SICILIA, URNE APERTE NEI COMUNI SCIOLTI PER MAFIA

SICILIA, URNE APERTE NEI COMUNI SCIOLTI PER MAFIA

25/11/2018 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 107 volte!

Di Flavio Sil­via Nei Comu­ni di Cor­leone e Palaz­zo Adri­ano, sci­olti per infil­trazioni mafiose nell’agosto 2016, dopo l’intervento dei com­mis­sari prefet­tizi, si tor­na al voto, oggi. Le urne si sono aperte sta­mat­ti­na alle 7:00 e si chi­ud­er­an­no stan­otte alle 23. I can­di­dati che sem­bra­no essere più for­ti sul­la car­ta sono quel­li del cen­trode­stra e del Movi­men­to 5 Stelle.
Palaz­zo Adri­ano
A Palaz­zo Adri­ano è una cor­sa a due tra i can­di­dati Nicolò Granà e Giuseppe Alessi. •Nicolò Granà: 38enne, impren­di­tore impeg­na­to nel tur­is­mo e geome­tra si can­di­da con l’appoggio del­la lista Siamo #palaz­zoad­ri­ano. Sono già noti, inoltre, i due asses­sori des­ig­nati: Aure­lia Granà e Pasquale Cut­tunaro. •Giuseppe Alessi: 62enne, stori­co can­dida­to e sin­da­co del­la Dc locale, imp­ie­ga­to statale, che si pre­sen­ta con l’appoggio del­la lista Noi ci met­ti­amo la fac­cia, pre­sen­tan­do, inoltre, gli asses­sori des­ig­nati: Antoni­no Calì e Maria Francesca Sul­li.
Sul­la cit­tà che ha dato i natali a Totò Riina e Bernar­do Proven­zano, Cor­leone, c’è mol­ta atten­zione per lo svilup­po ed il risul­ta­to di queste comu­nali. È un cli­ma caoti­co quel­lo che vivono i cor­leone­si e la cit­tà, soprat­tut­to dopo le polemiche per una foto che ritrae il can­dida­to sin­da­co del Movi­men­to 5 Stelle, Mau­r­izio Pas­cuc­ci, insieme al nipote del boss cor­leonese Bernar­do Proven­zano. Pro­prio per questo moti­vo è salta­to il comizio di Lui­gi Di Maio, a sosteg­no del pro­prio can­dida­to, nel­la cit­tà.  L’agguerrita cor­sa al potere a Cor­leone, è a tre: •Nicolò Nicolosi: 76enne, che è già sta­to sin­da­co dal 2002 al 2007 con la Dc e si can­di­da con la lista Nuo­va luce. •Sal­va­tore Sapor­i­to: architet­to cor­leonese che si can­di­da con la sua lista civi­ca Vivi­amo Cor­leone. •Mau­r­izio Pas­cuc­ci: 58enne, toscano, ma res­i­dente a Cor­leone da diver­si anni,è il can­dida­to sin­da­co per il Movi­men­to 5 Stelle, nonos­tante il man­ca­to appog­gio da parte del vicepremier Di Maio, Pas­cuc­ci tira drit­to e pun­ta a diventare il pri­mo cit­tadi­no di Cor­leone. L’affluenza a Cor­leone, al momen­to, sem­bra essere molto bas­sa, a mez­zo­giorno sono andati a votare solo il 10,96% degli aven­ti dirit­to. A Palaz­zo Adri­ano, invece, soltan­to il 15%. C’è anco­ra tem­po fino alle 23, subito dopo la chiusura dei seg­gi ci sarà lo spoglio. A quel pun­to Cor­leone e Palaz­zo Adri­ano si saran­no pro­nun­ciati. Leg­gi l’articolo con i risul­tati elet­torali.     Il nos­tro arti­co­lo lo tro­vi anche su Il Gior­nale di Pan­tel­le­ria