Settimana della Memoria 21 gennaio – 1 febbraio 2019 Casa della Memoria e della Storia di Roma

Settimana della Memoria 21 gennaio – 1 febbraio 2019 Casa della Memoria e della Storia di Roma

26/01/2019 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 440

Il 27 gen­naio 1945, data dell’abbattimento dei can­cel­li di Auschwitz, ha fat­to conoscere al mon­do e alla sto­ria questo abis­so del­la civiltà, lo ster­minio del popo­lo ebraico, dei Sin­ti e Rom, degli omoses­su­ali, dei Tes­ti­moni di Geo­va e l’eliminazione dei depor­tati mil­i­tari e politi­ci nei campi nazisti.

Anche quest’anno la Casa del­la Memo­ria e del­la Sto­ria con­fer­ma il suo ruo­lo di pri­mo piano a Roma per le cel­e­brazioni intorno al “Giorno del­la Memo­ria”, il 27 gen­naio, isti­tu­ito nel 2000 dal Par­la­men­to Ital­iano pro­po­nen­do, dal 21 gen­naio al 1 feb­braio,  un  ric­co e diver­si­fi­ca­to pro­gram­ma di attiv­ità con pre­sen­tazioni di lib­ri, proiezioni, spet­ta­coli dal vivo ‚let­ture, tes­ti­mo­ni­anze, con­feren­ze, lab­o­ra­tori e, fino al 1° feb­braio, la mostra  “Don’t kill -1938” con opere di Fab­rizio Dusi.

Gli even­ti real­iz­za­ti, con il prezioso e sig­ni­fica­ti­vo appor­to delle Asso­ci­azioni res­i­den­ti (ANPI, ANED, ANEI, ANPC, ANPPIA, FIAP, IRSIFAR e Cir­co­lo G. Bosio) e delle Bib­lioteche di Roma, sono inser­i­ti nel prog­et­to coor­di­na­to di Roma Cap­i­tale “Memo­ria gen­era Futuro”.

L’iniziativa è a cura delle Asso­ci­azioni res­i­den­ti e del­la Bib­liote­ca del­la Casa del­la Memo­ria e del­la Sto­ria con il coor­di­na­men­to orga­niz­za­ti­vo di Roma Cap­i­tale Dipar­ti­men­to Attiv­ità Cul­tur­ali, Servizio Attiv­ità Spazi Cul­tur­ali Dipar­ti­men­tali, in col­lab­o­razione con Zètema Prog­et­to Cul­tura.

In aper­tu­ra delle inizia­tive, la mat­ti­na di lunedì 21 gen­naio, all’incontro di Lia Levi con gli stu­den­ti per dialog­a­re sui temi del suo ulti­mo libro “Ques­ta sera è già domani” seguiran­no, nel pomerig­gio, let­ture di appro­fondi­men­to su alcune tem­atiche care a Pri­mo Levi, in occa­sione del cen­te­nario del­la sua nasci­ta.

Nel­la gior­na­ta di mart­edì 22 gen­naio, dopo l’incontro in mat­ti­na­ta con Lia Tagli­a­coz­zo “Le date del­la memo­ria”, un’iniziativa a cura di Bib­lioteche di Roma per le scuole supe­ri­ori, nel pomerig­gio si ter­rà la pre­sen­tazione del libro di Costan­ti­no Di Sante “Crim­i­nali del cam­po di con­cen­tra­men­to di Bolzano”, sui delit­ti com­piu­ti dai nazisti durante la ges­tione di quel luo­go di deten­zione. Al lab­o­ra­to­rio per le scuole sul tema Gli ebrei ital­iani dalle leg­gi antiebraiche alle depor­tazioni seguirà, nel pomerig­gio del 23 gen­naio, la proiezione del­la parte di docu­film “Dias­po­ra, ogni fine è un inizio”, di Mari­na Piper­no e Lui­gi Fac­ci­ni, che nar­ra il viag­gio in Israele sulle trac­ce di famiglie ebree in fuga dalle leg­gi razz­iali.

