Milena (CL): arrestata insegnante accusata di maltrattamenti ai danni di alunni

Milena (CL): arrestata insegnante accusata di maltrattamenti ai danni di alunni

20/02/2019 0 Di puntoacapo

Hits: 764

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1132 volte!

I Cara­binieri del Nucleo Oper­a­ti­vo e Radiomo­bile del­la Com­pag­nia di Mus­someli (CL), uni­ta­mente ai col­leghi del­la stazione di Mile­na (CL), han­no trat­to in arresto nel­la mat­ti­na­ta di oggi una inseg­nante ses­san­tenne, C.M., in servizio pres­so la scuo­la dell’infanzia “G. RODARI” di Mile­na, per­ché attin­ta da una ordi­nan­za applica­ti­va del­la misura caute­lare degli arresti domi­cil­iari, emes­sa dal G.I.P. pres­so il Tri­bunale del capolu­o­go nis­seno su richi­es­ta del­la locale Procu­ra del­la Repubblica.

Il provved­i­men­to è sta­to richiesto dal Pub­bli­co Min­is­tero al ter­mine delle indagi­ni con­dotte dai citati Cara­binieri che, poco più di un mese fa, ave­vano rice­vu­to delle seg­nalazioni, da parte dei gen­i­tori dei minori, cir­ca ripetu­ti episo­di di mal­trat­ta­men­ti a cari­co di una classe di alun­ni, dai 3 ai 5 anni di età, che fre­quen­tano la scuo­la in ques­tione. Gli inves­ti­ga­tori, autor­iz­za­ti dal­la Procu­ra che con­di­vide­va il quadro pro­ba­to­rio acquisi­to, installa­vano quin­di una tele­cam­era occul­ta­ta all’interno dell’aula sco­las­ti­ca al fine di pot­er rac­cogliere ele­men­ti di pro­va inconfutabili ed inter­rompere l’eventuale com­mis­sione di tali reati.

Il quadro che emerge­va sin dal pri­mo giorno di riprese con­fer­ma­va l’ipotesi accusato­ria poiché la maes­tra, oggi trat­ta in arresto, assume­va con fre­quen­za quo­tid­i­ana con­dotte mal­trat­tan­ti con­sis­tite in urla ed atteggia­men­ti minac­ciosi, per­cosse, strat­ton­a­men­ti e sot­topo­sizione ad arbi­trarie punizioni di vario genere, tan­to da creare un cli­ma di ter­rore all’interno del­la classe.

Il provved­i­men­to caute­lare emes­so dal G.I.P., accoglien­do la richi­es­ta e con­div­i­den­do l’impostazione accusato­ria degli inquiren­ti, ha per­me­s­so quin­di di inter­rompere una grave sequen­za di sopraf­fazioni a cari­co degli incolpevoli bambini.

Milena caltanissetta maltrattamenti asilo carabinieri