Marino. BiblioPop giornata della Memoria ricordando lo sterminio degli zingari

Marino. BiblioPop giornata della Memoria ricordando lo sterminio degli zingari

18/01/2019 0 Di Maurizio Aversa
Vis­ite: 320

L’Associazione Acab, coer­ente col pro­prio impianto ide­ale di rispet­to e iden­ti­fi­cazione nel­la Cos­ti­tuzione repub­bli­cana nata dal­la Resisten­za, per la gior­na­ta del­la Memo­ria, il 27 gen­naio, ha scel­to di pro­muo­vere due inizia­tive.

Una è l’allestimento di una mostra. In par­ti­co­lare la riduzione del­la già nota e pres­ti­giosa “La Gio­con­da di Lvov”. Da cui i nos­tri cura­tori han­no trat­to “Immag­i­ni spon­ta­nee e testi rel­a­tivi ai fat­ti del­lo ster­minio. L’olocausto degli zin­gari.”. I pan­nel­li saran­no esposti, con inau­gu­razione alle ore 10.30, pres­so Bib­lioPop.

La sec­on­da inizia­ti­va è la proiezione (riduzione a nos­tra cura), alle 11.00, del fil­ma­to “Vole­vo solo vivere” di Mim­mo Car­lopresti.

La gior­na­ta sarà pre­sen­ta­ta dal Pres­i­dente di Acab, Ser­gio San­ti­nel­li, la mostra illus­tra­ta dal coor­di­na­tore Mau­r­izio Aver­sa, e la gior­na­ta Bib­lioPop per la Memo­ria inau­gu­ra­ta dall’assessore alla cul­tura del comune di Mari­no, Pao­la Tiberi.

Con­fidi­amo – ha det­to il Pres­i­dente di Acab – che ci sia una buona parte­ci­pazione, sia nel­la gior­na­ta che inau­gu­ra la mostra, sia nel­la set­ti­mana suc­ces­si­va che la vedrà espos­ta. Del resto, che la vio­len­za fascista e nazista abbiano com­pi­u­to i gesti igno­min­iosi con­tro il popo­lo ebraico, con­tro le mino­ranze etniche, sociali, politiche è sto­ria. Ma che non tut­ti gli aspet­ti, nel tem­po, siano gius­ta­mente ram­men­tati accade. Per questo – con­clude  Ser­gio San­ti­nel­li — abbi­amo scel­to di aprire la mostra con la nota poesia/denuncia di Bertoldt Brecht; per questo al sac­ri­fi­cio di vite umane paga­to con sei mil­ioni di assas­si­nati ebrei, abbi­amo volu­to ricor­dare, oggi, anche i cinque mil­ioni di zin­gari a cui è sta­ta ris­er­va­ta la stes­sa fine dal­la bar­barie naz­i­fascista.”. Le forze politiche e sociali demo­c­ra­tiche e antifas­ciste sono invi­tate ad inter­venire.

Con­di­vi­di:
0