TIVOLI, INIZIATIVA COMUNE: “PREOCCUPATI PER DECLASSAMENTO SEDE INPS”

TIVOLI, INIZIATIVA COMUNE: “PREOCCUPATI PER DECLASSAMENTO SEDE INPS”

20/11/2018 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1095 volte!

“In questi giorni non si fa che par­lare dell’eventuale declas­sa­men­to del­la sede Inps di Tivoli, che abbrac­cia un baci­no d’utenza di oltre 200mila cit­ta­di­ni e qua­si 40 comu­ni. Esprim­i­amo forte pre­oc­cu­pazione e con­tra­ri­età rispet­to alla pos­so­bil­ità di declas­sare quel­la di Tivoli da “agen­zia com­p­lessa” ad “agen­zia ter­ri­to­ri­ale”, vis­to e con­sid­er­a­to che già nel lon­tano 2013 venne chiusa la sede Inps di Guido­nia Mon­te­celio per poi accor­par­la suc­ces­si­va­mente alla attuale di Tivoli, cre­an­do appun­to un’unica sede ter­ri­to­ri­ale. Se questo declas­sa­men­to fos­se con­fer­ma­to, dunque, i cit­ta­di­ni del­l’area tiburtina si vedreb­bero costret­ti a rag­giun­gere la strut­tura di Roma Est, in prossim­ità di Mon­te­sacro, per la mag­gior parte dei servizi presta­ti dal­l’Is­ti­tu­to di prev­i­den­za nazionale, men­tre la sede di Tivoli ver­rebbe ridot­ta a un ruo­lo mar­ginale, con pochi dipen­den­ti e fun­zioni pres­soché nulle. Sen­za con­sid­er­are che già oggi i servizi del­la sede tiburtina non sono così effi­ci­en­ti, a causa del­la cron­i­ca caren­za di per­son­ale, con nefaste con­seguen­ze per gli oper­a­tori di patrona­to, spes­so in balia di pratiche in forte ritar­do o per man­canze di risposte in mer­i­to a prestazioni richi­este dai nos­tri assis­ti­ti. Inizia­ti­va Comune aus­pi­ca una con­ver­gen­za di tutte le forze politiche, soprat­tut­to quelle che oggi gov­er­nano la cit­tà di Tivoli e Guido­nia, per oppor­si a una scelta illog­i­ca e fuo­rilu­o­go”.

Così, in una nota, il por­tav­oce di Inizia­ti­va Comune, Roc­co Tiso, e il respon­s­abile locale di Inizia­ti­va Comune, Attilio Arbia.