PALOZZI BLOCCA I LAVORI DEL CONSIGLIO REGIONALE

PALOZZI BLOCCA I LAVORI DEL CONSIGLIO REGIONALE

21/12/2018 0 Di puntoacapo

Hits: 653

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1433 volte!

Da ques­ta mat­ti­na Adri­ano Palozzi sta tenen­do in ostag­gio un intero Con­siglio regionale impe­den­do la pros­e­cuzione del­la dis­cus­sione del­la Legge di Bilan­cio e forzan­do il Con­siglio a riammet­ter­lo con una pro­ce­du­ra illegittima.

Ma chi è Palozzi? L’attuale ex con­sigliere di Forza Italia nei mesi scor­si è sal­i­to alle cronache dopo essere sta­to arresta­to nel­l’am­bito del­l’inchi­es­ta sul­lo Sta­dio di Roma, arresti domi­cil­iari che gli han­no fat­to perdere la poltrona da vice pres­i­dente del Con­siglio regionale.

Oggi, ter­mi­na­ta la sua reclu­sione, si è pre­sen­ta­to in Aula dichiaran­do di avere in mano un atto di revo­ca dell’interdizione dai pub­bli­ci uffi­ci che gli con­sen­tirebbe di tornare a sedere nei banchi del Con­siglio regionale del Lazio. Tut­tavia, quan­do è sta­to invi­ta­to a depositare tale doc­u­men­to all’Ufficio di Pres­i­den­za per le nor­mali pro­ce­dure buro­cratiche e di accer­ta­men­to, l’ex con­sigliere si è rifi­u­ta­to minac­cian­do il vicepres­i­dente del Con­siglio, Dev­id Por­rel­lo, facen­do sfog­gio del­la più becera vio­len­za ver­bale, accu­san­do tut­to il M5S di essere ‘gius­tizial­ista’ nonos­tante Por­rel­lo non abbia fat­to altro che rispettare e appli­care le pro­ce­dure delin­eate qualche giorno pri­ma pro­prio sul ‘caso Palozzi’ dal­lo stes­so pres­i­dente del Con­siglio regionale, Leodori.

Si trat­ta di una vera e pro­pria stru­men­tal­iz­zazione polit­i­ca. In questi giorni si sta dis­cu­ten­do in aula la Legge di Bilan­cio 2019, una misura impor­tan­tis­si­ma per una cor­ret­ta e sana ammin­is­trazione dell’intero ter­ri­to­rio regionale.

La pre­poten­za di Palozzi non sta dan­neg­gian­do noi con­siglieri, ma tut­ti i cit­ta­di­ni del Lazio che si aspet­tano dal Con­siglio del­la Pisana l’approvazione del­la manovra in tem­pi cer­ti e con la gius­ta atten­zione. Questo atteggia­men­to è ver­gog­noso ed è la cifra di come una cer­ta polit­i­ca non riesca pro­prio a rispettare la legge, le regole e le istituzioni.

M5S LAZIO