Giovedì 24 gen­naio un lab­o­ra­to­rio seguirà le sor­ti di gran­di musicisti jazz che cer­carono di sal­vare quel genere musi­cale dal­la cen­sura fascista e nazista, molti dei quali furono depor­tati e uccisi nei campi di ster­minio. Nel pomerig­gio, l’incontro “Donne nei lager” si sof­fer­merà sulle vio­len­ze di ogni tipo cui furono sot­to­poste le donne depor­tate con con­seguen­ti gravi patolo­gie fisiche e psichiche per quante rius­cirono a tornare.

Nel­la mat­ti­na del 25 gen­naio si svol­gerà lo spet­ta­co­lo “La favola di Natale”, un’amara e sot­tile sati­ra stori­co-polit­i­ca di Gio­van­ni­no Guareschi men­tre, nel pomerig­gio, sarà affronta­to il dram­mati­co tema “Il male inascolta­bile? Par­lare di Shoah con i bam­bi­ni”.

Nel­la gior­na­ta di domeni­ca 27 gen­naio “Immag­i­ni, voci, musi­ca per la memo­ria” com­pren­derà let­ture di brani degli ulti­mi tes­ti­moni sopravvis­su­ti allo ster­minio trat­te da “Buono sog­no sia lo mio. La sto­ria di Lel­lo Di Seg­ni” di Edoar­do Gaj e da “La Shoah in me. Mem­o­rie di un com­bat­tente nel ghet­to di Varsavia” di Sim­cha Rotem. Anco­ra let­ture nel pomerig­gio con “Costru­ire la memo­ria” e con­cer­to dei gio­vani di San­ta Cecil­ia “Ensam­ble del Con­ser­va­to­rio di San­ta Cecil­ia diret­to da Rober­to Gal­let­to”.     

Il 28 gen­naio lo spet­ta­co­lo “L’amore in guer­ra” di Mela­nia Fiore rac­con­terà l’amore e la sto­ria di due donne ai tem­pi del­la Ger­ma­nia nazista e, a seguire, sarà pre­sen­ta­to il libro “La Chiesa fiorenti­na e il soc­cor­so agli ebrei. Luoghi, isti­tuzioni, per­cor­si (1943–1944)” di Francesca Cavaroc­chi ed Ele­na Mazz­i­ni. Mart­edì 29 gen­naio in pro­gram­ma due proiezioni: “Mem­o­rie. In viag­gio ver­so Auschwitz” di Dani­lo Monte e “1945” di Fer­enc Török men­tre il 30 gen­naio si dis­cuterà di trasmis­sione e apprendi­men­to del­la memo­ria stor­i­ca nell’incontro “L’evoluzione stor­i­ca tra ricor­di, negazion­is­mo e revi­sion­is­mo”. Nel pomerig­gio, proiezione del doc­u­men­tario “1938 — Quan­do sco­prim­mo di non essere più ital­iani” di Pietro Suber.

L’iniziativa “Mem­o­rie d’inciampo a Roma: la sto­ria, le vite” e, nel pomerig­gio, la tavola roton­da dal tito­lo “La por­ta del­lo spaven­to supre­mo. Gli artisti di fronte all’orrore” sono gli appun­ta­men­ti pre­visti giovedì 31 gen­naio. A con­clu­sione del­la set­ti­mana, ven­erdì 1 feb­braio, proiezione del doc­u­men­tario “Who will write our his­to­ry”  di Rober­ta Gross­man, una ricostruzione stor­i­ca inedi­ta del Ghet­to di Varsavia attra­ver­so il rac­con­to di tes­ti­moni diret­ti. E, nel pomerig­gio, il ricor­do struggente delle “Vit­time dimen­ti­cate. Dis­abili, Rom, Omoses­su­ali, Tes­ti­moni di Geo­va e pri­gion­ieri di guer­ra IMI”.

Tutte le inizia­tive sono a ingres­so libero fino a esauri­men­to posti disponi­bili

 

INFO

Casa del­la Memo­ria e del­la Sto­ria

Via San Francesco di Sales, 5 (Traste­vere) – Roma

Tel. 060608 — 06 6876543

da lunedì al ven­erdì 9.30 – 20.00

ingres­so libero fino a esauri­men­to posti disponi­bili

www.comune.roma.it

 

Con­di­vi­di:
0