Il metodo è il tema del Festival dell’Innovazione, della Scienza e delle Arti 2019 di Velletri

Il metodo è il tema del Festival dell’Innovazione, della Scienza e delle Arti 2019 di Velletri

09/01/2019 0 Di Fabio Ciarla

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 894 volte!

Dal 10 al 12 gen­naio la pri­ma edi­zione coin­volge pub­bli­co e scuole con tes­ti­mo­ni­al d’eccezione

La Casa delle Cul­ture e del­la Musi­ca di Vel­letri, per tre giorni si trasformerà in un cen­tro di divul­gazione sci­en­tifi­ca gra­zie alla Pri­ma edi­zione del Fes­ti­val dell’Innovazione, del­la Scien­za e delle Arti. L’edizione 2019 dal 10 al 12 gen­naio ha come tema il ‘meto­do’ con numerosi tes­ti­mo­ni­al d’eccezione. Tra essi spic­cano scenografi, artisti, prog­et­tisti, ricer­ca­tori, arche­o­logi­ci, ingeg­neri, docen­ti. Il video mes­sag­gio di Lau­ra Soucek, ricer­ca­trice veliter­na di fama inter­nazionale, che gra­zie ai suoi stu­di e alla sua attiv­ità di ricer­ca con­tribuisce in maniera fon­da­men­tale alla lot­ta con­tro il can­cro, chi­ude il ric­co cal­en­dario del Fes­ti­val.
Nel­la Casa delle Cul­ture e del­la Musi­ca in piaz­za Tren­to e Tri­este a Vel­letri saran­no pre­sen­ti tre even­ti espos­i­tivi: la mostra ‘Caos e Silen­zio’ del Mae­stro Ser­gio Got­ti, instal­lazioni audio­vi­sive di Pao­lo Mon­ti e le immag­i­ni di cinquan­t’an­ni di sto­ria del­la Luce del light­ing design­er Fed­eri­co Ognibene.
Il Meto­do è il tema cen­trale che ispi­ra la pri­ma edi­zione del Fes­ti­val che si arric­chisce del­la col­lab­o­razione anche dell’Accademia di Belle Arti di Roma, del CREA (Cen­tro di ricer­ca) e delle inno­vazioni del­lo Spazio Atti­vo del­la Regione Lazio. Espe­rien­ze, conoscen­ze e pun­ti di vista diver­si e com­ple­men­tari con­fluis­cono in un Fes­ti­val che col­le­ga, che edu­ca, diverte e apre i con­fi­ni del­la mente.
Il Fes­ti­val pun­ta a coin­vol­gere pub­bli­ci diver­si e il mon­do del­la scuo­la, motore prin­ci­pale del­la soci­età. Pecu­liar­ità del­la ker­messe è il for­mat che, attra­ver­so la con­t­a­m­i­nazione di diverse forme artis­tiche, le per­me­tte di diventare stru­men­to di divul­gazione sci­en­tifi­ca diver­tente, acces­si­bile e alla por­ta­ta di tut­ti.
Lin­guag­gi ed espe­rien­ze diver­si si inte­gra­no in modo inno­v­a­ti­vo e diver­si­fi­ca­to per essere più vici­ni alle esi­gen­ze di tut­ti gli inter­locu­tori che van­no dai bam­bi­ni ad un pub­bli­co adul­to.
Un for­mat orga­niz­za­to in tre dif­fer­en­ti spazi divul­ga­tivi. Expe­ri­ence: Lab­o­ra­tori espe­rien­ziali che illus­tr­eran­no ai ragazzi l’uso con­sapev­ole degli smart­phone, le buone pras­si del rici­clo con il car­tone che prende nuove forme e l’affascinate inter­azione tra arte e scien­za con la stra­or­di­nar­ia parte­ci­pazione di Pao­lo Mon­ti. Talks: una spazio divul­ga­ti­vo dove stu­den­ti, artisti, ricer­ca­tori, impren­di­tori rac­con­ter­an­no i loro suc­ces­si, 15 minu­ti di pre­sen­tazione dinam­i­ca, ver­ran­no alla luce espe­rien­za stra­or­di­nari di ragazze e ragazzi che stan­no ded­i­can­do la loro vita a prog­et­ti affasci­nan­ti. Con­fer­ence: l’esperienza, la sapien­za, l’innovazione, queste sono le con­feren­ze in pro­gram­ma, Luca Bor­ro, Lucio Alle­gret­ti, Gae­tano Castel­li, Lucio Argano, Mario Rol­fo con un cameo di Lau­ra Soucek che porterà i salu­ti in col­lega­men­to video.
Le gior­nate del Fes­ti­val preve­dono per la mat­ti­na i lab­o­ra­tori didat­ti­ci orga­niz­za­ti e gesti­ti da Fare Edu­tain­ment che coin­vol­go­no numerose clas­si delle scuole ele­men­tari e medie del ter­ri­to­rio e agli appro­fondi­men­ti sci­en­tifi­ci per le scuole supe­ri­ori. Il pomerig­gio e la sera sono invece des­ti­nati al grande pub­bli­co con incon­tri, even­ti e dibat­ti­ti. Lo Staff tec­ni­co sci­en­tifi­co è com­pos­to da psi­colo­gi, stori­ci dell’arte, biolo­gi, ingeneri infor­mati­ci, artisti, oper­a­tori didat­ti­ci spe­cial­iz­za­ti.
Pro­mosso dall’Assessorato alla Cul­tura del Comune di Vel­letri, il prog­et­to del Fes­ti­val è risul­ta­to pri­mo tra tut­ti i Comu­ni che han­no parte­ci­pa­to al ban­do regionale per la con­ces­sione di con­tribu­ti eco­nomi­ci a sosteg­no di inizia­tive idonee a val­oriz­zare sul piano cul­tur­ale, sporti­vo, sociale ed eco­nom­i­co la col­let­tiv­ità regionale. Sod­dis­fazione da parte dell’assessore alla Cul­tura Romi­na Trenta e del pres­i­dente del­la Com­mis­sione Cul­tura Gior­gio Zaccagni­ni, che insieme alla strut­tura comu­nale, han­no ideato il fes­ti­val per esaltare le conoscen­ze e le buone pratiche che mat­u­ra­no sul ter­ri­to­rio nei campi dell’Innovazione, delle Arti e delle Scien­ze. Romi­na Trenta, con del­e­ga alla Cul­tura, sot­to­lin­ea: “Questo Fes­ti­val rien­tra nel­la visione d’insieme che la nos­tra ammin­is­trazione ha per la cit­tà, creare attiv­ità di qual­ità, divul­ga­tive che per­me­t­tano a Vel­letri di far­si conoscere al di fuori dei con­fi­ni del­la Cit­tà met­ro­pol­i­tana di Roma”. Il sin­da­co Orlan­do Poc­ci, lodan­do il lavoro del­la macchi­na orga­niz­za­ti­va, invi­ta tut­ti a vis­itare gli even­ti del Fes­ti­val: “Una grande oppor­tu­nità per Vel­letri, saran­no tre giorni ded­i­cati alla divul­gazione e all’innovazione, con gli inter­ven­ti di ingeg­neri, artisti e prog­et­tisti che ci per­me­t­ter­an­no di riflet­tere su temi impor­tan­ti per la soci­età mod­er­na”.

Con­di­vi­di:
error0