PANTELLERIA E LAMPEDUSA ALZANO LA VOCE SULLA QUESTIONE DAT

PANTELLERIA E LAMPEDUSA ALZANO LA VOCE SULLA QUESTIONE DAT

09/12/2018 0 Di Flavio Silvia
Vis­ite: 1466

I Sin­daci ed i cit­ta­di­ni delle due isole han­no man­i­fes­ta­to oggi a Pan­tel­le­ria per chiedere che la com­pag­nia danese ottem­peri agli impeg­ni pre­si vin­cen­do  il ban­do di con­ces­sione.

Cam­po: “Noi andremo avan­ti. Com­in­ci­amo dal­la Con­feren­za dei Servizi del 18 dicem­bre e non ci fer­mer­e­mo fino a che ques­ta trat­ta non sarà cop­er­ta in modo effi­ciente”.

Di Flavio Sil­via

Nell’androne prin­ci­pale dell’aeroporto di Pan­tel­le­ria, si sono riu­ni­ti oggi, nel pri­mo pomerig­gio, i cit­ta­di­ni pan­teschi per man­i­festare e far sen­tire la pro­pria voce sul­la ques­tione delle can­cel­lazioni e dei ritar­di sulle trat­te aeree del­la DAT in parten­za da Pan­tel­le­ria e Lampe­dusa.

I pan­teschi han­no dimostra­to di avere par­ti­co­lar­mente a cuore la causa, ma han­no ader­i­to alla protes­ta anche i lampe­du­sani che vivono lo stes­so dis­a­gio sem­pre con la com­pag­nia aerea danese. 

Il sin­da­co di Pan­tel­le­ria, Vin­cen­zo Cam­po, li ha ringraziati pub­bli­ca­mente all’inizio del suo dis­cor­so intro­dut­ti­vo, ringrazian­do, inoltre, il Sin­da­co Martel­lo di Lampe­dusa, che sostiene la causa, ma che non è potu­to esser­ci a causa di impeg­ni isti­tuzion­ali. 

Forte la parte­ci­pazione dei Cir­coli dell’isola di Pan­tel­le­ria, i tipi­ci luoghi di ritro­vo degli isolani, che han­no fat­to capire che non ‘fun­zio­nano’ solo per il Carnevale. 

La parte­ci­pazione nel com­p­lesso è sta­ta buona e, tranne qualche mor­morio in più al momen­to del dis­cor­so del Sin­da­co Cam­po, tut­to si è svolto in modo molto paci­fi­co e tran­quil­lo.

Il Sindaco Campo: non ci fermeremo.

Il sin­da­co, a nome dell’amministrazione, ha det­to ai nos­tri micro­foni che non esclude la pos­si­bil­ità di arrivare a chiedere all’Enac di revo­care la con­ces­sione del­la DAT su ques­ta trat­ta: 

È una pos­si­bil­ità. Nel­la let­tera che ave­vo scrit­to, ave­vo chiesto di rivedere la con­ven­zione, anche, esclu­den­do la DAT, ma la con­ven­zione è in essere e c’è il ris­chio che l’allontanamento di DAT pos­sa las­cia­r­ci sen­za aerei per arrivare a Tra­pani e a Paler­mo.

Allo­ra cosa chiedete in con­cre­to?

Chiedi­amo alla DAT una mag­giore atten­zione e, nel caso di guasti, un’adeguata ges­tione del prob­le­ma. Quan­do la con­ces­sione l’aveva la Mis­tral e si pre­sen­ta­va un prob­le­ma, non sape­va­mo nul­la, per­ché provvede­vano subito a risolver­lo. Con la DAT la situ­azione è molto diver­sa. Il pez­zo deve arrivare da Cope­naghen, quin­di il tem­po ci vuole e can­cel­lano il volo, facen­do rimanere l’isola due giorni sen­za aerei. Ques­ta è una situ­azione inac­cetta­bile. La DAT sape­va le par­ti­co­lar­ità delle trat­te e se ha con­cor­so al ban­do deve orga­niz­zarsi per pot­er ottem­per­are agli impeg­ni pre­si vin­cen­do­lo.

Il prob­le­ma sarebbe solo orga­niz­za­ti­vo? Cosa ci dice del­la sicurez­za che pre­oc­cu­pa tan­ti isolani?

Sec­on­do noi si trat­ta solo di una ques­tione orga­niz­za­ti­va. Per la sicurez­za siamo garan­ti­ti dai con­trol­li ENAC e se la DAT riesce ad orga­niz­zarsi non abbi­amo prob­le­mi a con­tin­uare con loro, però par­tendo da una Con­feren­za Servizi e un pat­to diver­si da quel­li che abbi­amo adesso.”

E quali sareb­bero i pun­ti fon­da­men­tali da cui par­tire?

Innanzi tut­to più con­cor­ren­za sul­la trat­ta. L’Alitalia, ad esem­pio, dovrebbe coprire in modo più com­ple­to trat­te come queste. Il 18 dicem­bre mat­ti­na ci sarà la Con­feren­za dei Servizi, com­in­cer­e­mo da lì. Poi, scriver­e­mo al Gov­er­no Nazionale per chiedere di rivedere l’applicazione del­la con­ti­nu­ità ter­ri­to­ri­ale nel­la isole del­la Sicil­ia, attual­mente total­mente insod­dis­facente.”

La voce dei panteschi

Abbi­amo chiesto alle per­sone pre­sen­ti quale sig­ni­fi­ca­to avesse ques­ta man­i­fes­tazione per i pan­teschi. 

La sig­no­ra Alice Bernar­do ha così rispos­to alla doman­da:  “La man­i­fes­tazione è per far capire che le cose così come sono non ci stan­no più bene. Non ci sta bene che alle gare di appal­to si pre­senti­no solo due com­pag­nie e che la vin­cente non è nem­meno prepara­ta per venire sull’isola e adem­piere agli impeg­ni pre­si.

È gius­to che la popo­lazione si fac­cia sen­tire — ci ha det­to Loredana Saler­no — essere tut­ti pre­sen­ti è bel seg­no. Sicu­ra­mente, non sarà ques­ta la soluzione, ma bisogna tenere sot­to con­trol­lo e portare avan­ti la causa.” 

Insom­ma la situ­azione è una delle più calde e nat­u­ral­mente ne seguire­mo l’evolversi pas­so pas­so. Vedremo cosa suc­ced­erà dopo la Con­feren­za di Servizi del prossi­mo 18 dicem­bre, sen­za mai dis­togliere lo sguar­do dalle vicende che potran­no nascere in questo sce­nario che ha dimostra­to di essere mutev­ole.

Ora, la doman­da che tut­ti, a Pan­tel­le­ria, ma anche a Lampe­dusa, si fan­no è se le due isole rius­ci­ran­no mai ad avere una com­pag­nia aerea che fun­zioni.

      

LEGGI ANCHEPan­tel­le­ria: stasera riu­nione urgente con la cit­tad­i­nan­za per la situ­azione voli DAT

PANTELLERIA PRONTA ALLAZIONE. DOMENICA MANIFESTAZIONE ALLAEROPORTO

Pan­tel­le­ria: il Pd con­trario alla man­i­fes­tazione di domeni­ca

     

        

Il nos­tro arti­co­lo lo tro­vi anche su Il Gior­nale di Pan­tel­le­ria