Effetto Cinema! I quattro Cavalieri della fantasia alla Casa del Cinema

Effetto Cinema! I quattro Cavalieri della fantasia alla Casa del Cinema

05/01/2019 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 461

L’omaggio ai maestri degli effet­ti visivi in atte­sa del pri­mo fes­ti­val ded­i­ca­to agli effet­ti spe­ciali

Pri­ma del 12 gen­naio, giorno del­la ker­messe, quat­tro appun­ta­men­ti dall’8 all’11 gen­naio ded­i­cati ad altret­tan­ti maestri degli effet­ti visivi

Il 12 gen­naio la Casa del Cin­e­ma di Roma ospiterà il pri­mo fes­ti­val degli effet­ti spe­ciali, un’occasione irripetibile per sco­prire come pren­dono vita le forme dell’immaginario che sem­pre più spes­so sos­ti­tu­is­cono e inte­gra­no sul grande scher­mo la realtà cat­tura­ta dall’occhio del­la cinepre­sa. Non più la realtà, ma una realtà “aumen­ta­ta”, “vir­tuale”, immag­i­na­ta. Ques­ta sto­ria com­in­cia all’inizio del ‘900 con il Viag­gio nel­la luna di Georges Meliès e con lo stu­pore e la fan­ta­sia ricer­ca­ta dai Fratel­li Lumière nei loro esper­i­men­ti in 3D.  Sul­la stra­da del mer­av­iglioso, il cin­e­ma ha saputo inventare sem­pre un per­cor­so par­al­le­lo che mette in sim­biosi ciò che si sogna con ciò che si vede e in questo per­cor­so ha dato luce ad alcu­ni stra­or­di­nari cre­atori del verosim­i­le, del pos­si­bile e dell’impossibile.

In atte­sa del grande even­to, nei giorni prece­den­ti (dall’8 all’11), la Casa del Cin­e­ma – in con­ti­nu­ità con una pro­gram­mazione natal­izia ded­i­ca­ta alla mas­si­ma icona del sog­no: la Luna – ren­derà omag­gio a quat­tro maestri che han­no fat­to la sto­ria degli effet­ti visivi e degli effet­ti spe­ciali con la proiezione di quat­tro loro film. Si com­in­cerà mart­edì 8 gen­naio alle 18 con l’omaggio a Ray Har­ry­hausen e la proiezione del film A 30 mil­ioni di km dal­la ter­ra di Nathan Juran. Mer­coledì 9 alle 18, invece, si potrà ammi­rare l’immenso lavoro real­iz­za­to da Dou­glas Trum­bull per Blade Run­ner di Rid­ley Scott men­tre nei giorni suc­ces­sivi, giovedì 10 e ven­erdì 11 sem­pre alle ore 18 si ren­derà omag­gio al genio dei due ital­iani Car­lo Ram­bal­di e Ser­gio Sti­valet­ti con le proiezioni, nell’ordine, di due dei loro lavori più sig­ni­fica­tivi: E.T. l’extra-terrestre di Steven Spiel­berg e I tre volti del ter­rore del­lo stes­so Sti­valet­ti.

PROGRAMMA

Mart­edì 8 Gen­naio – Sala Kodak Ore 18.00

Ray Har­ry­hausen

A 30 mil­ioni di km dal­la ter­ra di Nathan Juran (1957, 82’)

A 30 mil­ioni di km. dal­la Ter­ra è un film di fan­ta­scien­za del 1957 diret­to da Nathan Juran e inter­pre­ta­to da William Hop­per e da Joan Tay­lor. Di ritorno da un viag­gio spaziale sul piane­ta Venere, una nav­i­cel­la statu­nitense è costret­ta ad ammarare in Sicil­ia. Il genio di Har­ry­hausen arri­va fino al pun­to di ricostru­ire una battaglia ai pie­di del Colosseo tra la polizia e l’esercito con­tro il “lucer­tolone” che, ignaro, minac­cia la Ter­ra. Har­ry­hausen, oggi è con­sid­er­a­to il mae­stro dell’animazione a pas­so uno con cui inseri­va crea­ture fan­tas­tiche all’interno di film con attori in carne e ossa . Non ha mai volu­to parag­onare il suo lavoro nei film in live action con i film di ani­mazione di Tim Bur­ton e Nick Park, che lui vede sem­plice­mente come “film di pupazzi”.

