MAFIA CAPITALE, ASSOTUTELA: “TROPPE COSE NON DETTE. NUOVO DOSSIER SU CUP LAZIO”

MAFIA CAPITALE, ASSOTUTELA: “TROPPE COSE NON DETTE. NUOVO DOSSIER SU CUP LAZIO”

22/10/2018 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 891 volte!

“Come ricorderete, l’indagine denom­i­na­ta “Mafia Cap­i­tale” ha scop­er­chi­a­to un sis­tema truf­faldino, fini­to ampia­mente alla rib­al­ta medi­at­i­ca. E la sec­on­da ordi­nan­za del­la procu­ra del­la Repub­bli­ca di Roma, iner­ente tale inchi­es­ta, affronta come talu­ni per­son­ag­gi avreb­bero oper­a­to al fine di acca­parrar­si una quo­ta del­l’ap­pal­to mil­ionario per il servizio Cup regionale. Tut­tavia, alcu­ni con­torni di ques­ta vicen­da non avreb­bero anco­ra per­me­s­so di sve­lare sino in fon­do all’opin­ione pub­bli­ca tut­ti gli aspet­ti”. Lo affer­ma il pres­i­dente nazionale del­l’as­so­ci­azione Asso­tutela, Michel Emi Mar­i­ta­to, che pri­ma ricor­da: “Per ques­ta ragione, Asso­tutela ha deciso di riper­cor­rere quei fat­ti – per poi infor­mare i cit­ta­di­ni -, a par­tire dalle inter­cettazioni, oper­ate dai Ros sul grup­po inquisi­to”. E poi annun­cia: “Sul tema, Asso­tutela sta pre­dispo­nen­do un fit­to dossier che met­terà presto a dis­po­sizione del­la Procu­ra del­la Repub­bli­ca”.