Rocca di Papa, muro di via Frascati: il Tribunale conferma la tesi dell’Amministrazione e ordina alla Regione e all’Astral di sistemarlo a loro spese

Rocca di Papa, muro di via Frascati: il Tribunale conferma la tesi dell’Amministrazione e ordina alla Regione e all’Astral di sistemarlo a loro spese

19/11/2018 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 894 volte!

Il Sin­da­co Crestini:“Un risparmio di cir­ca 100mila euro per le tasche dei cit­ta­di­ni”

Il 13 novem­bre, con l’ordinanza n° 427 del 2018, il Tri­bunale Ordi­nario di Vel­letri ha defini­to la ques­tione riguardante il muro crol­la­to in via Fras­cati, con­fer­man­do nel­la sostan­za quan­to già affer­ma­to dal sin­da­co, Emanuele Cres­ti­ni, e dagli uffi­ci comu­nali. La respon­s­abil­ità del­la vicen­da – alla luce dei vari sopral­lu­oghi dei tec­ni­ci e dei vari doc­u­men­ti prodot­ti dalle par­ti in causa – è sta­ta infat­ti attribui­ta alla Regione e all’Astral (Azien­da Strade Lazio), alle quali i giu­di­ci han­no ordi­na­to di provvedere nel più breve tem­po pos­si­bile alla mes­sa in sicurez­za del muro e dell’edificio prospiciente allo stes­so, nonché a una più defin­i­ti­va opera di risis­temazione. 

Il Tri­bunale ha pre­cisato che a inter­venire non dovran­no essere i cit­ta­di­ni di Roc­ca di Papa, con le casse comu­nali, ben­sì la Regione Lazio e l’Astral. Sec­on­do alcune stime, si trat­ta di un evi­ta­to esbor­so per il nos­tro Comune, quan­tifi­ca­bile intorno ai 100mila euro.

“Sin dai prim­is­si­mi momen­ti dell’accaduto – sostiene il sin­da­co – ques­ta Ammin­is­trazione si è atti­va­ta per super­are l’emergenza ed ha avvi­a­to tutte le pro­ce­dure ind­i­riz­zate alla risis­temazione del muro, sen­za atten­dere le lun­gag­gi­ni del­la buro­crazia. Infat­ti, a fronte dell’inerzia da parte dell’Astral, a set­tem­bre ho sen­ti­to il dovere di dif­fi­dar­la for­mal­mente, affinché inter­venisse. Subito dopo la dif­fi­da, han­no dato inizio ai lavori prog­et­tuali.”

“Oggi, for­ti anche delle con­ferme con­tenute nel­la sen­ten­za del Tri­bunale – con­clude Cres­ti­ni –pos­si­amo verosim­il­mente aspettar­ci un’accelerazione dei lavori sul muro di via Fras­cati, in modo tale da risol­vere questo prob­le­ma nel più breve tem­po pos­si­bile, ques­tione sul­la quale sono sem­pre vivi l’attenzione e l’impegno dell’Amministrazione Comu­nale, garante dei dirit­ti del­la cit­tad­i­nan­za.”