosa’ è oper­a­ti­vo nel­la cit­tà di Gen­o­va da molti anni e rap­p­re­sen­ta il pun­to di aggregazione espo­nen­ziale delle esi­gen­ze di cit­ta­di­ni e lavo­ra­tori di tutela del­la salute, del­l’am­bi­ente del­la sicurez­za. In sin­er­gia con ONA, ha abbrac­cia­to l’impegno di tutela dei cit­ta­di­ni dal ris­chio amianto e da ogni sostan­za dan­nosa per la salute del­la popo­lazione ed estrema­mente peri­colosa nel­l’età evo­lu­ti­va, in par­ti­co­lare nei pri­mi 1000 giorni di vita dei bam­bi­ni, com­pren­sivi del peri­o­do di ges­tazione. Si ricor­da che nelle imme­di­ate vic­i­nanze sono pre­sen­ti scuole ed asili nidi fre­quen­tati da cir­ca 1050 alun­ni in età presco­lare e sco­lare.

Il comi­ta­to ‘Liberi Cit­ta­di­ni di Cer­tosa’ e ONA, inoltre, si cos­ti­tuiran­no parte civile nel pro­ced­i­men­to penale con­tro i respon­s­abili del crol­lo del Ponte Moran­di poiché le con­dotte di col­oro che saran­no impu­tati han­no leso questi enti non solo nel­la loro dig­nità, ma anche nei loro dirit­ti, poiché han­no pos­to in essere con­dotte e han­no deter­mi­na­to even­ti del tut­to opposti rispet­to alle final­ità delle due asso­ci­azioni.

L’amianto con­tin­ua a provo­care morte, lut­ti e tragedie in Italia e nel resto del mon­do. Per tut­to il 2017, sono sta­ti più di 6.000 i deces­si per patolo­gie asbesto cor­re­late che l’ONA ha cen­si­to, tra i quali 1.800/1.900 deces­si solo per mesote­lioma e cir­ca il doppio per tumore pol­monare: occorre porre fine a ques­ta epi­demia, e lo si può fare solo evi­tan­do le future espo­sizioni.

Loader Load­ing…
EAD Logo Tak­ing too long?

Reload Reload doc­u­ment
| Open Open in new tab

Down­load [666.06 KB]