Mer­coledì  9 Gen­naio – Sala Kodak Ore 18.00

Dou­glas Trum­bull

Blade Run­ner di Rid­ley Scott (1982, 117’ Final Cut)

Ambi­en­ta­to nel 2019 in una Los Ange­les distopi­ca, dove repli­can­ti dalle stesse sem­bianze dell’uomo ven­gono abit­ual­mente fab­bri­cati e uti­liz­za­ti come forza lavoro nelle colonie extra-ter­restri. I repli­can­ti che si ribel­lano ven­gono “riti­rati dal servizio”, cioè elim­i­nati fisi­ca­mente, da agen­ti spe­ciali chia­mati blade run­ner. Rick Deckard, poliziot­to ormai fuori servizio, accetta un’ultima mis­sione per dare la cac­cia a un grup­po di androi­di sfug­gi­to al con­trol­lo. Dal roman­zo di P.K. Dick, è la più spet­ta­co­lare creazione di Trum­bull dopo 2001 Odis­sea nel­lo spazio. Dopo la col­lab­o­razione con Rid­ley Scott si è sem­pre più allon­tana­to da Hol­ly­wood per tornare al cin­e­ma solo negli ulti­mi anni col­lab­o­ran­do con Ter­rence Mal­ick tra il 2011 e il 2016.

 Giovedì 10  Gen­naio – Sala Kodak Ore 18.00

Car­lo Ram­bal­di

E.T. l’extra-terrestre di Steven Spiel­berg (1982, 115’)

Una notte, una mis­te­riosa astron­ave atter­ra nel bel mez­zo di una fores­ta del­la Cal­i­for­nia, e da essa scende un grup­po di botani­ci alieni, che com­in­ciano a prel­e­vare cam­pi­oni di veg­e­tazione. Ognuno è carat­ter­iz­za­to da una grande tes­ta, un col­lo periscop­i­co e un cuore bio­lu­mi­nes­cente. Essi comu­ni­cano con la telepa­tia e quan­do il loro cuore si illu­mi­na di rosso sig­nifi­ca che si sono scam­biati deter­mi­nate infor­mazioni. E’ il pre­mio Oscar Car­lo Ram­bal­di (vinci­tore del­la stat­uet­ta già con King Kong e Alien) a creare il bru­to e dol­cis­si­mo extrater­restre, una “tar­taru­ga sen­za gus­cio” che del film è il cuore pul­sante. Ram­bal­di con­sid­er­a­va la crea­tu­ra era sta­to il suo cap­ola­voro asso­lu­to e l’Academy lo pre­miò anco­ra una vol­ta con la cele­bre stat­uet­ta.

Ven­erdì 11  Gen­naio – Sala Kodak Ore 18.00

Ser­gio Sti­valet­ti

I tre volti del ter­rore di Ser­gio Sti­valet­ti (2004, 87’)

 Nel­lo scom­par­ti­men­to di un treno due uomi­ni e una don­na dor­mono. All’improvviso ven­gono sveg­liati dall’irruzione di un mis­te­rioso indi­vid­uo, il pro­fes­sor Peter Price, che dice di essere in gra­do di leg­gere nel pro­fon­do dei suoi inter­locu­tori gra­zie a una sfera di met­al­lo da lui inven­ta­ta per l’ipnosi. Questo incon­tro trasfor­ma i gio­vani viag­gia­tori nei pro­tag­o­nisti incon­sapevoli di tre sto­rie da incubo: “L’anello del­la luna”, “Dr Lift­ing”, “Il guardiano del lago”. Sti­valet­ti, qui impeg­na­to anche come autore e pro­dut­tore, è un mae­stro del truc­co, degli effet­ti spe­ciali e  visivi oltre che reg­ista e sceneg­gia­tore. Per oltre 30 anni ha ideato e cre­ato per­son­ag­gi, crea­ture e mostri per il cin­e­ma, la tele­vi­sione e il teatro, è sta­to il com­plice più fedele di maestri come Mario Bava, Lucio Ful­ci, Dario Argen­to col­lab­o­ran­do inoltre con tan­ti reg­isti ital­iani come Michele Soavi, Lam­ber­to Bava, Rober­to Benig­ni e Gabriele Sal­va­tores. Pre­mi­a­to al Noir in Fes­ti­val 2018.

CASA DEL CINEMA

Spazio cul­tur­ale di Roma Cap­i­tale – Asses­so­ra­to alla Cresci­ta cul­tur­ale

Ges­tione Zètema Prog­et­to Cul­tura

Direzione Gior­gio Goset­ti

in col­lab­o­razione con Rai; Rai Cin­e­ma 01 dis­tri­b­u­tion

 

INDIRIZZO Largo Mar­cel­lo Mas­troian­ni, 1

INFO tel. 060608 www.casadelcinema.it www.060608.it

INGRESSO GRATUITO

 

Con­di­vi­di:
0