Città metropolitana di Roma: selezione per 8 medici in Germania per 5 anni

Città metropolitana di Roma: selezione per 8 medici in Germania per 5 anni

25/02/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 387 volte!

CITTA’ METROPOLITANA ROMA, RECRUITMENT DAY: OGGI E DOMANI LA SELEZIONE DI 8 MEDICI PER 5 ANNI IN GERMANIA. ZOTTA: “ATTIVIAMO LA MOBILITÀ IN EUROPA PER ALTE PROFESSIONALITÀ”

È inizia­to ques­ta mat­ti­na a Por­ta Futuro l’evento di Cit­tà met­ro­pol­i­tana di Roma Cap­i­tale per la selezione di 8 assis­ten­ti medici che effettuer­an­no un per­cor­so di spe­cial­iz­zazione pres­so la pres­ti­giosa clin­i­ca tedesca, la Katholis­ches Kranken­haus di Hagen, per 5 anni, con un salario men­sile di cir­ca 4.400 euro.

La Cit­tà met­ro­pol­i­tana e Cap­i­tale Lavoro Spa, dopo i salu­ti di ben­venu­to e la pre­sen­tazione dell’iniziativa, nell’ambito dei prog­et­ti europei di Job­Mo­bil­i­ty di cui l’ente è part­ner, come “Reac­ti­vate”, “Your First Eures Job” e “Euro­pean Sol­i­dar­i­ty Corps”, han­no incon­tra­to gli 80 can­di­dati selezionati e i tan­ti che han­no invi­a­to la doman­da attra­ver­so il por­tale europeo, pri­ma del­lo svol­gi­men­to dei col­lo­qui indi­vid­u­ali, che ter­min­er­an­no domani. 

Pri­ma di intrapren­dere la vera e pro­pria attiv­ità for­ma­ti­va – lavo­ra­ti­va, tra il col­lo­quio e la deci­sione di accettare l’incarico, i medici selezionati avran­no l’obbligo di fre­quentare un cor­so di lin­gua per il rag­giung­i­men­to del liv­el­lo richiesto , e potran­no essere ospi­ti del­la strut­tura per meglio ren­der­si con­to del­la realtà del­la clin­i­ca. Avran­no sup­por­ti per allog­gi e saran­no segui­ti fino al supera­men­to dell’esame di sta­to per iscrizione all’albo dei medici in Ger­ma­nia, val­i­da in tut­ta Europa.

“L’attivazione di per­cor­si di mobil­ità euro­pea sono pun­ti fon­da­men­tali per chi ha il ruo­lo di gestire le politiche attive, la for­mazione pro­fes­sion­ale e l’incontro tra doman­da e offer­ta di lavoro, anche per pro­fili di alta spe­cial­iz­zazione. Che sia una pri­ma espe­rien­za o un arric­chi­men­to del pro­prio per­cor­so pro­fes­sion­ale, quel­la che oggi ren­di­amo pos­si­bile è un’occasione uni­ca, e non solo per il lavo­ra­tore. Anche l’impresa stes­sa può ben­e­fi­cia­rne, in ter­mi­ni di inno­vazione e com­pet­i­tiv­ità. È dovere delle isti­tuzioni inter­cettare e ori­entare le pro­fes­sion­al­ità, attuan­do e met­ten­do a sis­tema ogni oppor­tu­nità, anche al di fuori dei con­fi­ni nazion­ali: una rispos­ta effi­cace e fat­ti­va, nel più ampio con­testo del­la mobil­ità pro­fes­sion­ale, alla retor­i­ca dei “cervel­li in fuga”, che accom­pa­gna e crea le con­dizioni per un dinamis­mo effi­cace, a ben­efi­cio di tut­ti”.

“Dare cor­po ad attiv­ità come ques­ta richiede altissi­ma com­pe­ten­za e preparazione – aggiunge Antonel­la Gob­bo, pres­i­dente del­la soci­età in house Cap­i­tale Lavoro Spa – e nos­tro com­pi­to è fornire tutte le pro­fes­sion­al­ità nec­es­sarie alla deter­mi­nazione dei pro­fili e alla selezione dei can­di­dati, met­ten­do a sis­tema le com­pe­ten­ze in mate­ria di recruit­ing con le oppor­tu­nità di mobil­ità offerte dall’Unione Euro­pea. È un cam­po vivo e strate­gi­co, a tut­ti i liv­el­li. In questo caso sti­amo par­lan­do di espe­rien­ze lavo­ra­tive di altissi­mo pro­fi­lo, che col nos­tro lavoro con­tribuiamo a ren­dere conc­re­ta”.

Con­di­vi­di:
error0
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20