Ceccano City Camp — Il Liceo di Ceccano incontra l’Europa

Ceccano City Camp — Il Liceo di Ceccano incontra l’Europa

27/11/2018 0 Di puntoacapo

Hits: 488

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2433 volte!

di Rita Irene Cipriani

Si è con­clu­so con suc­ces­so il Cec­ca­no City Camp, fase di accoglien­za pres­so il Liceo Sci­en­tifi­co e Lin­guis­ti­co di Cec­ca­no del prog­et­to Erasmus+. 

Dal 18 al 24 Novem­bre, in con­comi­tan­za con la set­ti­mana euro­pea per la riduzione dei rifiu­ti, 20 stu­den­ti prove­ni­en­ti da Ambur­go (DE), Fred­erikssund (DK), Talav­era de la reina (SP) e Turku (FI), accom­pa­g­nati dai loro docen­ti, sono sta­ti accolti da altret­tan­ti  cor­rispon­den­ti ital­iani delle clas­si 4B, 4D, 4F e 4G per svilup­pare il prog­et­to bien­nale denom­i­na­to: Plas­tics and prej­u­dice? Sense and sustainability! 

Tra le molte attiv­ità, pro­poste dal Liceo, nel cor­so del City Camp, quelle  legate allo stu­dio dell’olio extravergine di oliva. 

Par­ti­co­lar­mente sig­ni­fica­ti­va la Lezione — lab­o­ra­to­rio tenu­ta dal­la dott. Angela Canale, agrono­ma di fama inter­nazionale, esper­ta assag­giatrice di olii. Nel cor­so del­la lezione la dott. Canale, par­tendo dal­la situ­azione delle  colti­vazioni autoc­tone e dalle dif­fi­coltà legate ai cam­bi­a­men­ti cli­mati­ci con le rel­a­tive malat­tie dell’olivo nel nos­tro ter­ri­to­rio, ha sol­lecita­to gli stu­den­ti ad uti­liz­zare i sen­si dell’olfatto e del gus­to per saper dis­tinguere i dif­fer­en­ti olii e coglierne le carat­ter­is­tiche salien­ti diven­tan­do assag­gia­tori esper­ti per un giorno. 

Inoltre,  il grup­po ha vis­i­ta­to il  fran­toio Quat­tro­cioc­chi ad Ala­tri ed ha assis­ti­to alla spremi­tu­ra delle olive con visi­ta all’impianto e degustazione.

Non è man­ca­ta una visi­ta a Roma pres­so l’ufficio del Par­la­men­to europeo dove i nos­tri stu­den­ti han­no parte­ci­pa­to alla cam­pagna denom­i­na­ta STAVOLTAVOTO vol­ta alla sen­si­bi­liz­zazione dei gio­vani alle politiche europee.

A con­clu­sione del­la set­ti­mana di stu­dio e ricer­ca il grup­po di stu­den­ti delle cinque nazion­al­ità ha dato vita ad un inter­es­sante work­shop, nei locali del Liceo di Cec­ca­no, durante il quale i gio­vani coa­d­i­u­vati dai loro docen­ti, han­no lavo­ra­to in team per la real­iz­zazione di ogget­ti di uso quo­tid­i­ano uti­liz­zan­do, esclu­si­va­mente, mate­ri­ali riciclati.

Stra­or­di­nar­ia la parte­ci­pazione e l’entusiasmo che han­no accom­pa­g­na­to il Cec­ca­no city camp a dimostrazione che un futuro migliore per i nos­tri gio­vani può esistere. Essi han­no saputo incar­nare lo spir­i­to del prog­et­to Eras­mus,  superan­do bar­riere lin­guis­tiche, col­lab­o­ran­do ad un prog­et­to comune, negan­do pregiudizi e luoghi comu­ni, costru­en­do pon­ti per un’Europa più gius­ta, sol­i­dale e green.