Campoleone/Lazio. Nuova segreteria PCI: alle europee la Lista Comunista

Campoleone/Lazio. Nuova segreteria PCI: alle europee la Lista Comunista

21/02/2019 0 Di Maurizio Aversa

Hits: 375

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2576 volte!

ROMA/LAZIO. PCI: E’ cer­to. Al via la rac­col­ta delle firme per le Europee. Del­la Pos­ta pro­pone una seg­rete­ria com­pat­ta sul­la lin­ea polit­i­ca adottata.

Il 19 feb­braio sarà ricor­da­ta come una tap­pa impor­tante del per­cor­so politi­co del­la coeren­za comu­nista nell’intento di Ri-costru­ire il PCI. Il per­ché sta già den­tro la relazione che il seg­re­tario regionale Oreste Del­la Pos­ta ha offer­to alla assem­blea molto parte­ci­pa­ta dell’organismo diri­gente regionale del Par­ti­to. Riu­nione che ha avu­to luo­go nel­la sede comu­nista di Cam­poleone (Lanu­vio). Dice Del­la Pos­ta: “Ques­ta fase sarà ricor­da­ta come tra le più ter­ri­bili del­la sto­ria. A liv­el­lo inter­nazionale per le aggres­sioni impe­ri­al­iste e dei Pae­si cap­i­tal­is­ti­ci suc­cu­bi del neoliberis­mo che dopo il 2008, ha scel­to di non fare i con­ti con la crisi del mod­el­lo fini qui pro­pos­to facen­do pagare la crisi strut­turale ai ceti deboli, ai lavo­ra­tori, agli sfrut­tati, ai Pae­si più deboli. Non migliore è la situ­azione euro­pea e seg­nata­mente quel­la del nos­tro Paese – aggiunge il seg­re­tario regionale comu­nista – basti pen­sare ai rig­ur­gi­ti fascisti sot­to ogni lat­i­tu­dine e fog­gia di atteggia­men­to, per non dire del­la supina posizione di tut­ti i gov­er­nan­ti, sia quel­li di stam­po socialde­mo­c­ra­ti­co, che quel­li di destra galop­pante che i “nuovi” dei movi­men­ti pop­ulisti antipo­lit­i­ca. Tut­ta roba che rispet­ta il medes­i­mo seg­no: peg­gio­rare le con­dizioni reali di vita dei più deboli, a com­in­cia­re dai lavo­ra­tori. Per questo è nec­es­sario, è com­pi­to immane ma ine­ludi­bile che il PCI sia pre­sente nel­la soci­età, che il PCI sia rifer­i­men­to dei lavo­ra­tori e degli sfrut­tati. Questo – ha con­tin­u­a­to Del­la Pos­ta – è quel­lo che siamo chia­mati a fare, questo è quel­lo che cercher­e­mo di fare: chia­man­do all’appello per dar­ci una mano i tan­ti comu­nisti che sono delusi da altri, che sono infas­tidi­ti e inde­boli­ti da tradi­men­ti trascor­si, che però pos­sono trovare nuo­va forza, e con loro i gio­vani, per ricon­fer­mare la neces­sità delle idee comu­niste per una pro­pos­ta reale, alter­na­ti­va allo sta­to delle cose. – poi così con­clude ‑C’è molto altro di idee e pro­poste e soluzioni oltre il vec­chio del­la destra, oltre i voltafac­cia del PD, oltre il ridi­co­lo nul­la del M5S gen­u­f­lesso alla peg­giore destra ital­iana rap­p­re­sen­ta­ta oggi dal­la Lega. Ci sono idee e pro­gram­mi comu­nisti, c’è una soci­età social­ista da pot­er erigere”

Il dibat­ti­to che è segui­to cir­ca l’impegno alter­na­ti­vo a ques­ta Europa, con­fer­man­do la lin­ea del No all’euro, del No a ques­ta isti­tuzione burocratico/finanziaria che è la attuale UE, del No alla pre­sen­za del­la NATO, del Si a politiche sociali, del Si al rispet­to e sal­va­guardia dei dirit­ti dei lavo­ra­tori, ha vis­to numerosi inter­ven­ti. L’incontro ha por­ta­to alla luce impor­tan­ti deci­sioni. Intan­to è sta­ta indi­vid­u­a­ta la del­egazione dei can­di­dati del Lazio nel­la Lista Comu­nista per la nos­tra cir­co­scrizione dell’Italia cen­trale, quin­di è sta­ta elet­ta la nuo­va seg­rete­ria che con­dur­rà avan­ti la ricostruzione del PCI nel Lazio. Per quan­to riguar­da i can­di­dati “europei” sono sta­ti scelti Fabi­ana Bracaglia, Pier­pao­lo Capovil­la, Cristi­na Cir­il­lo, Anna Maria Di San­to ed Ugo Moro.

Per quan­to riguar­da l’assetto politi­co orga­niz­za­ti­vo del Par­ti­to è sta­to elet­to Pres­i­dente del Comi­ta­to regionale, Vir­gilio Seu. Men­tre la seg­rete­ria, oltre al con­trib­u­to di un paio di com­pag­ni prove­ni­en­ti da com­pagi­ni sin­da­cali, è com­pos­ta da Tiziano Ziroli, ful­cro del­la battaglia dei lavo­ra­tori cio­cia­ri cul­mi­na­ta con la verten­za del frusi­nate, da Anto­nio Mas­trange­lo, da Leni­no De Ange­lis, da Faus­to Nuglio e da Mau­r­izio Aver­sa. Alla seg­rete­ria parte­ci­pa a pieno tito­lo la seg­re­taria FGCI del Lazio Valenti­na Faraoni.