Festa FISAR a Roma, il nuovo Presidente Luigi Terzago: “La mia missione sarà il riconoscimento della figura lavorativa del sommelier in Italia”

Festa FISAR a Roma, il nuovo Presidente Luigi Terzago: “La mia missione sarà il riconoscimento della figura lavorativa del sommelier in Italia”

14/01/2019 0 Di Fabio Ciarla

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 995 volte!

Il 12 e 13 gen­naio nel­la Cap­i­tale si è svol­ta la sedu­ta di inse­di­a­men­to del nuo­vo Con­siglio Nazionale del­la Fed­er­azione Ital­iana Som­me­li­er Alber­ga­tori e Ris­tora­tori

Oltre 70 i som­me­li­er di Roma e dei Castel­li Romani che han­no rice­vu­to l’ambito Tastevin durante una ser­a­ta di gala con 150 ospi­ti nel­la Tenu­ta di Fio­ra­no

Si sono con­clusi domeni­ca 13 gen­naio i lavori del­la sedu­ta di inse­di­a­men­to del nuo­vo Con­siglio Nazionale del­la FISAR, la Fed­er­azione Ital­iana Som­me­li­er Alber­ga­tori e Ris­tora­tori, che ha scel­to Roma come sede sim­bol­i­ca per l’inizio di un per­cor­so di avvic­i­na­men­to ai 12.000 soci sud­di­visi in oltre 60 Del­egazioni ter­ri­to­ri­ali sparse in Italia. Il nuo­vo Pres­i­dente Lui­gi Terza­go, in car­i­ca dall’1 gen­naio 2019 dopo aver vin­to le elezioni a fine otto­bre, è sta­to accolto con grande sod­dis­fazione dal­la Del­egazione di Roma e Castel­li Romani, che ha orga­niz­za­to saba­to 12 gen­naio una cena di gala alla Tenu­ta di Fio­ra­no per la con­seg­na dei diplo­mi degli ulti­mi quat­tro cor­si con­clusi a fine anno. Oltre 70 i neo som­me­li­er che han­no rice­vu­to la perga­me­na e soprat­tut­to il sim­bo­lo del som­me­li­er, il Tastevin, diret­ta­mente dal Pres­i­dente e alla pre­sen­za del Con­siglio Nazionale. Una ser­a­ta da oltre 150 ospi­ti che è servi­ta anche per fare un pic­co­lo quadro delle eccel­len­ze enogas­tro­nomiche del Lazio, gra­zie alla cuci­na (in trasfer­ta) del ris­torante “La Paroli­na” di Trevinano del­la chef Iside De Cesare, 1 stel­la Miche­lin e tante materie prime locali nel menu, e ai vini del­la Tenu­ta di Fio­ra­no del Principe Alessan­dro­ja­copo Bon­com­pag­ni Ludovisi, pre­sente alla cena insieme ad altri due pro­dut­tori, Mar­co Carpineti di Cori e Fab­rizio Santarel­li (Cas­tel De Pao­lis) di Grotta­fer­ra­ta, chia­mati anche loro a rac­con­tare il meglio del­la pro­duzione eno­log­i­ca laziale. Un appun­ta­men­to che ha rin­salda­to il rap­por­to tra Del­egazione di Roma e Castel­li Romani, gui­da­ta dal­lo scor­so aprile da Angela Maglione e giun­ta ormai al 25simo anno di attiv­ità, e la FISAR Nazionale. Una spin­ta a fare di più e meglio che non mancherà di sti­mo­lare il lavoro sul­la Cap­i­tale e nei ter­ri­tori lim­itrofi, dove sono ripar­ti­ti altri quat­tro cor­si di pri­mo liv­el­lo — con oltre 150 iscrit­ti — tra set­tem­bre e novem­bre, e altri tre sono in pro­gram­mazione con parten­ze tra feb­braio e mar­zo. A set­tem­bre prossi­mo è invece già pre­vis­to il nuo­vo cor­so di Mari­no, sem­pre nel Salot­to del Vino del­la stor­i­ca can­ti­na coop­er­a­ti­va Got­to d’Oro, che ha intrav­is­to nel­la col­lab­o­razione con i som­me­li­er FISAR un pas­sag­gio impor­tante del pro­prio per­cor­so di cresci­ta. Durante la ser­a­ta del 12 gen­naio si sono tenu­ti anche altri due momen­ti impor­tan­ti, il pri­mo ha vis­to la con­seg­na di una tar­ga da parte del Con­siglio Nazionale al Del­e­ga­to stori­co e fonda­tore del­la sede di Roma Fil­ip­po Teren­zi, men­tre il sec­on­do ha avvi­a­to il nuo­vo per­cor­so di affil­i­azione con la con­seg­na del­la tar­ga di “Locale Asso­ci­a­to FISAR” all’Hotel Lido Gar­da di Anzio. Una ser­a­ta ric­ca di spun­ti, durante la quale Lui­gi Terza­go ha sot­to­lin­eato alcune delle pre­rog­a­tive del suo manda­to: “La mia mis­sione – ha det­to il Pres­i­dente Nazionale FISAR — è quel­la di far riconoscere il ruo­lo del som­me­li­er in Italia. In un Paese che è ormai sol­i­da­mente il pri­mo pro­dut­tore di vino al mon­do non è con­cepi­bile che non esista la figu­ra lavo­ra­ti­va del nos­tro set­tore. La cosa mi sta a cuore e vor­rei por­tar­la avan­ti, speran­do di rius­cire nell’intento, col­lab­o­ran­do con le strut­ture politiche pre­poste”. “Si è volu­to par­tire da Roma per la pri­ma riu­nione del nuo­vo Con­siglio Nazionale – ha chiar­i­to anco­ra Terza­go — pro­prio per­ché è la Cap­i­tale ed è anche il cen­tro geografi­co ital­iano, avre­mo l’opportunità poi di andare anche in altri ter­ri­tori ed è già pro­gram­ma­to un per­cor­so che ci vedrà nelle Marche, in Toscana e in Vene­to per rag­giun­gere poi tutte le regioni ital­iane. Roma non pote­va che essere l’inizio di questo nuo­vo per­cor­so di Fis­ar Nazionale per essere vic­i­na ai soci e alle Del­egazioni”. “Siamo feli­ci per la rius­ci­ta di un appun­ta­men­to così impor­tante – ha com­men­ta­to in con­clu­sione la Del­e­ga­ta di Roma e Castel­li Romani Angela Maglione -, Roma e il Lazio sono sta­ti mes­si al cen­tro del­la som­mel­lerie ital­iana gra­zie alla pre­sen­za del Con­siglio Nazionale FISAR, che ringrazio anco­ra per il seg­nale di vic­i­nan­za al ter­ri­to­rio e soprat­tut­to ai sin­goli soci. La scelta, sim­bol­i­ca ma anche sti­molante, di iniziare pro­prio dal­la Cap­i­tale ci spinge a impeg­nar­ci anco­ra di più con i cor­si di for­mazione e gli even­ti, un obi­et­ti­vo che vogliamo rag­giun­gere con­tin­uan­do a lavo­rare come in una grande squadra com­pos­ta sì di un Del­e­ga­to e di un Con­siglio di Del­egazione, ma che si regge su diret­tori di cor­so, som­me­li­er attivi, rela­tori e soprat­tut­to sui soci”.