Censimento del Giardino Pantesco per preservare l’unicità di Pantelleria

Censimento del Giardino Pantesco per preservare l’unicità di Pantelleria

18/02/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1610 volte!

A Vil­la Nec­chi a Milano, in occa­sione dell’appuntamento annuale con la grande mostra mer­ca­to ded­i­ca­ta ai frut­ti sim­bo­lo del Mediter­ra­neo, “Il Gia­rdi­no Pan­tesco Don­nafu­ga­ta di Pan­tel­le­ria” è sta­to pro­tag­o­nista di un pres­ti­gioso momen­to di con­fron­to a cui han­no pre­so parte Josè Ral­lo, pro­pri­etaria dell’azienda vini­co­la Don­nafu­ga­ta; il Pres­i­dente del Par­co Nazionale Iso­la di Pan­tel­le­ria, Sal­va­tore Gabriele, Giuseppe Bar­bera, il prof. di Col­ture Arboree dell’Università di Paler­mo.

          Nel­la due giorni ded­i­ca­ta all’universo degli agru­mi l’unicità di Pan­tel­le­ria è spic­ca­ta con la pre­sen­za di ques­ta prog­et­tazione costru­i­ta sec­oli fa e tra­man­da­ta da gen­er­azione a gen­er­azione, nel seg­no del­la Bio­di­ver­sità. “Il Gia­rdi­no Pan­tesco è fra le Unic­ità dell’isola che il nos­tro Uomo Pan­tesco, nei sec­oli, ha saputo prog­ettare ed edi­fi­care – ha det­to Sal­va­tore Gabriele nel suo inter­ven­to —  Un’opera uni­ca con il Suo Albero di Agru­mi, val­oriz­za­ta dal FAI e Don­naFu­ga­ta che han­no saputo portare alla luce l’im­por­tan­za di questo mon­u­men­to. Il nos­tro com­pi­to, ora, è sal­va­guardare quest’­opera, tra­man­dar­la alle nuove gen­er­azioni come cul­tura del sapere e delle buone pratiche agri­cole e ambi­en­tali”.

          A Milano, Gabriele ha per­tan­to pre­sen­ta­to l’attività che sarà avvi­a­ta nel 2020, con il prog­et­to di cen­si­men­to di val­oriz­zazione del “jardi­no” per risco­prire l’i­den­tità del ter­ri­to­rio e assol­vere ad uno dei prin­ci­pali com­pi­ti del Par­co Nazionale, ovvero preser­vare ques­ta bio­di­ver­sità che l’uo­mo ha volu­to costru­ire, fra le unic­ità dell’ iso­la.

parco pantelleria fai milano
Con­di­vi­di:
error0
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20