CANTIERI IN VISTA PER L’EDILIZIA POPOLARE DI PANTELLERIA

CANTIERI IN VISTA PER L’EDILIZIA POPOLARE DI PANTELLERIA

30/01/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 556 volte!

L’am­min­is­trazione comu­nale del Sin­da­co Vin­cen­zo Cam­po di Pan­tel­le­ria ha defini­to i prog­et­ti esec­u­tivi corre­dati dal­la doc­u­men­tazione tec­ni­co-eco­nom­i­ca richi­esti dal­la cir­co­lare del 20 Dicem­bre 2018 in mer­i­to al “Pro­gram­ma di recu­pero e razion­al­iz­zazione degli immo­bili e degli allog­gi di edilizia res­i­den­ziale pub­bli­ca di pro­pri­età dei comu­ni e degli IACP”.

Ques­ta ulte­ri­ore fines­tra di inter­ven­ti volti al recu­pero del pat­ri­mo­nio immo­bil­iare, si è avu­ta gra­zie all’e­m­anazione del D.M. 03/10/2018 del Min­is­tero delle Infra­strut­ture e edei Trasporti, pub­bli­ca­to nel­la G.U.R.I. n. 277 del 28/11/18, che ha attribuito alla Regione Sicil­iana ulte­ri­ori somme pre­viste dal­l’art. 2, com­ma 1, lett. b) del decre­to inter­min­is­te­ri­ale del 16 mar­zo 2015, nel lim­ite di 50.000,00 euro per allog­gio.

Tut­to ciò servirà ai fini del­l’in­ser­i­men­to in grad­u­a­to­ria e, le risorse ver­ran­no dis­poste in ordine di pri­or­ità sul­la base dei pesi attribuiti dal Dipar­ti­men­to del­l’Asses­so­ra­to Regionale delle infra­strut­ture e del­la Mobil­ità – Serv. 5.

La nuo­va ammin­is­trazione pen­tastel­la­ta si è accor­ta sin dal pri­mo momen­to che le con­dizioni degli edi­fi­ci e degli allog­gi non pote­vano cadere nel dimen­ti­ca­toio e in questi mesi, ha lavo­ra­to per arrivare a pro­gram­mare una serie di inter­ven­ti manu­ten­tivi sicu­ra­mente impor­tan­ti. In questi anni si è anda­to avan­ti con le economie e le disponi­bil­ità finanziarie del­l’Ente, spes­so inter­ve­nen­do nel rispet­to di una con­ven­zione sot­to­scrit­ta tra IACP di Tra­pani e lo stes­so Comune di Pan­tel­le­ria, all’ese­cuzione di opere di manuten­zione su edi­fi­ci e allog­gi di pro­pri­età del­l’is­ti­tu­to.

Nel ter­ri­to­rio comu­nale di Pan­tel­le­ria gli edi­fi­ci di edilizia eco­nom­i­ca popo­lare sono sta­ti real­iz­za­ti nel peri­o­do post-bel­li­co, nel tem­po sono sta­ti ogget­to di inter­ven­ti e prob­a­bil­mente mai come ad esso si prospet­ta la pos­si­bil­ità di un inter­ven­to com­p­lessi­vo di manuten­zione stra­or­di­nar­ia, di recu­pero impiantis­ti­co e di adegua­men­to ener­geti­co. Tut­to volto al miglio­ra­men­to del­la qual­ità abi­ta­ti­va degli allog­gi di pro­pri­età comu­nale ubi­cati nelle Vie Man­zoni, San Nico­la, Venezia e Rione San Gia­co­mo.

Tra l’al­tro gli edi­fi­ci popo­lari di Via San Nico­la nn.46 e 6 sono sta­ti ogget­to di finanzi­a­men­to rispet­ti­va­mente per l’im­por­to com­p­lessi­vo di 270.000,00 e di 210.000,00 euro con comu­ni­cazione per­venu­ta da parte del Dipar­ti­men­to Regionale lo scor­so 27/11/2018.

L’Am­min­is­trazione comu­nale provvede­va all’ap­provazione del quadro eco­nom­i­co di aggior­na­men­to delle richi­este di finanzi­a­men­to, redat­to dal­l’Ing. Buset­ta Giro­lamo, con deter­mine nn. 912 e 913 del 31/12/2018 del Geom. Sal­va­tore Gam­bi­no Capo Set­tore LL.PP.

L’IACP di Tra­pani — ha fat­to sapere l’Asses­sore ai LL.PP. Giuseppe Maz­zonel­lo — ha già in cantiere l’avvio del­la manuten­zione stra­or­di­nar­ia per rifaci­men­to del­la rete fog­nante, delle palazz­ine di Via Vil­la per un impor­to di 36.163,00 euro, oltre alla definizione del finanzi­a­men­to di sette prog­et­ti di inter­ven­ti per lavori di recu­pero di urgen­za, sem­pre dal­lo stes­so Dipar­ti­men­to del­l’Asses­so­ra­to Regionale delle infra­strut­ture e del­la Mobil­ità – Serv. 5.

Anche dal pun­to di vista delle opere di urban­iz­zazioni a Pan­tel­le­ria, si è avvi­a­ta la sis­temazione di alcune aree pub­bliche adi­a­cen­ti gli edi­fi­ci di edilizia popo­lare, vedasi la sis­temazione del gia­rdi­no di Via Venezia. 
A ques­ta opera in fase di com­ple­ta­men­to, seguiran­no le real­iz­zazioni di ulte­ri­ori inter­ven­ti volti al recu­pero e al miglio­ra­men­to del deco­ro urbano, inser­i­ti nel pro­gram­ma inte­gra­to “Il sis­tema dei luoghi urbani”, approva­to con la delib­er­azione del­la giun­ta munic­i­pale n. 144 del 28/10/2015.

È arriva­to il momen­to di cam­biare il volto del­l’edilizia popo­lare di Pan­tel­le­ria, è arriva­to il momen­to di resti­tuire dig­nità a chi vi abi­ta soprat­tut­to di rigener­are, una grande porzione del tes­su­to urbano. 
Il poeta Kahlil Gibran ha scrit­to: “La casa è il vostro cor­po più grande. Vive nel sole e si addor­men­ta nel­la qui­ete del­la notte e, non è sen­za sog­ni”. Molti cit­ta­di­ni pan­teschi abi­tan­ti degli edi­fi­ci popo­lari, con­tin­u­a­mente ci han­no seg­nala­to le loro caren­ze strut­turali degli allog­gi e non ulti­mi i loro dis­a­gi abi­ta­tivi. Prob­a­bil­mente il loro legit­ti­mo sog­no di vivere in un luo­go deg­no del nome “casa” sta per real­iz­zarsi.

La sod­dis­fazione per il lavoro por­ta­to a ter­mine dal­l’uf­fi­cio del set­tore lavori pub­bli­ci è tan­ta, come affer­ma­to dal Sin­da­co M5S Vin­cen­zo Cam­po.
Ho avu­to modo di vedere per­sonal­mente le con­dizioni di questi edi­fi­ci gra­zie a dei sopral­lu­oghi con­giun­ti con l’Asses­sore Maz­zonel­lo, a segui­to delle richi­este di inter­ven­to che man mano sono arrivate a noi.

Anche per noi è real­iz­zare un pic­co­lo sog­no, cioè quel­lo di pot­er riqual­i­fi­care gran parte degli edi­fi­ci e qual­ità abi­ta­ti­va a chi vi risiede, una vol­ta ottenu­ti i finanzi­a­men­ti. Come abbi­amo sem­pre det­to ‘nes­suno deve rimanere indi­etro’ “.

Pantelleria lavori