La Terra vista da un professionista: A scuola con il Geologo – II edizione

La Terra vista da un professionista: A scuola con il Geologo – II edizione

12/11/2018 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1014 volte!

Le recen­ti allu­vioni che han­no col­pi­to il ter­ri­to­rio nazionale, gli even­ti sis­mi­ci dell’Italia cen­trale degli ulti­mi due anni e la pre­sen­za di più vul­cani attivi evi­den­ziano come l’Italia sia un Paese frag­ile dal pun­to di vista del ris­chio sis­mi­co, idro­ge­o­logi­co e vul­cani­co. È inac­cetta­bile che si con­tinui a morire a causa di frane, allu­vioni e ter­re­moti. Un dato è sig­ni­fica­ti­vo: anco­ra oggi tra il 20 e 50% delle vit­time è dovu­to a com­por­ta­men­ti errati durante un sis­ma. Alla luce delle recen­ti emer­gen­ze (e non solo) che han­no inter­es­sato l’intera peniso­la, i geolo­gi rimar­cano l’importanza e l’urgente neces­sità di divul­gare la cul­tura geo­log­i­ca e dei georischi nonché di adottare cor­ret­ti com­por­ta­men­ti in caso di calamità naturali. 

A tal propos­i­to, il Con­siglio Nazionale dei Geolo­gi, con la col­lab­o­razione di tut­ti gli Ordi­ni region­ali, orga­niz­za il 16 novem­bre 2018 la II edi­zione del­la gior­na­ta ded­i­ca­ta all’informazione e alla pre­ven­zione nelle scuole denom­i­na­ta “La Ter­ra vista da un pro­fes­sion­ista: a scuo­la con il Geol­o­go”. Nel cor­so del­la mat­ti­na­ta, in oltre 500 scuole pri­marie e sec­on­darie di tutte le regioni ital­iane, i geolo­gi affron­ter­an­no le seguen­ti tem­atiche: la peri­colosità e i rischi nat­u­rali, il sis­tema del­la pro­tezione civile e i cor­ret­ti com­por­ta­men­ti da assumere in caso di emer­gen­za. Nell’ambito del­la man­i­fes­tazione, la mat­ti­na del 16 novem­bre, alle ore 10.30, il Con­siglio Nazionale dei Geolo­gi orga­niz­za, in col­lab­o­razione con l’Ordine dei Geolo­gi del Lazio e sot­to l’egida del­la Pro­tezione Civile, una con­feren­za stam­pa pres­so il Liceo Clas­si­co Euge­nio Mon­tale (Via di Bravet­ta, 545) di Roma. Saran­no pre­sen­ti: Ange­lo Bor­rel­li, Capo Dipar­ti­men­to del­la Pro­tezione Civile, Francesco Pedu­to, Pres­i­dente del Con­siglio Nazionale dei Geolo­gi, Adri­ana Cavaglià, con­sigliere CNG con del­e­ga alla Pro­tezione Civile, Mari­na Fab­bri, coor­di­na­trice del­la Com­mis­sione di Pro­tezione Civile dell’Ordine dei Geolo­gi del Lazio.

L’inizia­ti­va, che si riv­olge agli stu­den­ti, è final­iz­za­ta alla dif­fu­sione del­la cul­tura geo­log­i­ca quale ele­men­to nec­es­sario per la sal­va­guardia del ter­ri­to­rio e dell’ambiente, alla divul­gazione sci­en­tifi­ca per una mag­giore con­sapev­olez­za dei rischi nat­u­rali, all’in­for­mazione sui cor­ret­ti com­por­ta­men­ti per una popo­lazione con­sapev­ole e resiliente e alla divul­gazione del sis­tema di pro­tezione civile all’interno del quale con­ver­gono anche i cittadini.