FIUMICINO, VIOLENZA SULLE DONNE, PETRILLO: “OBIETTIVO LA REALIZZAZIONE DI UNA CASA RIFUGIO”

FIUMICINO, VIOLENZA SULLE DONNE, PETRILLO: “OBIETTIVO LA REALIZZAZIONE DI UNA CASA RIFUGIO

29/11/2018 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 483 volte!

Una gior­na­ta molto impor­tante che abbi­amo isti­tuzion­al­iz­za­to da sei anni ormai. Una neces­sità sen­si­bi­liz­zare l’opin­ione pub­bli­ca con inizia­tive di questo tipo, ma l’im­por­tante è pros­eguire il lavoro quo­tid­i­ano con­tro la vio­len­za sulle donne”. Lo dichiara il con­sigliere comu­nale Ange­lo Petril­lo (Lista civi­ca Zin­garet­ti, a mar­gine del Con­siglio comu­nale di ieri pomerig­gio sul fem­mini­cidio e la vio­len­za di genere.

Il cen­tro antiv­i­o­len­za è un pri­mo risul­ta­to impor­tan­tis­si­mo che sta già dan­do risposte ad una uten­za che forse non sarebbe mai sta­ta inter­cetta­ta – con­tin­ua Petril­lo -. Ora dob­bi­amo pros­eguire e la real­iz­zazione di una casa rifu­gio è l’o­bi­et­ti­vo”.

Logi­ca­mente, l’am­min­is­trazione comu­nale non può portare avan­ti ques­ta lot­ta da sola. C’è neces­si­ta che il gov­er­no arrivi alla piena appli­cazione del­la con­ven­zione di Istan­bul. La ten­den­za sem­bra andare in tut­ta altra direzione però – osser­va il con­sigliere -: tagli ai fon­di per le pari oppor­tu­nità; tagli al fon­do per le vit­time di reati inten­zion­ali e tagli al fon­do per gli orfani di fem­mini­cidio”.

La vio­len­za sulle donne non è solo un prob­le­ma di sicurez­za ma è stret­ta­mente legato al ruo­lo del­la don­na nel­la soci­età, ai dirit­ti e alle lib­ertà. È nos­tro dovere quin­di, come uomi­ni e politi­ci, difend­ere i dirit­ti con­quis­ta­ti, come la legge 194 sul­l’in­ter­ruzione di mater­nità, mes­sa in dis­cus­sione in vari par­ti d’Italia con mozioni rac­capric­cianti. Il Lavoro da fare è tan­to, ma noi ci sare­mo” con­clude Petril­lo.